View Full Version : banca: spostare soldi all'estero e dintorni


trallallero
22-02-2008, 13:19
Io ho un conto Fineco, un conto Arancio, in Italia, e un conto Deutsche Bank in Germania dove vivo e lavoro.
Ho venduto casa in Italia e vorrei spostare il malloppo in un conto estero ma non penso alla Deutsche Bank perchè non ha interessi ... interessanti :D

Qualcuno ha esperienze in merito ? si può aprire un altro conto Arancio in Germania e unirlo a quello in Italia ?

Altra domanda: ci sono dei limiti sui bonifici fattibili all'estero ? Fineco mi mostra "min. 20,00 euro - max 12.500,00 euro". C'è un motivo ?

grazie :)

HiroNakamura
22-02-2008, 14:46
Altra domanda: ci sono dei limiti sui bonifici fattibili all'estero ? Fineco mi mostra "min. 20,00 euro - max 12.500,00 euro". C'è un motivo ?


Sperando di non dire una stupidagine...
Per la legge "anti-riciclaggio" non si possono effettuare bonifici oltre 12.000 (non solo con Fineco). Magari chiedi alla tua banca come puoi spostare il denaro...

trallallero
22-02-2008, 14:47
Sperando di non dire una stupidagine...
Per la legge "anti-riciclaggio" non si possono effettuare bonifici oltre 12.000 (non solo con Fineco). Magari chiedi alla tua banca come puoi spostare il denaro...

ok, grazie

danilo@12
23-02-2008, 03:18
La normativa antiriciclaggio prevede che i trasferimenti di valuta superiori a 12500 euro debbano essere effettuati tramite un intermediatario, con una certificazione scritta che attesti l`origine dei fondi. Naturalmente questa puo' essere facilmente aggirata evitando di superare questa cifra, la legge fissa dei limiti di importo massimo per singola operazione, ma non per il loro numero. Puoi quindi effettuare bonifici di importo massimo di 12500 euro in tempi differenti senza alcun problema.

[A+R]MaVro
23-02-2008, 08:28
State facendo confusione sull'antiriciclaggio. Il limite dei 12.500 euro è riferito ai movimenti di contanti (che non sono tracciabili) non ai bonifici. Fineco probailmente ha messo dei limiti, vuoi per le spese, vuoi per evitere obblighi vari di segnalazione.

clasprea
23-02-2008, 10:24
Da quel che ne so se sposti più di 12.500 euro la banca è tenuta a segnalare che lo hai fatto appunto per l'antiriciclaggio e teoricamente potrebbero fare dei controlli, però puoi farlo. Senti Fineco

trallallero
25-02-2008, 08:52
ok, grazie a tutti

ma quello che vorrei fare è
- spostare tutto su conto arancio
- aprirne un altro in Germania collegato alla banca tedesca
- spostare tutto dal conto arancio italiano a quello tedesco

mi sa che se scrivo ad ing direct è meglio :stordita:

il fatto è che non mi fido delle banche soprattutto di quelle italiane o anche straniere ma con filiali in Italia

trallallero
25-02-2008, 09:03
e già che ci siamo:
ci son dei limiti per spostamenti di somme tra banche italiane ?
o comunque qualcuno sa se è meglio spostare sotto una certa cifra ?
non che sia tanto il malloppo (50.000) e non che abbia intenzione di fare qualcosa di illegale,
ma viste le nuove leggine dell'ultimo governucolo non mi fido tanto.

17mika
25-02-2008, 10:36
e già che ci siamo:
ci son dei limiti per spostamenti di somme tra banche italiane ?
o comunque qualcuno sa se è meglio spostare sotto una certa cifra ?
non che sia tanto il malloppo (50.000) e non che abbia intenzione di fare qualcosa di illegale,
ma viste le nuove leggine dell'ultimo governucolo non mi fido tanto.

Come già detto da altri, non ci sono limiti.
L'antiriciclaggio se non sbaglio funziona più o meno così. c'è un computer che automaticamente a seconda delle movimentazioni sui conti ( tipo un grosso trasferimento o anche tanti ravvicinati di 10000 mila euro, per esempio) tira fuori un resoconto di casi "possibili" che giornamente il contabile della banca controlla, e per gli spostamenti strani di cui non ha giustificazione efficace, provvede a segnalarli al centro rischi.

