View Full Version : Ma ultimamente non ci sono troppi 110 e lode?


factanonverba
21-07-2009, 21:08
Ciao ragazzi. Ma sembra pure a voi o ultimamente ci sono tantissimi 110 e lode al contrario di una volta?

Fate pure qualche considerazione grazie.

simone1980
21-07-2009, 21:18
Ciao ragazzi. Ma sembra pure a voi o ultimamente ci sono tantissimi 110 e lode al contrario di una volta?

Fate pure qualche considerazione grazie.

a me non l'hanno dato :stordita:

g@amAT
21-07-2009, 21:22
Lo dicono anche i miei prof...infatti hanno deliberato di contare il 30 elode come un semplice 30 (ai fini della media)...sti stron*i!
Prima invece era considerato 31

ps= sono ad economia a Pisa

Gargoyle
21-07-2009, 22:27
Da me chi non si laurea con 110 & lode è un povero sfigato.
Ed è così da sempre, perché certe cose non si finiscono se non ci appassiona, e se ci si appassiona spesso si vuole il massimo o niente.

I prof cercano di rendere più difficile il percorso, tipo ponendo 30&lode=30 e mettendo la soglia massima di punti bonus alla tesi a 7 quando nella vecchia laurea quinquennale è sempre stato 10.
Inoltre per avere la lode bisogna raggiungere la soglia del 113, indipendetemnte da quante lodi si siano collezionate nel corso di studi: il risultato è che serve la media del 29 per poter sperare di avere il fatidico 110&lode, che è una soglia altissima.
Ma non serve a niente, perché gli studenti pur di passare con quel voto perdono anni a ripetere gli esami, sicché in realtà è controproducente.

Pot
21-07-2009, 23:08
Ad ingegneria dalle mie parti non si e' ai visto che 30 e lode fosse equiparato a 31 o a 33...
La lode e' usata solo ed esclusivamente come accesso alla lode del 110. Se ne hai piu' di tre ti possono assegnare un 110 e lode, altrimenti solo 110.

clasprea
21-07-2009, 23:11
da me la media dei voti della triennale sarà tipo 95/110 :stordita:

mi sa che da voi li regalano a questo punto...

carter100
21-07-2009, 23:14
da me la media dei voti della triennale sarà tipo 95/110 :stordita:

mi sa che da voi li regalano a questo punto...

Anche la mia triennale era tipo quella, ad ingegneria.
Alla specialistica però i voti son davvero più alti, chi non lavora nel corso di studi prende come minimo 108

Traveller23
21-07-2009, 23:16
Faccio una considerazione stupida... forse perche' nella sola specialistica ci sono meno esami (rispetto al vecchio ciclo unico) e quindi e' piu' facile raggiungere una media elevata?

Gargoyle
21-07-2009, 23:43
Faccio una considerazione stupida... forse perche' nella sola specialistica ci sono meno esami (rispetto al vecchio ciclo unico) e quindi e' piu' facile raggiungere una media elevata?
Però fai pure prima a sputtanarla, la media.

Il fatto è che alla triennale in genere ci sono pochi opzionali e diverse materie che poco hanno a che fare con quello che uno avrebbe in mente al momento dell'iscrizione.
Per questo, essendo quelle della specialistica delle materie di indirizzo, probabilmente garbano di più.

Gargoyle
21-07-2009, 23:45
mi sa che da voi li regalano a questo punto...
Bisogna anche guardare i tempi di laurea.

Regalano i voti più in un ateneo dove si laureano alla triennale tutti nei tre anni con una media di 95 o in uno in cui si laureano in 5 anni con una media di 105?

plut0ne
22-07-2009, 00:31
Da me chi non si laurea con 110 & lode è un povero sfigato.
Ed è così da sempre, perché certe cose non si finiscono se non ci appassiona, e se ci si appassiona spesso si vuole il massimo o niente.

I prof cercano di rendere più difficile il percorso, tipo ponendo 30&lode=30 e mettendo la soglia massima di punti bonus alla tesi a 7 quando nella vecchia laurea quinquennale è sempre stato 10.
Ma non serve a niente, perché gli studenti pur di passare con quel voto perdono anni a ripetere gli esami, sicché in realtà è controproducente.

quoto
ci sono certe facoltà dove la bravura media è alta..dove la gente si spacca a studiare...e pur di arrivare ad una certa media perde mesi...anni!!
non si possono paragonare uni con moli di studio completamente diverse.
da noi il 30 e lode vale 30...altro che 31 o 33....varranno invece dal prox anno le pubblicazioni (Se qualcuno le ha)..
da noi i 110 e lode sono pochi...sono molti di più i voti intorno al 110...tipo 105...107...ecc...o anche il "semplice" 110

Darmur
22-07-2009, 09:57
per quanto riguarda la mia università la risposta esatta sarebbe "si, fino allo scorso anno"

col passaggio al DM 204, con conseguente ridenominazione da Specialistica a Magistrale, ne hanno approfittato per cambiare le regole ai nuovi inscritti, in modo tale che non più del 10% delle persone riesca ad uscire con 110L (secondo i loro calcoli). Inoltre nei vari consigli hanno convenuto di iniziare ad essere meno larghi di manica col voto, prima i 30 fioccavano come niente, adesso su 60 persone al massimo 5-6 riescono a prenderlo...

Queste cose non sono pippe mentali di noi studenti, ci sono state dette da alcuni professori coi quali siamo più in "confidenza"

Pot
22-07-2009, 10:12
mai sentito parlare di distribuzione gaussiana dei voti :).. da noi per gli scritti era la moda

recoil
22-07-2009, 11:37
io posso parlare per informatica non per facoltà che non conosco

il livello è sceso a vista d'occhio tra il vecchio ordinamento da cui ero partito e il nuovo. esami più semplici e di conseguenza voti più alti per tutti, quindi è più facile raggiungere il 110.
per quanto riguarda la differenza tra triennale e specialistica credo ci siano due fattori: il primo è che ci sono più esami facoltativi nel biennio e si suppone che uno segua ciò che gli piace e quindi sia più motivato nello studio, il secondo credo sia dovuto all'esperienza. con il tempo si affina il metodo di studio ed è più facile andare meglio agli esami, salvo trovare la materia che si odia :D

columbia83
22-07-2009, 12:01
Non sono d'accordo sulla maggiore semplicità rispetto al vecchio ordinamento (in cui facevi una sola tesi e non c'era un esamificio; per esempio, per la mia facoltà, nel vecchio ordinamento, 4 anni, una tesi, e 23 esami, ora 5 anni 40 esami e 2 tesi).

Sono d'accordo però sul fatto che essendoci dei corsi obbligatori ed essendo aumentate in modo esponenziale le percentuali sulla frequenza, risulta anche normale che un maggior numero di persone si dedichi maggiormente alla studio universitario, e di conseguenza, se una cosa la si fa applicandosi di più, è anche più facile vedere una certa correlazione coi risultati migliori.



