View Full Version : muffa nera in un angolo del muro, come la tolgo?


Obscura
04-03-2008, 19:52
in uno sgabuzzino sul soffitto e agli angoli c'è della muffa nera causata dall'umidità, come posso toglierla? e' tossica?

baban
04-03-2008, 19:57
in uno sgabuzzino sul soffitto e agli angoli c'è della muffa nera causata dall'umidità, come posso toglierla?

provato con della candeggina?

xenom
04-03-2008, 20:09
provato con della candeggina?

Quoto... ipoclorito di sodio è il sistema più veloce e nello stesso tempo efficacie!
La muffa comunque non è tossica anche se a lungo andare bene non fa ma soprattutto è antiestetica:D

Wilcomir
04-03-2008, 20:14
chiedi a xenom :asd:

cristiano c.
04-03-2008, 20:31
Quoto... ipoclorito di sodio è il sistema più veloce e nello stesso tempo efficacie!
La muffa comunque non è tossica anche se a lungo andare bene non fa ma soprattutto è antiestetica:D

non voglio entrare in polemica ma l'allergolo di mio figlio ha detto che la muffa fa malissimo ai soggetti allergici.
comunque il consiglio sul ipoclorito è validissimo
,procurati uno spruzzino e bagna abbondanemente la parete,ovviaente la vernice scolorirà

F1R3BL4D3
04-03-2008, 20:34
La muffa comunque non è tossica anche se a lungo andare bene non fa ma soprattutto è antiestetica:D

Ci son miceti e miceti! :D


Negli USA ogni anno qualcuno ci lascia le penne per un tipo di "muffa" che attacca la struttura in legno delle case costruite come fanno lì! :O

:D è solo un esempio eh!

Perry_Rhodan
04-03-2008, 21:25
non voglio entrare in polemica ma l'allergolo di mio figlio ha detto che la muffa fa malissimo ai soggetti allergici.
comunque il consiglio sul ipoclorito è validissimo
,procurati uno spruzzino e bagna abbondanemente la parete,ovviaente la vernice scolorirà

quoto
più è concentrato meglio è

aggiungo solo che l'ipoclorito è tossico in forti quantità per cui arieggiare bene e evitare di respirarne troppo, attenzione anche agli ochi e in genere al contatto con la pelle.

Obscura
05-03-2008, 01:11
grazie provero' :D

sententia
05-03-2008, 11:30
Tieni conto che l'ipoclorito comunque non elimina la causa ma solo la macchia.

Fai il trattamento con l'ipoclorito in estate, lascia asciugare bene e poi tratta la parte con una vernice apposita (meglio se lo fai su tutta la parete).

Se la muffa viene da un'inflitrazione....cerca il vicino...:D :D :D :D

BYEZ

hibone
05-03-2008, 11:34
ti suggerisco di cercare qualche antimicotico :)

W4rfoX
05-03-2008, 11:50
La candeggina la scolora, ma poi ritorna... fidati. Dopo un consulto con "a mio Cuggino" che e' chimico ho risolto cosi'.
- passata di ipoclorito.
- dopo un paio di giorni, passata con H2O2 a 130 Vol.. :P
- lasciato asciugare, scrostrato in alcuni punti, stuccato e verniciato.
- Passata con un conservante alimentare antimicotico (ora non ricordo il nome) quasi puro che a detta sua e' un sale e quindi una volta asciugato si sarebbe formato uno straterello.

Devo dire che dopo sta botta di vita muffa su quella parete non l'ho piu vista.... ma dopo tre anni di vernici di tutti i tipi e trattamenti di tutti i tipi aspetto a cantare vittoria....
LA soluzione sarebbe l'isolamento della parete.

xenom
05-03-2008, 14:02
non voglio entrare in polemica ma l'allergolo di mio figlio ha detto che la muffa fa malissimo ai soggetti allergici.
comunque il consiglio sul ipoclorito è validissimo
,procurati uno spruzzino e bagna abbondanemente la parete,ovviaente la vernice scolorirà

Si beh può essere, se un soggetto è allergico a qualcosa può riscontrare grossi problemi...
In generale comunque la muffa non mi sembra una cosa molto grave dal punto di vista salutare

Ci son miceti e miceti! :D


Negli USA ogni anno qualcuno ci lascia le penne per un tipo di "muffa" che attacca la struttura in legno delle case costruite come fanno lì! :O

:D è solo un esempio eh!