Per questo motivo quando muovi tanti soldi, è probabilissimo che ti chiedano una "giustificazione" dell'operazione, in modo che quando il giorno dopo gli compare nella stampata automatica di controllo, scrivono quella giustificazione per non inoltrare la tua movimentazione al centro rischi.

trallallero
25-02-2008, 10:41
Come già detto da altri, non ci sono limiti.
L'antiriciclaggio se non sbaglio funziona più o meno così. c'è un computer che automaticamente a seconda delle movimentazioni sui conti ( tipo un grosso trasferimento o anche tanti ravvicinati di 10000 mila euro, per esempio) tira fuori un resoconto di casi "possibili" che giornamente il contabile della banca controlla, e per gli spostamenti strani di cui non ha giustificazione efficace, provvede a segnalarli al centro rischi.

Per questo motivo quando muovi tanti soldi, è probabilissimo che ti chiedano una "giustificazione" dell'operazione, in modo che quando il giorno dopo gli compare nella stampata automatica di controllo, scrivono quella giustificazione per non inoltrare la tua movimentazione al centro rischi.
ah ok, grazie.

La "giustificazione" nel mio caso è ovvia: conto Arancio ha interessi decisamente più alti ;)

Wagen
26-02-2008, 06:10
mi unisco alla discussione per chiedere anche quale e' il migliore metodo per trasferire soldi da uno stato all'altro : lo scorso mese ho portato degli euro in contanti alla mia banca negli usa , il cambio era a 1,48 , me lo hanno fatto a 1,38 e mi hanno fatto pure pagare $5 per l'operazione i ladri!!!! Se ci pensate ogni 10000 euro sono 1000 dollari di differenza , mica noccioline!

trallallero
26-02-2008, 08:26
mi unisco alla discussione per chiedere anche quale e' il migliore metodo per trasferire soldi da uno stato all'altro : lo scorso mese ho portato degli euro in contanti alla mia banca negli usa , il cambio era a 1,48 , me lo hanno fatto a 1,38 e mi hanno fatto pure pagare $5 per l'operazione i ladri!!!! Se ci pensate ogni 10000 euro sono 1000 dollari di differenza , mica noccioline!

uhm ... quì si va sul difficile. Oltre ad altro stato c'è anche il discorso altra valuta.
Secondo me non c'à altro modo che non sia "contanti".

clasprea
26-02-2008, 10:56
mi unisco alla discussione per chiedere anche quale e' il migliore metodo per trasferire soldi da uno stato all'altro : lo scorso mese ho portato degli euro in contanti alla mia banca negli usa , il cambio era a 1,48 , me lo hanno fatto a 1,38 e mi hanno fatto pure pagare $5 per l'operazione i ladri!!!! Se ci pensate ogni 10000 euro sono 1000 dollari di differenza , mica noccioline!

l'altro modo è il bonifico, am non so quanto ladrano su quello, sinceramente. Dipende anche da che cifra si tratta, se sono poche centinaia di euro ti conviene metterli sulla postepy e spenderli che non hanno commissioni sul cambio. Se invece sono di più (come temo) sinceramente non saprei

Wagen
26-02-2008, 13:42
l'altro modo è il bonifico, am non so quanto ladrano su quello, sinceramente. Dipende anche da che cifra si tratta, se sono poche centinaia di euro ti conviene metterli sulla postepy e spenderli che non hanno commissioni sul cambio. Se invece sono di più (come temo) sinceramente non saprei

in effetti ne devo spostare un po' , cmq alla fine credo che la cosa migliore sia pagare le spese che ho con il lavoro con la carta di credito italiana cosi ho il rimborso in dollari

tecnologico
27-02-2008, 15:05
domanda niubba:

mettiamo che vendo casa è ho...diciamo 500'000 in contanti...me li metto in borsa e me li porto dietro...se attraverso il confine per chessò la francia o la svizzera...come cacchio fanno a sapere che porto dietro sti soldi?e una volta arrivato posso depositarli tranquillamente in banca?