Per quanto riguarda la gaussiana, la prima cosa che ha fatto il mio prof di tesi il primo giorno dei due corsi che ho seguito con lui, è stata quella di andare alla lavagna e disegnare una normale con una previsione sulla distribuzione dei voti.

8ash4
22-07-2009, 12:08
Ulteriore dimostrazione dell'eccessivo abbassamento della qualità dell'università.

columbia83
22-07-2009, 12:18
Comunque mi sembra un discorso eccessivamente generalista.


Per esempio ci sono identiche facoltà che da una università all'altra ti assegnano un numero diverso di punti di tesi (nella facoltà dove ti danno dieci punti riusciresti a prendere il 110 e lode anche avendo un punto di media in meno di quello a cui attribuiscono come punteggio massimo 7 punti).

A me non piace la frammentaria disposizione di regole diverse che differenziano oltre modo una facoltà dall'altra e una università dall'altra, soprattutto se consideriamo il valore legale della laurea in Italia.



Comunque, per quanto mi riguarda, io alla triennale ho preso 110 e lode in Economia e Commercio, ma in tutta sincerità, le persone che hanno preso tale voto si contano sul palmo di una mano.


Ora spero di bissare con la specialistica, ma è difficile...

durbans
22-07-2009, 12:39
Ciao ragazzi. Ma sembra pure a voi o ultimamente ci sono tantissimi 110 e lode al contrario di una volta?

Fate pure qualche considerazione grazie.

Certo che li regalano i 110 e lode.
La laurea si e' svalutata enormemente, ormai e' un requisito necessario ma non sufficiente.
Il 110 e lode viene visto come una buona cosa ma niente di eccezionale.
Semmai il voto sotto 100 viene visto male.
In ogni caso il lavoro non c'e' , e' precario e sottopagato (anche per i 110 e lode)

Master.Jimmy
22-07-2009, 14:37
tor vergata a roma è stata una delle prime univ a passare al maledetto nuovo ordinamento anni fa....
il prof di fisica dopo qualche anno ci disse parole che non scorderò mai

"la distribuzione dei voti è cambiata, c'è stata un'inflazione di 110 e lode"
ha ragione... è diventato tutto dannatamente piu facile.
Troppi esami frastagliati oltretutto non aiutano l'apprendimento in quanto se vuoi stare al passo con gli studi, ti metti a studiare piu per passare l'esame che per capirci qualcosa.

Ovviamente è interesse dei laureandi dire che non è vero. Del resto si verrebbero a formare lauree di "serie B", in quanto piu facili da ottenere

Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.

Se potessi tornare indietro non butterei la mia vita a studiare 5 anni di ing, ma avrei aperto un bar o una pizzeria con le vecchie lire

Ma dimmi tu che cavolo mi tocca dire, cioè sto cominciando a invidiare i bottegari ç_ç

Darmur
22-07-2009, 18:11
tor vergata a roma è stata una delle prime univ a passare al maledetto nuovo ordinamento anni fa....
il prof di fisica dopo qualche anno ci disse parole che non scorderò mai

"la distribuzione dei voti è cambiata, c'è stata un'inflazione di 110 e lode"
ha ragione... è diventato tutto dannatamente piu facile.
Troppi esami frastagliati oltretutto non aiutano l'apprendimento in quanto se vuoi stare al passo con gli studi, ti metti a studiare piu per passare l'esame che per capirci qualcosa.

Ovviamente è interesse dei laureandi dire che non è vero. Del resto si verrebbero a formare lauree di "serie B", in quanto piu facili da ottenere

Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.

Se potessi tornare indietro non butterei la mia vita a studiare 5 anni di ing, ma avrei aperto un bar o una pizzeria con le vecchie lire

Ma dimmi tu che cavolo mi tocca dire, cioè sto cominciando a invidiare i bottegari ç_ç


per curiosità, a quale corso e a che anno stai?

blindwrite
22-07-2009, 18:58
io mi chiedo una cosa:
la maggior parte dei professori prima insegnavano col vecchio ed adesso col nuovo. Dato che è stato solo cambiato il percorso ma non la valutazione (perchè le persone a valutarti sono sempre le stesse), come si fa a dire che adesso è tutto più semplice:confused:

I professori sono diventati più buoni? Non credo
Hanno la facoltà di bocciare? Certo

Se ci sono davvero votazioni più alte (e non credo leggendo alma-laurea) è solo per colpa loro, potrebbero anche decidersi a dare voti più bassi

Secondo me fa comodo ai vecchi convincere che la nuova laurea è più facile;)

Comunque qui la media della triennale è 96, più alta alla specialistica, soprattutto grazie alle conversioni da Erasmus.

:.Blizzard.:
22-07-2009, 19:48
A me non piace la frammentaria disposizione di regole diverse che differenziano oltre modo una facoltà dall'altra e una università dall'altra, soprattutto se consideriamo il valore legale della laurea in Italia.


Come ti quoto ...

_fred_
22-07-2009, 22:13
io mi chiedo una cosa:
la maggior parte dei professori prima insegnavano col vecchio ed adesso col nuovo. Dato che è stato solo cambiato il percorso ma non la valutazione (perchè le persone a valutarti sono sempre le stesse), come si fa a dire che adesso è tutto più semplice:confused:

I professori sono diventati più buoni? Non credo
Hanno la facoltà di bocciare? Certo

Se ci sono davvero votazioni più alte (e non credo leggendo alma-laurea) è solo per colpa loro, potrebbero anche decidersi a dare voti più bassi

Secondo me fa comodo ai vecchi convincere che la nuova laurea è più facile;)

Comunque qui la media della triennale è 96, più alta alla specialistica, soprattutto grazie alle conversioni da Erasmus.


Un tempo gli esami potevano pure essere più difficili, oggi quello che frega è stato l'aumento degli esami che se anche sono più facili, portano ad un aumento dei fuori corso non indifferente.
Poi è chiaro, quelli bravi che finiscono nei tempi ci sono e tanto di cappello a loro...

columbia83
22-07-2009, 22:24
Come ti quoto ...


Ti faccio un esempio fresco di oggi pomeriggio.

Mi trovo a parlare con una mia amica di ingegneria. Ad un certo punto dico che i punti di tesi da me sono 7. Lei dice, che da lei sono solo 3.

Solo che da lei si usa un calcolo particolare per riportare i voti in centodecimi.

Da me si utilizza il voto medio per 11 diviso 3. Da lei il voto medio per 4,1 meno 7,8.
Ebbene, nella mia facoltà, col mio voto parto da 105, nella sua facoltà, con gli arrotondamenti del caso, partirei da 110. :eek:

matt22222
22-07-2009, 22:25
bho da me la media è tutto tranne il 110 e lode, anzi :asd::asd:

basta vedere i soliti(seppur poco) dati di almalaurea

Satviolence
22-07-2009, 22:45
Faccio una considerazione stupida... forse perche' nella sola specialistica ci sono meno esami (rispetto al vecchio ciclo unico) e quindi e' piu' facile raggiungere una media elevata?