Si chiaro ma sono eventi rari... Le muffe che crescono sulle pareti solitamente non sono patogene o che producono tossine pericolose.
In ogni caso se non ci sono è meglio :asd:

Shivah
05-03-2008, 17:21
- Passata con un conservante alimentare antimicotico (ora non ricordo il nome)



era per caso sorbato di potassio ? :)

si il cappotto è l'ideale ma se l'umidità all'interno della casa è elevata e hai una zona a nord dove avviene un minimo di condensa non ci sono ne santi ne madonne... tu uccidi e dopo un po' si riforma solo perchè c'è dell'acqua libera (Aw) a disposizione del miceto. La prima passata di varecchina agisce ma poi non c'è più cloro attivo...e quindi è un circolo vizioso !

Se la casa è nuova occorre isolare le fonti di umidità quali bagni, ripostigli e cucine varie... e se necessario usare un deumidificatore.

l'ipoclorito è cmq letale per le muffe...(parlo di soluzioni NaClO con con cloro attivo variabile dal 3 al 5%)

bye

W4rfoX
05-03-2008, 17:49
Shivah.. si esatto. era proprio quello.
La parete ovviamente e' a Nord con l'aggravante di tre pini alti una 20ina di metri che tolgono il minimo solo che arriverebbe. Abbiamo adottato anche altre precauzioni, modificata la cappa aspirante in cucina che prima l'unica cosa che aveva di aspirante era il nome (maledetti operai), ora invece funziona correttamente. Durante la cottura dei cibi la porta della cucina rimane chiusa. E ogni giorno la casa viene aerata per una decina di minuti..
La casa e' vecchia.. ma vecchia... i muri sono da 60cm in sasso.. 'tacci loro.

cristiano c.
05-03-2008, 19:29
Shivah.. si esatto. era proprio quello.
La parete ovviamente e' a Nord con l'aggravante di tre pini alti una 20ina di metri che tolgono il minimo solo che arriverebbe. Abbiamo adottato anche altre precauzioni, modificata la cappa aspirante in cucina che prima l'unica cosa che aveva di aspirante era il nome (maledetti operai), ora invece funziona correttamente. Durante la cottura dei cibi la porta della cucina rimane chiusa. E ogni giorno la casa viene aerata per una decina di minuti..
La casa e' vecchia.. ma vecchia... i muri sono da 60cm in sasso.. 'tacci loro.
ad architettura stuiano ovviamente questo poblema,potrebbe essere anche condensa,c'è una formula per calcolarla ,mi pare di ricordre che il modo migliore comunque fosse isolare le pareti .

se ci fosse un architetto fresco di studi

giacomo_uncino
06-03-2008, 16:40
per togliere la macchia va bene la candeggina,

ma per tinteggiare una stanza nel seminterrato, senza isolamento e con problemi di umidità e muffa ho usato una pittura fotocatalitica di nuova concezione http://www.globalengineering.info/index.php la stanza dopo quasi 2 anni è ancora bianca :O

Xalexalex
06-03-2008, 16:46
Con le lampade UVC :O

valis.
07-03-2008, 13:52
dopo la candeggina lascia asciugare qualche giorno e poi mettici sopra una tempera isolante che ha già dei componenti antimicotici e ti isola anche il muro dall'esterno. Le migliori le produce la boero, ma sono anche le più costose

xenom
07-03-2008, 18:26
Con le lampade UVC :O

questo è un metodo alla xenom (e infatti le ho :asd: ) ma lo sconsiglio in quanto è un sistema di prevenzione (quindi se la muffa c'è già bisogna prima eliminarla completamente) poco pratico e gli UVC sono pericolosi

W4rfoX
08-03-2008, 12:53
dopo la candeggina lascia asciugare qualche giorno e poi mettici sopra una tempera isolante che ha già dei componenti antimicotici e ti isola anche il muro dall'esterno. Le migliori le produce la boero, ma sono anche le più costose

Provata... dopo 2 mesi capo a prima... provate una valanga di marche differenti. Giusto poi per tagliare la testa al toro quest'estate ho trattato tutta la stanza con candeggina per poi ritinteggiarla... a dicembre dietro i mobili andavo a porcini.... Estikazzi.. ora pare resistere...

F1R3BL4D3
08-03-2008, 12:58
:D i miceti son tosti da mandare via ovunque...

:asd: considerando che riescono a vivere anche nel silicone...

xenom
08-03-2008, 13:16
:D i miceti son tosti da mandare via ovunque...