---edited---
27-02-2008, 15:18
domanda niubba:

mettiamo che vendo casa è ho...diciamo 500'000 in contanti...me li metto in borsa e me li porto dietro...se attraverso il confine per chessò la francia o la svizzera...come cacchio fanno a sapere che porto dietro sti soldi?e una volta arrivato posso depositarli tranquillamente in banca?

certo con la valigia nessuno può dire nulla se non ti beccano ...:fagiano:

Espinado
27-02-2008, 16:09
avresti l'obbligo di dichiararli, a parte quello...

trallallero
27-02-2008, 16:20
domanda niubba:

mettiamo che vendo casa è ho...diciamo 500'000 in contanti...me li metto in borsa e me li porto dietro...se attraverso il confine per chessò la francia o la svizzera...come cacchio fanno a sapere che porto dietro sti soldi?e una volta arrivato posso depositarli tranquillamente in banca?

c'è il limite anche li eh :read:
che se non sbaglio è proprio di 12.500 €

a parte che andare in banca e ritirare 500.000€ è da matti, io non mi fiderei.
lo volevo fare io, 50.000 ma poi ci ho ripensato:

Devi ordinare i soldi, gli operatori mica hanno 500k€ nel cassetto
Fatto l'ordine più di una persona sa che quel giorno qualcuno ritirerà mooooolti soldi.

continuo o fai 2 + 2 da solo ? :D

---edited---
27-02-2008, 22:03
c'è il limite anche li eh :read:
che se non sbaglio è proprio di 12.500 €

a parte che andare in banca e ritirare 500.000€ è da matti, io non mi fiderei.
lo volevo fare io, 50.000 ma poi ci ho ripensato:

Devi ordinare i soldi, gli operatori mica hanno 500k€ nel cassetto
Fatto l'ordine più di una persona sa che quel giorno qualcuno ritirerà mooooolti soldi.

continuo o fai 2 + 2 da solo ? :D

lui parlava teoricamente penso o mi auguro che scherzasse

ma ragazzi guardate che per portare i soldi mica li si porta con la valigia

da quello che ho letto in giro, vengono gli stessi istituti bancari a prenderseli con furgone portavalori e li portano in svizzera...

logicamente per cifre consisenti...:O

trallallero
28-02-2008, 10:43
lui parlava teoricamente penso o mi auguro che scherzasse

ma ragazzi guardate che per portare i soldi mica li si porta con la valigia

da quello che ho letto in giro, vengono gli stessi istituti bancari a prenderseli con furgone portavalori e li portano in svizzera...

logicamente per cifre consisenti...:O

no dico ... stai scherzando vero ? :mbe:

---edited---
28-02-2008, 12:04
no dico ... stai scherzando vero ? :mbe:

assolutamente no

vediamo se c'è qualcuno che se ne intende quì su hwu ma a me sembra di ricordare che ci fossero aziende specializzate in questo servizio;)

Burrocotto
28-02-2008, 12:07
assolutamente no

vediamo se c'è qualcuno che se ne intende quì su hwu ma a me sembra di ricordare che ci fossero aziende specializzate in questo servizio;)
Se non ricordo male avevano fatto un servizio alle Iene a riguardo. Praticamente quelle che tu chiami aziende specializzate erano solo dei tramite che pagano "corrieri" (come i corrieri della droga :D) che si offrono a rischiare di passare la frontiera per poi effettuare il versamento in Svizzera.
Non è propriamente un operazione legale. :O

---edited---
28-02-2008, 12:10
Se non ricordo male avevano fatto un servizio alle Iene a riguardo. Praticamente quelle che tu chiami aziende specializzate erano solo dei tramite che pagano "corrieri" (come i corrieri della droga :D) che si offrono a rischiare di passare la frontiera per poi effettuare il versamento in Svizzera.
Non è propriamente un operazione legale. :O

la base è che portare soldi fuori dall'italia è illegale se non li dichiari
questo lo sappiamo tutti

ma le aziende portavalori sono sempre e esisteranno sempre...:D

mmhh chi si fiderebbe di dare i propri soldi in mano a degli sconosciuti?:p

Burrocotto
28-02-2008, 12:29
la base è che portare soldi fuori dall'italia è illegale se non li dichiari
questo lo sappiamo tutti

ma le aziende portavalori sono sempre e esisteranno sempre...:D
Si,ma penso che ti sparino cifre assurde tra tasse e commissioni. Senza contare che se lo fai per scopi poco leciti devi appunto dichiararlo,con tutte le conseguenze del caso.