Io mi sono laureato in ingegneria con il vecchio ordinamento con 101/110.
Considerando la media degli esami del quarto/quinto anno (che grossomodo corrispondono con gli esami della specialistica) e aggiungendo i punti che ho preso per la tesi di laurea, il punteggio finale è 110 (senza lode).

Insomma, la divisione tra laurea triennale e specializzazione ha evidenziato quello che succedeva anche col vecchio ordinamento: gli esami più duri e meno motivanti li trovi fino al terzo anno, mentre al quarto e quinto anno trovi gli esami più interessanti, senza avere grossi picchi di difficoltà.
Se fate caso, alla triennale i voti sono molto più bassi che alla specialistica.

Il nuovo ordinamento comunque è più facile, se non fosse altro per il fatto che tantissimi esami, che erano un blocco unico, adesso vengono spezzati in due moduli. Questo rende più facile affrontare gli esami, perché diventano più facili da gestire.
Comunque sono gli stessi professori che si lamentano che il livello di difficoltà è diminuito. Però, a sentirli parlare, sembra che non si rendano conto che questo è una diretta conseguenza delle loro stesse azioni...

ScreamingFlower
23-07-2009, 00:03
Ti faccio un esempio fresco di oggi pomeriggio.

Mi trovo a parlare con una mia amica di ingegneria. Ad un certo punto dico che i punti di tesi da me sono 7. Lei dice, che da lei sono solo 3.

Solo che da lei si usa un calcolo particolare per riportare i voti in centodecimi.

Da me si utilizza il voto medio per 11 diviso 3. Da lei il voto medio per 4,1 meno 7,8.
Ebbene, nella mia facoltà, col mio voto parto da 105, nella sua facoltà, con gli arrotondamenti del caso, partirei da 110. :eek:
Bello, io partirei da 111 :sofico:
Probabilmente i soli 3 punti per la tesi compensano questo calcolo della conversione in centodecimi che risulta molto generoso.
Da me si fa il solito calcolo *11/3 e i punti massimi per la tesi sono 6.
Confermo la difficoltà di tenere una media più alta alla triennale, anche perchè forse nella prima parte di esami non si ragiona ancora in base al punteggio della tesi. Poi la paura inizia a sentirsi a partire dall'ultimo anno :D
Alla specialistica invece si parte già con un metodo collaudato e con il pensiero rivolto alla tesi che è anche più vicina per un semplice fattore temporale e di numero minore di esami. Avendo finito gli esami della specialistica, so di partire da un punteggio (106) più alto del voto finale della triennale :D

NetEagle83
23-07-2009, 00:48
Ti faccio un esempio fresco di oggi pomeriggio.

Mi trovo a parlare con una mia amica di ingegneria. Ad un certo punto dico che i punti di tesi da me sono 7. Lei dice, che da lei sono solo 3.

Solo che da lei si usa un calcolo particolare per riportare i voti in centodecimi.

Da me si utilizza il voto medio per 11 diviso 3. Da lei il voto medio per 4,1 meno 7,8.
Ebbene, nella mia facoltà, col mio voto parto da 105, nella sua facoltà, con gli arrotondamenti del caso, partirei da 110. :eek:

Io da 99... ed invece con il calcolo classico (media del 26) son partito da 95... cavoli, sarebbe stato un bel boost... :asd:

Anche da noi comunque il max di punti assegnabili alla tesi era 6, più 1-2 punti bonus se si trattava di lavori di un certo livello... a me (e solo a me fino ad ora nella storia dei laureati del mio corso) ne han dati 7! :sofico:

Ps. Comunque dalle mie parti personalmente non li ho mai visti tutti questi 110 e lode... anzi, di tutti i miei colleghi fino ad ora solo due han preso 110, uno con lode e l'altra no. Tutti gli altri voti rientrano in un range tra 95 e 108...

Master.Jimmy
23-07-2009, 09:56
per curiosità, a quale corso e a che anno stai?

ho 29 anni (e 2 figure >_>) mi sono laureato a 25 anni compreso un anno di servizio militare. Si in 5-6 anni, ho rinunciato per un po della mia vita sociale :cry:

walton79
23-07-2009, 10:14
Ragazzi è brutto dirlo ma il livello culturale sta peggiorando di anno in anno, sarà pur vero che ora il numero degli esami è aumentato e quindi di conseguenza aumenta lo stress e se trovi prof pazzi perdi un casino di tempo....
Però il livello sta scedendo di brutto, ormai alle superiori tutti si iscrivono al liceo e successivamente all'università..
Parlo per esperienza personale nelle scuole c'è una ignoranza disarmante, i ragazzi vanno in difficoltà quando si tratta di fare divisioni con la virgola..
Il problema è che l'Italia si deve allineare con gli altri paesi europei, dove si ha un più alto tasso di laureati ed ecco che le università sfornano laureati...
Certo non è un discorso generale, però la media si sta abbassando...

Gargoyle
23-07-2009, 10:32
Certo non è un discorso generale, però la media si sta abbassando...
I laureati in legge del famoso concorso per magistrato che sono stati bocciati in massa perché non sanno scrivere in italiano, però, sono del vecchio ordinamento.

Alien
23-07-2009, 12:26
io mi chiedo una cosa:
la maggior parte dei professori prima insegnavano col vecchio ed adesso col nuovo. Dato che è stato solo cambiato il percorso ma non la valutazione (perchè le persone a valutarti sono sempre le stesse), come si fa a dire che adesso è tutto più semplice:confused:

I professori sono diventati più buoni? Non credo
Hanno la facoltà di bocciare? Certo

Se ci sono davvero votazioni più alte (e non credo leggendo alma-laurea) è solo per colpa loro, potrebbero anche decidersi a dare voti più bassi

Secondo me fa comodo ai vecchi convincere che la nuova laurea è più facile;)

Comunque qui la media della triennale è 96, più alta alla specialistica, soprattutto grazie alle conversioni da Erasmus.

O forse ci sono direttive dall'alto che "suggeriscono" di far passare più persone.
E se devi dare un 18 con calcio in culo a uno che fa un esame da fucilazione sul posto non puoi alzare di conseguenza anche tutte le altre valutazioni.
Fidatevi, sono abbastanza vecchio da aver frequentato il VO e da conoscere qualche docente/assistente attuale.

Comunque sia troppi 110 e lode non fanno altro che svalutarne il valore e ciò va solo a discapito di coloro che il 110 e lode lo meritano veramente.

Master.Jimmy
23-07-2009, 12:45
+ persone, + tasse universitarie, + soldi in circolo per loro
Loro chi? i ricercatori hanno stipendi da cani... senza parlare del loro contratto

belleville
23-07-2009, 14:36
La laurea si e' svalutata enormemente, ormai e' un requisito necessario ma non sufficiente.
Il 110 e lode viene visto come una buona cosa ma niente di eccezionale.
Semmai il voto sotto 100 viene visto male.
In ogni caso il lavoro non c'e' , e' precario e sottopagato (anche per i 110 e lode)

triste realtà:(


A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.