:asd: considerando che riescono a vivere anche nel silicone...

miceti rulez :asd:
Che dire poi delle spore... Le stronze per eliminarle serve una dose di UV 1000 volte superiore a quella necessaria per uccidere E coli :asd:

Rikitikitawi
09-03-2008, 18:18
Ci sono colori a MICROSFERE che impediscono il riformarsi della muffa.
L'ho usata in cucina , ma è ancora troppo oresto per cantare vittoria.

Consigliatami da un parente che l'ha usata da qualche anno e funxia alla grande.

Prima bisogna toglire la muffa con la candeggina , ovvio.

Rikitikitawi
09-03-2008, 18:30
LA PITTURA ANTICONDENSA RISOLVE


Francesco dalla provincia di Napoli ha un problema piuttosto comune: la condensa. Il problema lo spiega in questo modo: "vorrei conoscere quale tecnica e/o materiale usare, per eliminare il fenomeno della condensa che si viene a creare in alcune stanze dell'appartamento nel quale risiedo."

Ci siamo rivolti ad Andrea Miniero, vero esperto del settore pitture e vernici oltre che direttore editoriale della rivista tecnica "Commercio del Colore" e del portale WebColor. La risposta è stata molto chiara: "per dare una risposta precisa e pertinente a questo quesito sarebbe necessario un sopralluogo per capire le problematiche termiche dell'appartamento. Tuttavia esistono in commercio ottime pittura anticondensa che spesso risolvono il problema."

"Le pitture anticondensa sono pitture termiche che contengono microsfere cave di vetro a bassa densità che rendono la pittura più "calda", abbassando la conducibilità termica sulla parete e consentendo così di arginare il problema dei punti freddi sulle pareti. Il risultato è una riduzione della formazione di condensa sul lato interno delle pareti e, di conseguenza, la soluzione dell'eventuale formazione di muffe."

La formazione di condensa è causata dal raffreddamento dell'aria all'interno di un locale, la quale non sarà più in grado di contenere la quantità d'acqua in essa presente sotto forma di vapore acqueo. Quando si parla di "umidità relativa" dell'aria si indica la percentuale di acqua che l'aria contiene in quel momento e con quella determinata temperatura. Quando si dice che abbiamo un grado di umidità del 70% significa che in quel momento l'aria contiene il 70% dell'acqua che potrebbe contenere.

Quando la temperatura sale il livello di umidità relativa tende a scendere, al contrario quando la temperatura scende si alza il livello di umidità relativa. Quando il livello di umidità relativa si alza fino a superare il 100% succede che l'aria non può più contenere l'acqua, che quindi verrà espulsa provocando le classiche goccioline di condensa. Questo è il motivo per cui "arieggiare" il locale non serve, anzi può essere dannoso. Infatti se d'estate facciamo entrare aria calda in un locale più freddo, provochiamo un abbassamento della temperatura nell'aria in entrata con un conseguente innalzamento del livello di umidità relativa, la quale probabilmente supererà il 100% e quindi formerà le gocce di condensa. D'inverno invece i muri esposti a nord vengono raffreddati dal vento di Tramontana (che è appunto un vento freddo che spira da nord). Mano a mano che il freddo del muro esterno raggiunge la corrispondente parete interna, ecco che si ha il calo della temperatura che provoca la condensa.

La pittura anticondensa, con la sua particolare formulazione, consente di mantenere "al caldo" le pareti soggette a condensa. In casi estremi l'ultima soluzione possibile è quella che prevede l'installazione di un deumidificatore all'interno del locale e di ridurre al minimo l'entrata di aria.

Aprile 2006

W4rfoX
10-03-2008, 08:59
E si puo' avere anche colorata? La moglie ha la fissa delle stanze colorate.. :D

Rikitikitawi
10-03-2008, 09:33
E si puo' avere anche colorata? La moglie ha la fissa delle stanze colorate.. :D

Non lo so , a me andava benissimo bianca, ma non vedo perchè non si possa miscelarla al colore .

E' megliomcomunque informarsi per benino.

Saluti

ggrss
02-12-2009, 10:18
Salve a tutti, sono nuovo in questo forum. Io ho acquistato casa nuova e vi ci abito da 5 giorni e proprio stamattina mi sono accorto che nell'angolo della stanza da letto (a nord) c'è una striscia fino a terra di macchia come se fosse bagnata? Di che si tratta? Come posso risolvere il problema? Aiutatemi!