mmhh chi si fiderebbe di dare i propri soldi in mano a degli sconosciuti?:p
Non proprio degli sconosciuti,nel servizio spiegavano che c'è gente che lo fa come lavoro. E sta tranquillo che se cerchi d'imbrogliare certa gente,ti segano le gambe nell'arco di 3 giorni. Come cercare d'imbrogliare la mafia,sta tranquillo che ti ribeccano. :O :fagiano:

trallallero
28-02-2008, 13:27
cioè state dicendo che son le banche ad offrire questo ... servizio ? :eek:

Burrocotto
28-02-2008, 15:24
cioè state dicendo che son le banche ad offrire questo ... servizio ? :eek:
Alcune banche...ripeto,se non ricordo male era un servizio delle iene o qualcosa del genere.
Praticamente alcune banche offrivano metodi *alternativi* per spostare i soldi all'estero. Non è una cosa lecita,ma se tu pensi al numero di conti e fondi nascosti nei paradisi fiscali nn mi pare una cosa di cui stupirsi.
Naturalmente te la offrono in via confidenziale...

beach_man
28-02-2008, 15:44
Ma dare disposizione alla tua banca italiana di trasferire il "money" sul tuo conto tedesco?! Non se po' fa'??? :confused:

---edited---
28-02-2008, 18:30
Ma dare disposizione alla tua banca italiana di trasferire il "money" sul tuo conto tedesco?! Non se po' fa'??? :confused:

no...
in teoria poi trovarti richieste di spiegazioni dalla parte dell'agenzia delle entrate

trallallero
29-02-2008, 08:39
no...
in teoria poi trovarti richieste di spiegazioni dalla parte dell'agenzia delle entrate

aspè un attimo ... son soldi miei, se li sposto 12.500€ alla volta dov'è il problema ?

beach_man
29-02-2008, 09:12
no...
in teoria poi trovarti richieste di spiegazioni dalla parte dell'agenzia delle entrate

Assolutamente no...soprattutto se non hai piu "entrate" nello stato italiano.

beach_man
29-02-2008, 09:13
aspè un attimo ... son soldi miei, se li sposto 12.500€ alla volta dov'è il problema ?

Che ti tocca pagare per ogni "spostamento".......

trallallero
29-02-2008, 09:22
Assolutamente no...soprattutto se non hai piu "entrate" nello stato italiano.

Che ti tocca pagare per ogni "spostamento".......

cioè ? io non ho più entrate in Italia (da ieri sono iscritto all'AIRE in Germania).
Sposto i miei soldi i Germania, dov'è il problema ? cosa devo pagare ?

beach_man
29-02-2008, 09:28
cioè ? io non ho più entrate in Italia (da ieri sono iscritto all'AIRE in Germania).
Sposto i miei soldi i Germania, dov'è il problema ? cosa devo pagare ?

Mi riferivo ai bonifici bancari per spostare i soldi.Se fai tutto in un colpo...ci risparmi. ;)

trallallero
29-02-2008, 09:33
Mi riferivo ai bonifici bancari per spostare i soldi.Se fai tutto in un colpo...ci risparmi. ;)

secondo te io ho il conto in una banca che fa pagare i bonifici ? :D

beach_man
29-02-2008, 09:46
secondo te io ho il conto in una banca che fa pagare i bonifici ? :D

E allora cosa aspetti? Chiama il Call Center e fatti spostare i soldi sul tuo "nuovo" conto......:ops:

trallallero
29-02-2008, 09:59
E allora cosa aspetti? Chiama il Call Center e fatti spostare i soldi sul tuo "nuovo" conto......:ops:

a parte che lo potrei fare con un click (Fineco)

ma ho già spiegato cosa volevo fare, mi piacerebbe spostare tutto su un conto Arancio in Germania da un conto Arancio italiano, solo che è un casino informarsi perchè in Germania hanno un brutto vizio ... parlano tedesco :D

Per esempio se vai a comprare un paio di pantaloni è facile che la commessa parli inglese, se vai alla Deutsche Bank non ne trovi uno che sappia 2 parole di inglese :muro:

Un pò comincio a capirlo sto crucco ma finchè si parla di mangiare, del tempo ... non conti bancari

beach_man
29-02-2008, 10:10
a parte che lo potrei fare con un click (Fineco)