Se potessi tornare indietro non butterei la mia vita a studiare 5 anni di ing, ma avrei aperto un bar o una pizzeria con le vecchie lire



condivido

coldd
23-07-2009, 21:20
Gli iscritti aumentano a dismisura rispetto ad anni fa, il numero di laureati aumenta tale da essere inflazionati e SMINUIRE il valore della laurea, che non è più uno "status" ma semplicemente un "lasciapassare" che bisogna avere per forza ormai. Ovvero è come il diploma di 10 anni fa.
A ingegneria eravamo 4 gatti. Ora è pieno di ragazzini rumorosi e scomposti, sembra di stare a liceo.
ma perfavore... gia l'italia è uno dei paesi con la minor percentuale di laureati, quale sarebbe il vantaggio di ridurla ulteriormente?
posso capire che dopo 5 anni si speri di ottenere un lavoro/posizione che compensi gli sforzi, ma prendersela con la troppa concorrenza mi sembra davvero toccare il fondo
se sei bravo e credi di meritare di più hai tutti i mezzi per dimostrarlo, sia nel mondo universitario che lavorativo
se poi si è mediocri (senza offesa eh) e quando ci si è iscritti si pensava ad una certa situazione lavorativa e poi questa è cambiata non credo che si sia nella posizione di lamentarsi

Darmur
23-07-2009, 23:22
ripeto quello che ho già scritto prima, per lo meno da me stanno cercando di invertire la tendenza, ce lo hanno detto spudoratamente, facendo in modo di tornare alla situazione precedente al 2000/2001.

Dopo aver spezzettato gli esamoni del VO per adattarli al NO, adesso stanno facendo il percorso opposto riaccorpando quello che possono, facendo tornare il programma tale e quale a quello di 10 anni fa (magari con alcune modifiche dettate dall' evoluzione delle tecnologie che si sono verificate nel frattempo).

Come esempio posso riportare l' ultimo esame che ho fatto, quello di optoelettronica, che a detta del professore è stato strutturato tale e quale a quello che si faceva al vecchio odinamento, infatti per prepararlo ci ho messo 2 mesi e mezzo... e come questo tutti gli altri corsi che sto facendo adesso alla magistrale

Master.Jimmy
24-07-2009, 10:02
ma perfavore... gia l'italia è uno dei paesi con la minor percentuale di laureati, quale sarebbe il vantaggio di ridurla ulteriormente?
posso capire che dopo 5 anni si speri di ottenere un lavoro/posizione che compensi gli sforzi, ma prendersela con la troppa concorrenza mi sembra davvero toccare il fondo
se sei bravo e credi di meritare di più hai tutti i mezzi per dimostrarlo, sia nel mondo universitario che lavorativo
se poi si è mediocri (senza offesa eh) e quando ci si è iscritti si pensava ad una certa situazione lavorativa e poi questa è cambiata non credo che si sia nella posizione di lamentarsi

sembra il punto di vista di un raccomandato (senza offesa eh). Bello andare a fare i concorsi per 10 posti di cui 6 già presi.... e cmq uno non si arrende e li fa lo stesso ovviamente. In tutte le aziende che ho girato i figli dei dirigenti erano sempre come grado vicino ai papà, che coincidenza.
Non è il numero dei laureati, ma le opportunità che hai quando esci. Ovvio che se i panettieri o zappatori si laureano grazie alla facilità della nuova riforma "universitaria" (se si puà chiamare così), creano concorrenza inutile e alimentano solo la casualità invece che la meritocrazia.
Anche se i laureati possono esser di più all'estero, hanno ben altri trattamenti (e l'univ ha ben altri costi >_>) ed è per questo che esiste la fuga dei cervelli.
Alla fine il discorso che mi fai sa un po di luogo comune, è come se la Carfagna mi dicesse, sono lì perchè valgo (oddio sembra molto shampoo loreal), "chi vale prima o poi si VEDE" (in tutti i sensi :stordita:)
Per non parlare dello sfruttamente sia economico che lavorativo.

Ovviamente non si sa perchè ti ritrovi a volte davanti diplomati che poi ti vengono a chiedere un casino di cose. Che fareste? lo aiutereste o lo lascereste nell'humus fino al collo??

E i colloqui? i CV? quanto sono veri ed attendibili? Spesso basta poco per aggirare tutti i "requisiti" richiesti a un colloquio. Lo ho provato io stesso quando sono andato a fare un CV anni fa in una famosa azienda di eln, in meno di due giorni mi sono "specializzato nel loro ambito". Alla fine hanno talmente tante persone da sentire che non scendono troppo nel dettaglio (giustamente). Poi il fatto che volevano che lavorassi gratis per i primi 3 mesi lasciamo stare va >_>
Ci sono stati sempre tanti casi in cui entri in un'azienda come precario, ti fai il culo e poi magari vieni assunto direttamente da loro. Non sono ipocrita, succede. Ma in genere sono quelli che vengono buttati fuori sono sempre molto di più: del resto negli stage e tirocini, lavori come gli altri dipenti ma a uno stipendio o risarcimento spese ridicolo. Poi? Perchè assumerti? ti buttano fuori e si prendono un altro stagista.
Controrisposta: non è vero che si fa questo, perchè le aziende spendono risorse e tempo per addestrare le persone. FORMARE PERSONE? ma vabbèèèèèèèè bravi tutti!!! :mad:

PS: ho un ottimo lavoro e stipendio, ma so guardarmi intorno e vedo che gente davvero in gamba non ha nemmeno modo di emergere o provare

PPS: no, non mi mandate cv che non faccio segnalazioni ;)

Master.Jimmy
24-07-2009, 10:08
ripeto quello che ho già scritto prima, per lo meno da me stanno cercando di invertire la tendenza, ce lo hanno detto spudoratamente, facendo in modo di tornare alla situazione precedente al 2000/2001.

Dopo aver spezzettato gli esamoni del VO per adattarli al NO, adesso stanno facendo il percorso opposto riaccorpando quello che possono, facendo tornare il programma tale e quale a quello di 10 anni fa (magari con alcune modifiche dettate dall' evoluzione delle tecnologie che si sono verificate nel frattempo).

Come esempio posso riportare l' ultimo esame che ho fatto, quello di optoelettronica, che a detta del professore è stato strutturato tale e quale a quello che si faceva al vecchio odinamento, infatti per prepararlo ci ho messo 2 mesi e mezzo... e come questo tutti gli altri corsi che sto facendo adesso alla magistrale

anche a tor vergata ho sentito che stanno rimettendo (ri-accorpando) gli esami per farli diventare come il V.O. style.
Staremo a vedere. Ma alla fine sarà come dici tu credo

blindwrite
24-07-2009, 11:24
Se avesse 2 mesi per preparare un esame anche mia nonna prenderebbe trenta e lode.

La capacità di apprendere velocemente è un requisito essenziale, non è importante conoscere una marea di informazioni che dopo un paio di mesetti sono confuse ed inutili.

