View Full Version : Quali possibilità lavorative con una laurea in filosofia?


wingman87
28-01-2010, 21:52
Volevo sapere se conoscete direttamente o indirettamente dei laureati in filosofia (specialistica o anche non) e se sì che lavoro hanno trovato (anche all'estero) se lo hanno trovato.
Evitare battutine inutili per favore.
Grazie.

ceccoos
29-01-2010, 08:50
Concorsi pubblici, poi ho visto anche gente laureata in filosofia in posizione tecnico-economiche ma li più che il titola è contata molto "l'amicizia".

Per il resto potresti avere sbocchi magari in uffici tipo le risorse umane ecc..

gbhu
29-01-2010, 09:41
Volevo sapere se conoscete direttamente o indirettamente dei laureati in filosofia (specialistica o anche non) e se sì che lavoro hanno trovato (anche all'estero) se lo hanno trovato.
Evitare battutine inutili per favore.
Grazie.
Di sicuro un laureato in filosofia può trovare lavoro nel settore informatico, vista la totale assenza di regole nel settore. Ho visto dei laureati in lettere assunti come analisti programmatori e dei diplomati periti turistici (o una roba del genere) nel ruolo di project manager di progetti software.

giannola
29-01-2010, 09:46
Volevo sapere se conoscete direttamente o indirettamente dei laureati in filosofia (specialistica o anche non) e se sì che lavoro hanno trovato (anche all'estero) se lo hanno trovato.
Evitare battutine inutili per favore.
Grazie.

Di sicuro un laureato in filosofia può trovare lavoro nel settore informatico, vista la totale assenza di regole nel settore. Ho visto dei laureati in lettere assunti come analisti programmatori e dei diplomati periti turistici (o una roba del genere) nel ruolo di project manager di progetti software.

infatti...potresti completare con qualche corso singolo di informatica umanistica e potresti avere opportunità per l'informatizzazione dei beni culturali o in ambito turistico. :)

Nyman
29-01-2010, 09:47
Volevo sapere se conoscete direttamente o indirettamente dei laureati in filosofia (specialistica o anche non) e se sì che lavoro hanno trovato (anche all'estero) se lo hanno trovato.
Evitare battutine inutili per favore.
Grazie.

Carriera accademica o insegnamento "liceale"? Sicuramente si, meglio all'estero.
Per lavorare in un'azienda il discorso è più difficile, esistono pochissime aziende (al mondo) che sfruttano direttamente questo tipo di qualifica, mi pare di conoscerne un paio che cercano laureati in questa disciplina soprattutto in campo logico/epistemologico, se vuoi posso inviarti gli estremi in pvt.

No, non sono laureato in filosofia, anche se un tempo ho rischiato questa sorte :)

PS:
Chiaramente parlo di "lavoro da filosofi", altrimenti c'è sempre la possibilità di reinventarsi a fare mille altre cose, soprattutto per chi ha un certo tipo di elasticità mentale, ma questo vale per qualsiasi tipo di laurea.

moon.eclipse
29-01-2010, 10:21
Insegnate, risorse umane

Sgurbat
29-01-2010, 11:24
Ho un amico ed ex-collega (entrambi ci siamo licenziati dalla stessa web agency) che faceva il content editor e anche mille altre cose a dire il vero.

Anche lui laureato in filosofia.

cereale123
29-01-2010, 11:40
una volta ho assunto un amministratore di rete che era laureato in filosofia...
un po strambo ma molto bravo.

clasprea
29-01-2010, 11:51
mio cugino fa il giornalista per un famosissimo quotidiano nazionale ed è laureato in filosofia, però lui voleva già fare il giornalista prima di cominciare l'università ed ha impostato tutto il suo percorso in funzione del suo sogno

xenom
29-01-2010, 11:52
So che i filosofi insieme agli psicologi vengono "utilizzati" per la selezione del personale.
A parte questo e il ruolo di insegnante, francamente non mi vengono in mente altri lavori specifici che utilizzerebbero le conoscenze apprese con quel tipo di laurea :asd:

Honitabas
29-01-2010, 12:16
Di sicuro un laureato in filosofia può trovare lavoro nel settore informatico, vista la totale assenza di regole nel settore. Ho visto dei laureati in lettere assunti come analisti programmatori e dei diplomati periti turistici (o una roba del genere) nel ruolo di project manager di progetti software.

purtroppo è vero e la cosa mi fa quasi piangere, con tutto il rispetto per i filosofi... spero che in futuro le cose cambino e si "istituzionalizzino" certe figure, come avviene per medici, avvocati e commercialisti.
Paradossalmente la figura di un filosofo è più vicina a quella di un avvocato piuttosto che a quella di un informatico eppure non si sognerebbe mai di entrare in un tribunale.

NetEagle83
29-01-2010, 12:52
Si, più o meno i settori d'elezione per i laureati in Filosofia sono quelli... ovvero, riepilogando:

- Risorse Umane (in tutte le sue articolazioni, dalla selezione del personale alla formazione ecc.)

- Editoria (soprattutto gestione dei contenuti)

- Giornalismo

- Insegnamento

- Ricerca

Poi, com'è già stato detto, vi sono casi particolari (mooolto particolari...) in cui le aziende necessitano di esperti in campo di logica, epistemologia ecc. e naturalmente assumono i laureati in Filosofia. Anche riguardo all'informatica vi sono particolari ambiti in cui l'apporto puramente filosofico/metodologico è vitale ma.... non in Italia temo.

Ps. Comunque complimenti per la scelta, so benissimo che non è proprio una passeggiata quel tipo di corso di studi... ;)

wingman87
29-01-2010, 14:00
Grazie per le risposte. In verità il laureato in filosofia non sono io ma la mia fidanzata che ieri, presa dallo sconforto per le prospettive lavorative, non sono riuscito a tirar su di morale :(
Dite che all'estero ci sono più possibilità? La mia fidanzata ha anche un diploma in lingue e conosce abbastanza bene spagnolo, tedesco e inglese.
Credo sia anche disposta ad integrare la sua laurea con qualche altro titolo se necessario, purché non richieda troppo tempo (un anno sarebbe l'ideale).

@Nyman: se puoi mandarmi quel pvt mi faresti un grande favore, grazie.

antoniod82
29-01-2010, 20:12
un caro amico laureato in filosofia, ha recuperato le conoscenze di matematica e ora sta facendo un dottorato alla bocconi.

xenom
29-01-2010, 23:43
Grazie per le risposte. In verità il laureato in filosofia non sono io ma la mia fidanzata che ieri, presa dallo sconforto per le prospettive lavorative, non sono riuscito a tirar su di morale :(
Dite che all'estero ci sono più possibilità? La mia fidanzata ha anche un diploma in lingue e conosce abbastanza bene spagnolo, tedesco e inglese.
Credo sia anche disposta ad integrare la sua laurea con qualche altro titolo se necessario, purché non richieda troppo tempo (un anno sarebbe l'ideale).

@Nyman: se puoi mandarmi quel pvt mi faresti un grande favore, grazie.

Vabbè ma alla fine secondo me uno fa se fa quel tipo di studi (filosofia ma anche lettere, biologia ecc.) studia perché gli piace la materia.. non per le prospettive lavorative. Perdonami ma è venuta a conoscenza della scarsità di lavoro nel settore solo ora?
Uno appena si iscrive a filosofia dovrebbe ben immaginare la difficoltà, soprattutto qua in italia, di trovare lavoro nel settore...

ma ripeto, è un'accrescimento culturale personale, non è che dopo devi per forza trovare un lavoro nel quale ti sia utile il tuo percorso di studi.