Si ma 12.500 per volta....

solo che è un casino informarsi perchè in Germania hanno un brutto vizio ... parlano tedesco :D

Per esempio se vai a comprare un paio di pantaloni è facile che la commessa parli inglese, se vai alla Deutsche Bank non ne trovi uno che sappia 2 parole di inglese :muro:

Un pò comincio a capirlo sto crucco ma finchè si parla di mangiare, del tempo ... non conti bancari

Ahaaaa adesso e' tutto piu chiaro :p

Ti capisco, ti capisco.......ma tentare (anche se non penso sia piu facile di capire il tedesco) di parlare con qualche servizio cliente conto Arancio, in Italia?! O meglio chiedere aiuto a qualcuno che si occupa di HR nella ditta per cui lavori? Sono supposizioni basate sul "non sapere" (giustamente) la tua situazione....
:)

trallallero
29-02-2008, 10:13
Si ma 12.500 per volta....



Ahaaaa adesso e' tutto piu chiaro :p

Ti capisco, ti capisco.......ma tentare (anche se non penso sia piu facile di capire il tedesco) di parlare con qualche servizio cliente conto Arancio, in Italia?! O meglio chiedere aiuto a qualcuno che si occupa di HR nella ditta per cui lavori? Sono supposizioni basate sul "non sapere" (giustamente) la tua situazione....
:)

ti giuro che non mi fido! sarò esagerato ma non mi fido di quello che mi potrebbe dire una banca in Italia.
Anche se ing-direct è Olandese (se non erro) non mi fido perchè, nel momento in cui varchi il confine italiano, anche il più integerrimo degli svizzeri pare riesca a diventare un balordo ...

beach_man
29-02-2008, 10:15
ti giuro che non mi fido! sarò esagerato ma non mi fido di quello che mi potrebbe dire una banca in Italia.
Anche se ing-direct è Olandese (se non erro) non mi fido perchè, nel momento in cui varchi il confine italiano, anche il più integerrimo degli svizzeri pare riesca a diventare un balordo ...

Non mi e' difficile crederti.....;)

trallallero
29-02-2008, 10:17
Non mi e' difficile crederti.....;)

:mano:

trallallero
29-02-2008, 10:21
ho comunque appena spostato sul conto arancio un pò di roba perchè ho letto:

Tutti i nuovi versamenti fatti sul tuo Conto Arancio fino al 31/03/2008 saranno remunerati al 4,75% sino al 30 settembre 2008.

naitsirhC
02-03-2008, 11:11
Tra quelli che hanno risposto, nessuno di voi lavora in banca?
Se vi può essere utile, visti gli "aggiornamenti" interni...:


NUOVE NORME ANTIRICICLAGGIO (D. LGS. 231/2007): DAL 30 APRILE 2008 CAMBIANO LE REGOLE PER ASSEGNI E CONTANTE.

Con l’entrata in vigore del D. Lgs. 231/2007, dal 29 dicembre 2007 mutano gli scenari dei comportamenti di contrasto al fenomeno del riciclaggio di denaro e di finanziamento di attività terroristiche, coinvolgendo interlocutori tra i più disparati, quali banche, intermediari finanziari, professionisti, agenti immobiliari, case da gioco. Ma in modo particolare, gli effetti della nuova legge si faranno sentire in maniera tangibile per tutti i cittadini a partire dal 30 aprile 2008, quando cambieranno radicalmente le regole sull’utilizzo del denaro contante e degli assegni al portatore.
E’ questo uno dei mutamenti di maggiore impatto sulla vita dei cittadini determinati dalla pubblicazione in “Gazzetta Ufficiale” – e della conseguente entrata in vigore – del decreto legislativo 231/2007 che innova in modo significativo la disciplina della lotta al riciclaggio di denaro sporco.