La mia università da in media 3 giorni per preparare un esame (primo appello e qualcosa in più per il secondo), proprio come in azienda non ti danno tempo indefinito per svolgere il tuo lavoro

Gargoyle
24-07-2009, 11:54
Se avesse 2 mesi per preparare un esame anche mia nonna prenderebbe trenta e lode.

La capacità di apprendere velocemente è un requisito essenziale, non è importante conoscere una marea di informazioni che dopo un paio di mesetti sono confuse ed inutili.

La mia università da in media 3 giorni per preparare un esame (primo appello e qualcosa in più per il secondo), proprio come in azienda non ti danno tempo indefinito per svolgere il tuo lavoro
Ora che ci penso, tutti li esami della specialistica salvo un paio li ho preparati in minimo un mese e mezzo, più spesso due mesi.
E no, non ho tutti 30 e lode, e ovviamente sono fuoricorso.
Infatti sarebbe servita una selezione per impedire ai cretini come me di andare all'università, però almeno non scrivo "dà" senza accento.

blindwrite
24-07-2009, 12:06
Ora che ci penso, tutti li esami della specialistica salvo un paio li ho preparati in minimo un mese e mezzo, più spesso due mesi.
E no, non ho tutti 30 e lode, e ovviamente sono fuoricorso.
Infatti sarebbe servita una selezione per impedire ai cretini come me di andare all'università, però almeno non scrivo "dà" senza accento.

Infatti mi sa che dovresti comprarti una bella grammatica italiana;)
giusto per facilitarti il compito
http://coniuga.com/dare

Gargoyle
24-07-2009, 12:08
Infatti mi sa che dovresti comprarti una bella grammatica italiana;)
giusto per facilitarti il compito
http://coniuga.com/dareSolo su internet, blindwrite, solo su internet.

In rete troverai pure che "qual è" si può scrivere con l'apostrofo, puoi trovare di tutto.

blindwrite
24-07-2009, 12:11
comprati una grammatica, comprati una grammatica;)

qual'è e qual è è l'esempio più sbagliato che puoi portare, anche gli studiosi di grammatica sono in disaccordo e comunemente entrambe le versioni sono accettate.

Gargoyle
24-07-2009, 12:19
Ma il problema non è comunque questo.
E' che per sapere certe cose secondo me due mesi di studio possono servire.

blindwrite
24-07-2009, 12:21
il problema è che per fare qualcosa due mesi sono inaccettabili;)
Guardate il fine e non il mezzo;)

NetEagle83
24-07-2009, 13:32
La mia università da in media 3 giorni per preparare un esame (primo appello e qualcosa in più per il secondo), proprio come in azienda non ti danno tempo indefinito per svolgere il tuo lavoro

Ma come cavolo si prepara un esame in 3 giorni partendo da zero?? :eek:

E soprattutto: quand'anche ci si riesca, cosa può mai rimanere di nozioni imparate in così poco tempo?

blindwrite
24-07-2009, 13:51
Ma come cavolo si prepara un esame in 3 giorni partendo da zero?? :eek:

E soprattutto: quand'anche ci si riesca, cosa può mai rimanere di nozioni imparate in così poco tempo?

tre giorni dal termine delle lezioni.
Si studia durante i corsi, si ripassa per tre giorni e si da l'esame.

Darmur
24-07-2009, 15:31
tre giorni dal termine delle lezioni.
Si studia durante i corsi, si ripassa per tre giorni e si da l'esame.

beh se la metti così quell' esame l'ho preparato in una settimana :D

io intendevo 2 mesi comprese le settimane in cui seguivo contemporaneamente le lezioni... ogni giorno mi fermavo fino alle 19.30 a studiare all' univ, infatti mi sono presentato a dare l' orale il primo giorno disponibile.


una materia del genere non può essere appresa e assimilata in 3 giorni netti, ci serve tempo per digerire i concetti più difficili

blindwrite
24-07-2009, 16:17
optoelettronica era a scelta per quest'anno per gli studenti che seguono in italiano e per quelli del mio corso che continuano a Torino l'anno prossimo c'è Photonics (stessa cosa in inglese) insieme ad altri 3 esami nel primo emi semestre. Quindi dato che la sessione di ottobre/novembre è di 2 settimane dovranno dare 4 esami in 14 giorni effettivi.

Molti sono costretti a superarli tutti (pena espulsione dal programma) e sono certo che ce la faranno proprio come abbiamo fatto quest'anno.

Se i professori spiegano bene e si sta molto ma molto attenti in classe ce la si fa a prepararsi in 3 giorni.

trignoleo
24-07-2009, 16:30
Ciao ragazzi. Ma sembra pure a voi o ultimamente ci sono tantissimi 110 e lode al contrario di una volta?

Fate pure qualche considerazione grazie.

Possono mettere tutti i 110 e lode che vogliono, ma le aziende si e no lo guarderanno...siamo in tempo di crisi i raccomandati non vengono piu' accettati, quindi valutano sul campo cosa sai fare...

Traveller23
24-07-2009, 16:35
Possono mettere tutti i 110 e lode che vogliono, ma le aziende si e no lo guarderanno...siamo in tempo di crisi i raccomandati non vengono piu' accettati, quindi valutano sul campo cosa sai fare...

E da quando prendere 110 e lode vuol dire essere raccomandati? :confused:

Che non sia garanzia di eccellenza nel mondo del lavoro, si puo' essere d'accordo. Ma i raccomandati sono altri :)

caurusapulus
24-07-2009, 18:33
Dipende da facoltà a facoltà.
Sono andato 10gg fa ad una laurea di un amico in economia qui a Foggia, su 30 persone hanno dato 6-7 110 dei quali solo uno senza la lode.
Mah, io ad ingegneria per quante lauree sia andato a vedere di 110 e lode ne ho visti uhm... 2?

Gargoyle
24-07-2009, 18:51
tre giorni dal termine delle lezioni.
Si studia durante i corsi, si ripassa per tre giorni e si da l'esame.
E' una follia.
Questo vuol dire che gli ultimi argomenti del corso li studi in tre-quattro giorni, ammesso e non concesso che per allora uno si sia studiato a menadito tutto il resto.

Ma su quella roba ci facevi pure un orale o solo uno scritto?

~FullSyst3m~
24-07-2009, 22:07
Un tempo gli esami potevano pure essere più difficili, oggi quello che frega è stato l'aumento degli esami che se anche sono più facili, portano ad un aumento dei fuori corso non indifferente.
Poi è chiaro, quelli bravi che finiscono nei tempi ci sono e tanto di cappello a loro...

Non è detto che chi finisce nei tempi sia bravo o chi finisce fuori corso sia meno bravo. Non diciamo boiate.

trignoleo
24-07-2009, 22:38
E da quando prendere 110 e lode vuol dire essere raccomandati? :confused:
:)

Non intendevo questo...è ovvio che la maggior parte dei 110 e lode è meritato...

Gargoyle
24-07-2009, 22:40
Non è detto che chi finisce nei tempi sia bravo o chi finisce fuori corso sia meno bravo. Non diciamo boiate.
A parte incidenti di percorso (lutti, malattie, disgrazie improvvise) a parità di voto in media chi si laurea prima è più bravo.
Su questo penso ci sia poco da discutere: se per ottenere 10 uno ci mette 5 anni e l'altro 7, quest'ultimo è il più lento e più scacio, perché quell'altro in sette anni ottiene 14.

Poi certo, c'è l'esame in cui chi ne sa prende 28 dopo due mesi di studio e chi studia dieci minuti e a culo becca trenta perché gli vengono chieste le due cose che ha letto prima di buttarsi all'esame.
Per questo dico "in media".

~FullSyst3m~
24-07-2009, 22:43
A parte incidenti di percorso (lutti, malattie, disgrazie improvvise) a parità di voto in media chi si laurea prima è più bravo.
Su questo penso ci sia poco da discutere: se per ottenere 10 uno ci mette 5 anni e l'altro 7, quest'ultimo è il più lento e più scacio, perché quell'altro in sette anni ottiene 14.

Poi certo, c'è l'esame in cui chi ne sa prende 28 dopo due mesi di studio e chi studia dieci minuti che a culo becca trenta perché gli vengono chieste le due cose che ha letto prima di buttarsi all'esame.
Per questo dico "in media".

Credo ci siano molte variabili da considerare per definire la "bravura". E di sicuro quelle certe non sono tempo e voto di laurea.

matt22222
25-07-2009, 00:12
Credo ci siano molte variabili da considerare per definire la "bravura". E di sicuro quelle certe non sono tempo e voto di laurea.

vero, purtroppo però quando fai un colloquio da neolaureato sono quelle due cose lì su cui si basano per eventualmente chiamarti!! :(
e a me pare una roba anche giusta se l'unica cosa che uno studente doveva fare era studiare e non ha fatto altro di rilevante nel frattempo!

~FullSyst3m~
25-07-2009, 02:43
vero, purtroppo però quando fai un colloquio da neolaureato sono quelle due cose lì su cui si basano per eventualmente chiamarti!! :(
e a me pare una roba anche giusta se l'unica cosa che uno studente doveva fare era studiare e non ha fatto altro di rilevante nel frattempo!

Come ho detto ci sono troppi fattori da considerare. Questo metodo di giudizio delle aziende per me è una cosa assurda.

gir88
25-07-2009, 11:13
Io frequento il secondo anno di Ing. Informatica a Pd, e la maggior parte dei voti della triennale oscilla fra il 90 e il 100 circa.

Darmur
25-07-2009, 13:10
Come ho detto ci sono troppi fattori da considerare. Questo metodo di giudizio delle aziende per me è una cosa assurda.


su cosa dovrebbero basarsi secondo te per fare una scrematura iniziale delle migliaia di curriculum vitae che ricevono?

~FullSyst3m~
25-07-2009, 13:24
su cosa dovrebbero basarsi secondo te per fare una scrematura iniziale delle migliaia di curriculum vitae che ricevono?

Magari sondare le reali capacità della persona?

blindwrite
25-07-2009, 13:28
E' una follia.
Questo vuol dire che gli ultimi argomenti del corso li studi in tre-quattro giorni, ammesso e non concesso che per allora uno si sia studiato a menadito tutto il resto.

Ma su quella roba ci facevi pure un orale o solo uno scritto?

Scritto e orale.
E non parlo di alcuni esami, parlo di tutti e 50 gli esami che ho fatto fino ad adesso

Darmur
25-07-2009, 13:30
Magari sondare le reali capacità della persona?

tu sei a capo di un' azienda, devi assumere 5 persone e ti arrivano 10.000 curriculum... partendo dal presupposto che non puoi fare 10.000 colloqui abbastanza approfonditi tali da poter testare le reali capacità di tutti i 10.000 candidati, su quali basi faresti una scrematura?

caurusapulus
25-07-2009, 14:01
Scritto e orale.
E non parlo di alcuni esami, parlo di tutti e 50 gli esami che ho fatto fino ad adesso

Hai fatto 50 esami? E da quanti crediti, 2 l'uno? :eek:

Da me l'esame con meno cfu, a parte le cagate a scelta ecc, sono 6 cfu.

carter100
25-07-2009, 15:03
Magari sondare le reali capacità della persona?

Si, di tutti.
Ovviamente, si fanno scremature iniziali su come è impostato il cv, se riporta competenze aggiuntive gradite, in base al titolo di studi, e magari anche alla città di appartenenza se è un posto con urgenza. Se dopo ciò, restano ancora 1 sacco di cv, ovvio che vadano a prendere chi si è laureato in 3-4 anni alla triennale invece di 5-6, e se restano ancora, ovvio che preferiscono i 110 rispetto ai 90.

Hai fatto 50 esami? E da quanti crediti, 2 l'uno? :eek:

Da me l'esame con meno cfu, a parte le cagate a scelta ecc, sono 6 cfu.

Se intende triennale+specialistica, i 50 esami ci stan tutti. Con normale divisione di esami di 3-6 cfu l'uno.

Gargoyle
25-07-2009, 15:05
Se intende triennale+specialistica, i 50 esami ci stan tutti. Con normale divisione di esami di 3-6 cfu l'uno.
Ehm, costui ha 21 anni.
Ora che in due-tre anni di università (supponiamo pure che abbia fatto la primina, via) si facciano cinquanta esami...

carter100
25-07-2009, 15:09
Ehm, costui ha 21 anni.
Ora che in due-tre anni di università (supponiamo pure che abbia fatto la primina, via) si facciano cinquanta esami...

Ah ecco :asd:
Non sapevo/avevo letto l'età.
50 esami in una triennale, nemmeno finita, mi par strano :confused:

Ileana
25-07-2009, 15:10
Sinceramente di 100L ne ho visti ben pochi. Alla sessione di laurea nella quale si è laureato il fratello di una mia amica, su una ventina di candidati, nessuno ha preso 100L (Ing. Gestionale). A questa dove hanno cominciato a laurearsi alcuni del mio corso (per la precisione 4) ci sono 2 100L, ma sono meritatissimi (Ing. processi Gestionali, triennale)

blindwrite
25-07-2009, 15:12
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.

L'anno prossimo faccio l'ultimo di specialistica e al momento ho ancora 21 anni.

Ma cos'è? vi rode?

Traveller23
25-07-2009, 15:17
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.


Che poi non ci vedo nulla di strano... se i crediti complessivi devono essere 300, farne circa 60 sono esami da 5 crediti in media...

Certo, fossero tutti esami da 2 crediti allora e' finita, ci vorrebbero decenni a portare a termine un corso di studi :D

blindwrite
25-07-2009, 15:21
Che poi non ci vedo nulla di strano... se i crediti complessivi devono essere 300, farne circa 60 sono esami da 5 crediti in media...

Certo, fossero tutti esami da 2 crediti allora e' finita, ci vorrebbero decenni a portare a termine un corso di studi :D

ma infatti;)

carter100
25-07-2009, 15:24
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.