I nuovi limiti abbassano la soglia da 12.500 euro a 5.000 euro
Scenderà innanzitutto da 12.500 a 5.000 euro il limite per il trasferimento, tra soggetti diversi, di denaro contante, di libretti al portatore e di assegni al portatore. Dall’importo di 5 mila euro in su, non si potranno pertanto effettuare pagamenti di denaro contante e gli assegni di importo pari o superiore a 5 mila euro dovranno essere emessi muniti della clausola di “non trasferibilità”.
Inoltre, un’operazione unitaria di importo superiore a 5 mila euro non potrà essere artificiosamente frazionata in tante tranche inferiori a 5 mila euro: anche in questi casi resta impedito l’uso del contante e degli assegni trasferibili.
Operazione frazionata è definita dalla legge “un’operazione unitaria sotto il profilo economico, di valore pari o superiore ai limiti stabiliti... posta in essere attraverso più operazioni in momenti diversi e in un circoscritto periodo di tempo fissato in sette giorni ferma restando la sussistenza dell’operazione frazionata quando ricorrano elementi per ritenerla tale”.
Definizione certa delle operazioni frazionate
La definizione di operazione frazionata ha, dunque, un contenuto innovativo rispetto al sistema previgente. Per quanto riguarda la cronologia della pluralità di operazioni, viene fissato un arco temporale certo entro il quale l’operazione può ritenersi unica. Sotto questo aspetto,l’innovazione semplifica ed elimina le incertezze di carattere soggettivo, poiché il legislatore, pur riproducendo il riferimento all’unitarietà sotto il profilo economico – presente già nella precedente formulazione – fissa il termine rilevante ai fini della qualificazione dell’operazione quale frazionata. Da un punto di vista funzionale, invece, la novella disposizione pone a carico dei soggetti destinatari della normativa esaminata, l’onere di individuare gli elementi idonei a ricondurre una pluralità di operazioni a unità.
Rivoluzione per gli assegni
Cambia in maniera radicale lo scenario per l’emissione degli assegni da parte di banche e Poste. Infatti:
1.- sia i libretti di assegni bancari e postali che gli assegni circolari di importo inferiore a 5 mila euro verranno consegnati al cliente con la stampigliatura della clausola di non trasferibilità, a meno che il cliente richieda, per iscritto, il rilascio di assegni trasferibili. In questo ultimo caso, il richiedente dovrà però pagare un’imposta di bollo di euro 1,50 per ciascun assegno;
2.- gli assegni bancari e postali emessi all’ordine del traente (e cioè gli assegni che il traente variamente emette con le formule “a me stesso”, “a sé medesimo”, “a me medesimo”, “a m.m.”, ecc.) potranno essere girati unicamente per l’incasso a una banca o alle Poste. In altri termini, non potranno essere girati a un soggetto qualsiasi né potranno circolare “al portatore”;
3.- gli assegni di cui è consentita la girata e cioè quelli trasferibili, dovranno recare la girata “piena” : ossia il beneficiario dell’assegno va identificato con i dati anagrafici o con la ragione sociale e quando avviene da parte sua la girata dell’assegno, occorre l’indicazione del suo codice fiscale. Esce di scena, quindi, la possibilità di far circolare gli assegni al portatore mediante la cosiddetta girata “ in bianco”.
I libretti di deposito
Le nuove disposizioni riguardano poi, i libretti di deposito. Viene infatti stabilito che il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 5 mila euro.
Di conseguenza, i libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 5 mila euro, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto 231/2007, devono essere estinti a meno che il saldo non sia ridotto a una somma non eccedente l’importo sopra menzionato entro il 30 giugno 2009.
Infine la nuova legge dispone che in caso di trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore, il cedente deve comunicare, entro 30 giorni, alla banca o alle Poste, i dati identificativi del cessionario e la data del trasferimento.
Profili sanzionatori
L’utilizzo di denaro contante o di assegni non predisposti con le formalità di legge, comporta una sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra l’uno e il 40% dell’importo trasferito.
Va ricordato tra l’altro, che i destinatari del decreto – per esempio i professionisti e le banche – che in relazione ai loro compiti di servizio, hanno notizia di infrazioni, ne devono riferire entro trenta giorni al Ministero dell’Economia.


http://www.b2corporate.com/wp-content/uploads/2008/02/antiriciclaggio1.pdf.

trallallero
09-03-2008, 17:27
http://www.b2corporate.com/wp-content/uploads/2008/02/antiriciclaggio1.pdf.

azz! non l'avevo visto questo post
grazie delle info ;)

PS: ma non funziona sempre bene l'elenco dei nuovi messaggi nelle proprie sottoscrizioni, l'ho visto per caso che ce n'era uno nuovo