L'anno prossimo faccio l'ultimo di specialistica e al momento ho ancora 21 anni.


41 alla triennale sono un pò di più dei miei, ma se comprendi appunto il 3+2 ai 50+ si arriva senza problemi.


Ma cos'è? vi rode?

Non vedo perchè a qualcuno dovrebbe rodere :mbe:

blindwrite
25-07-2009, 15:30
41 alla triennale sono un pò di più dei miei, ma se comprendi appunto il 3+2 ai 50+ si arriva senza problemi.



Non vedo perchè a qualcuno dovrebbe rodere :mbe:

Sono diventato un costui per qualcuno e degno di risatine per altri , come se sparassi palle..

carter100
25-07-2009, 15:34
Sono diventato un costui per qualcuno e degno di risatine per alrri , come se sparassi palle..

ah vabbè, mi chiamo ovviamente fuori dal vostro odio personale :asd:
Per curiosità, facoltà?Basta anche umanistica o scientifica se non vuoi specificare.

blindwrite
25-07-2009, 15:38
ing. elettronica

caurusapulus
25-07-2009, 16:51
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.

L'anno prossimo faccio l'ultimo di specialistica e al momento ho ancora 21 anni.

Ma cos'è? vi rode?

Ma stigazzi :eek:
Complimenti.

PS: io so iscritto da 4 anni e devo ancora finire gli esami del secondo, ecco perchè domandavo :D

NetEagle83
25-07-2009, 17:42
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.

L'anno prossimo faccio l'ultimo di specialistica e al momento ho ancora 21 anni.

Ma cos'è? vi rode?

Nulla di strano... aberrazioni del N.O. All'uni da me c'era un cdl in Psicologia ad esempio che prevedeva 46 esami alla triennale e un'altra ventina alla specialistica...

Adesso con il DM 270 *dovrebbero* essere max 20 alla triennale e 12 alla magistrale... ma in realtà è tutto orientativo. Il mio corso di laurea ad esempio con il nuovo piano di studi continua ad avere 24 esami alla triennale, esattamente quelli che ho dato io laureandomi lo scorso anno accademico... l'unica differenza è che io avevo il tirocinio obbligatorio e 12 crediti particolari (che si coprivano con vari seminari organizzati ad uopo), il nuovo piano di studi invece a quanto pare non prevede niente di tutto ciò.

Comunque basta un po' di costanza e si riesce a rimanere in pari, a prescindere dal numero di esami in sè. Semmai c'è da ammirare chi ha questa costanza ad una così giovane età. Quello sì che è raro... :)

Gargoyle
25-07-2009, 18:14
Volete una copia del libretto?
41 esami di triennale e 11 quest'anno (me ne manca uno a settembre).
Sono 12-13 ad anno (un anno da 14 per non fare il tirocinio) fate voi i conti.

L'anno prossimo faccio l'ultimo di specialistica e al momento ho ancora 21 anni.

Ma cos'è? vi rode?
No, congratulazioni.
Laurearsi a 21 anni alla triennale e 22-23 alla specialistica non è da tutti, complimenti!

~FullSyst3m~
25-07-2009, 18:41
No, congratulazioni.
Laurearsi a 21 anni alla triennale e 22-23 alla specialistica non è da tutti, complimenti!

Si infatti, è anche fortunato ad aver fatto la primina.

NetEagle83
25-07-2009, 19:04
Si infatti, è anche fortunato ad aver fatto la primina.

Vero... se mai un giorno mi riprodurrò (:D) alla mia prole farò fare assolutamente la primina... anche perchè considerando che l'adolescenza è un periodo molto particolare potrebbe benissimo darsi che alle superiori ci sia qualche intoppo. La primina bilancia anche questi imprevisti. :) Se poi mio figlio sarà un tipo a posto e farà tutto nei tempi giusti... beh, meglio ancora! :D

blindwrite
25-07-2009, 19:12
No, congratulazioni.
Laurearsi a 21 anni alla triennale e 22-23 alla specialistica non è da tutti, complimenti!
Grazie
Si infatti, è anche fortunato ad aver fatto la primina.

No, non è fortuna, ho solo avuto dei genitori grandiosi, tutto merito loro;)

Gargoyle
25-07-2009, 19:27
Si infatti, è anche fortunato ad aver fatto la primina.
I miei amici che hanno fatto la primina non si laureeranno alla specialistica prima dei 24-25 anni pure loro.

~FullSyst3m~
25-07-2009, 19:35
No, non è fortuna, ho solo avuto dei genitori grandiosi, tutto merito loro;)

E non è fortuna avere genitori cosi?


I miei amici che hanno fatto la primina non si laureeranno alla specialistica prima dei 24-25 anni pure loro.

Bè 24 anni sono in "regola" perchè fare la primina non è la norma.
Pensa io che ho 21 anni e ancora devo andare all'uni. Mi sento proprio fuori luogo :(

NetEagle83
25-07-2009, 19:37
I miei amici che hanno fatto la primina non si laureeranno alla specialistica prima dei 24-25 anni pure loro.

Si confermo che anche dalle mie parti l'età media è quella... anzi, a dire il vero c'è anche una significativa di gente che a quell'età prende la triennale...

Ripeto, non è così comune a 18-20 anni avere la maturità per stare con la testa sui libri tanto da rimanere in pari con gli esami.

NetEagle83
25-07-2009, 19:44
Bè 24 anni sono in "regola" perchè fare la primina non è la norma.
Pensa io che ho 21 anni e ancora devo andare all'uni. Mi sento proprio fuori luogo :(

Ma smettila... è semplicemente assurdo che ti fai 'ste paranoie a 21 anni. ;) Io stesso mi sono iscritto a 22 anni e mi sono laureato in corso (cioè a 25), e conosco un botto di gente (ma veramente tanta) che alla mia età è ancora tipo al 2° anno della triennale...

Stai tranquillo e goditi gli anni dell'università, che sono i più belli della vita secondo me. :)

~FullSyst3m~
25-07-2009, 19:51
Ma smettila... è semplicemente assurdo che ti fai 'ste paranoie a 21 anni. ;) Io stesso mi sono iscritto a 22 anni e mi sono laureato in corso (cioè a 25), e conosco un botto di gente (ma veramente tanta) che alla mia età è ancora tipo al 2° anno della triennale...

Stai tranquillo e goditi gli anni dell'università, che sono i più belli della vita secondo me. :)

Il fatto è che avrei intenzione di fare anche la specialistica.

NetEagle83
25-07-2009, 20:05
Il fatto è che avrei intenzione di fare anche la specialistica.

E allora? Cosa vuoi che cambi tra 24 e 26? :)

Piuttosto cerca di mantenerti in pari con gli esami e di non andare fuori corso, quello sì... ma per il resto stai tranquillo che se quando finirai ci sarà lavoro, ci sarà sia per i ventiquattrenni che per i ventiseienni... ;)

Ps. E comunque potresti anche trovare lavoro con la triennale eh... anzi, a dire il vero tutti gli informatici che conosco lavorano con quella, ed in quel caso la specialistica puoi benissimo non farla oppure farla mentre lavori, anche mettendoci più tempo per finirla. :)

caurusapulus
25-07-2009, 20:07
Il fatto è che avrei intenzione di fare anche la specialistica.

Ma guarda che c'è il mio coinquilino c'ha 25 anni sta penso più indietro di me :D

~FullSyst3m~
25-07-2009, 20:10
E allora? Cosa vuoi che cambi tra 24 e 26? :)

Piuttosto cerca di mantenerti in pari con gli esami e di non andare fuori corso, quello sì... ma per il resto stai tranquillo che se quando finirai ci sarà lavoro, ci sarà sia per i ventiquattrenni che per i ventiseienni... ;)

Ps. E comunque potresti anche trovare lavoro con la triennale eh... anzi, a dire il vero tutti gli informatici che conosco lavorano con quella, ed in quel caso la specialistica puoi benissimo non farla oppure farla mentre lavori, anche mettendoci più tempo per finirla. :)

No no, la specialistica la voglio fare, magari non sarà un boost in più per molte aziende, ma per conoscenze mie la voglio fare. Magari farò come dici tu, cercherò lavoro triennale e mentre studio per la specialistica.

Ma guarda che c'è il mio coinquilino c'ha 25 anni sta penso più indietro di me

Io spero di avere la triennale a 24 anni.

NetEagle83
25-07-2009, 20:10
Ma guarda che c'è il mio coinquilino c'ha 25 anni sta penso più indietro di me :D

Si, infatti... pure io conosco elementi del genere... anche peggio a dire il vero! :D

Poi oddio, se uno prende la triennale a 34 anni senza un motivo valido (lavoro/salute ecc.) un paio di problemini ci sono... ma non tanto di età, piuttosto di capacità di capire cosa si sta facendo... :asd:

caurusapulus
25-07-2009, 20:15
Si, infatti... pure io conosco elementi del genere... anche peggio a dire il vero! :D

Poi oddio, se uno prende la triennale a 34 anni senza un motivo valido (lavoro/salute ecc.) un paio di problemini ci sono... ma non tanto di età, piuttosto di capacità di capire cosa si sta facendo... :asd:

Ah si chiaro. :D

@full: ricordati che età anagrafica != età del cervello :D

NetEagle83
25-07-2009, 20:16
No no, la specialistica la voglio fare, magari non sarà un boost in più per molte aziende, ma per conoscenze mie la voglio fare. Magari farò come dici tu, cercherò lavoro triennale e mentre studio per la specialistica.

Onore alla tua voglia di conoscenza (figurati che fosse per me prenderei io stesso altre 2 o 3 lauree! :D), ma guarda che nel caso specifico dell'Informatica la specialistica dà nella maggioranza dei casi conoscenze orientate alla ricerca... roba teorico-astratta che non sempre trova applicazioni concrete in posizioni lavorative comuni.

Per intenderci, le specialistiche che ho visto vanno da cose tipo Intelligenza Artificiale/Robotica (e quelli che lavorano seriamente in quell'ambito qui in Italia si contano sulle dita di una mano) ad altre come Ingegneria del Software, che effettivamente potrebbe rivelarsi più spendibile nell'immediato.

Insomma, valuta bene anche questi aspetti. ;)

~FullSyst3m~
25-07-2009, 21:30
@full: ricordati che età anagrafica != età del cervello :D

Sono dell'idea che il mio cervello rispetto a quello di un 12 enne sia ormai in procinto di morire :D

Insomma, valuta bene anche questi aspetti.


Certo, ma ho già valutato (anche se mancano ancora molti anni) e le conoscenze di una specialistica aiutano molto nel modo di ragionare anche. E poi non trattano solo IA o robotica, ci sono materie molto interessanti.

Master.Jimmy
26-07-2009, 10:43
Ma smettila... è semplicemente assurdo che ti fai 'ste paranoie a 21 anni. ;) Io stesso mi sono iscritto a 22 anni e mi sono laureato in corso (cioè a 25), e conosco un botto di gente (ma veramente tanta) che alla mia età è ancora tipo al 2° anno della triennale...

Stai tranquillo e goditi gli anni dell'università, che sono i più belli della vita secondo me. :)

ho molto da ridire. Per me l'univ è stata un incubo. Da quando ho cominciato a lavorare sono RINATO!!!

factanonverba
11-08-2009, 09:53
Uppino. :D

Tensai
11-08-2009, 18:18
Si infatti, è anche fortunato ad aver fatto la primina.

Non ci vuole necessariamente la primina, mio cugino (non cuggino) si è ha fatto triennale+specialistica in 4 anni, economia, 110 e lode. :)

~FullSyst3m~
11-08-2009, 20:35
Non ci vuole necessariamente la primina, mio cugino (non cuggino) si è ha fatto triennale+specialistica in 4 anni, economia, 110 e lode. :)

Come ha fatto in 4 anni scusa?

blindwrite
11-08-2009, 20:47
Guardate che fare la primina non è una fortuna :
se un bambino non è in grado non passa l'esame d'ammissione e anche se ci riesce, ma poi non è pronto, comunque si può bloccare.

Sta ai genitori a valutare le capacità dei figli, non è una cosa scontata e/o automatica

Comunque mi fratello ha fatto l'anno scorso il master MBA con un ragazzo finlandese dell'87;)

ci sono persone che sono predisposte

~FullSyst3m~
11-08-2009, 21:06
Guardate che fare la primina non è una fortuna :
se un bambino non è in grado non passa l'esame d'ammissione e anche se ci riesce, ma poi non è pronto, comunque si può bloccare.

Sta ai genitori a valutare le capacità dei figli, non è una cosa scontata e/o automatica

Comunque mi fratello ha fatto l'anno scorso il master MBA con un ragazzo finlandese dell'87;)

ci sono persone che sono predisposte

Un master con uno dell'87? Ma saltano gli anni sti ragazzi qua?
Io comunque dal quel che ho visto e mi hanno detto dentro l'ambiente universitario ci si deve saper muovere, perchè infatti ci sono molti ragazzi con voti alti ma che sanno meno di chi ha voti bassi visto che sanno cosa chiede il prof e studiano solo i compiti vecchi.

Tensai
11-08-2009, 22:29
Come ha fatto in 4 anni scusa?

2 anni e mezzo per la triennale e un anno e mezzo per la specialistica.

~FullSyst3m~
11-08-2009, 22:29
2 anni e mezzo per la triennale e un anno e mezzo per la specialistica.

Cavolo... ditemi come si fa che lo faccio anche io :D

Gos
11-08-2009, 23:07
colpa del sistema 3+2 che consente agli studenti di farsi una nuova "verginità" al passaggio dalla triennale alla specialistica.

~FullSyst3m~
11-08-2009, 23:16
colpa del sistema 3+2 che consente agli studenti di farsi una nuova "verginità" al passaggio dalla triennale alla specialistica.

Cioè che quando fanno la specialistica è come se iniziano dall'inizio?