View Full Version : Italiani in Libano: quanto costano?


Window Vista
31-08-2006, 20:17
Dopo anni di polemiche sui costi "eccessivi" delle missioni italiane in Iraq e Afghanistan e di domande retoriche poste da sinistra che si chiedevano "quante scuole e ospedali si sarebbero potuti costruire con tanti milioni di euro", l'Operazione "Leonte" è salpata per Beirut senza alcuna obiezione sui costi così elevati da poterla già proclamare la missione militare italiana più costosa dal 1945 ad oggi.

Solo per i primi quattro mesi, da settembre a dicembre, il governo ha stanziato 216 milioni di euro per finanziare l'impegno in Libano: 187 milioni a copertura dei costi del contingente militare e gli altri a sostegno alla ricostruzione post bellica del Libano.
Denaro reso disponibile dal boom di entrate fiscali garantito dalla Finanziaria del governo Berlusconi.
Per il 2007 i costi militari dell'operazione "Leonte" sono stimati invece in circa 600 milioni di euro, ma potrebbero aumentare considerato che il contingente italiano operativo sul territorio libanese salirà entro novembre dagli attuali 800 soldati a 2.600 e potrebbe raggiungere le 3.000 unità a febbraio del prossimo anno, quando l'Italia assumerà il comando di UNIFIL.
"Leonte" costerà quindi 100 milioni all'anno in più dell'operazione "Antica Babilonia" in Iraq, costata circa 500 milioni all'anno e oltre il doppio della missione NATO in Afghanistan che costa mediamente 280 milioni all'anno.

Eppure nella provincia irachena del Dhiqar hanno operato contingenti anche superiori ai 3.000 effettivi e l'avvicendamento dei reparti, il supporto logistico e i tempi di percorrenza di navi ed aerei erano certo più elevati rispetto al Libano mentre le condizioni di vita e di lavoro dei militari erano certo più disagiate. In Afghanistan, dove operano attualmente quasi 1.800 militari italiani, i costi di trasporto e logistica sono ancora più elevati che in Iraq perché l'assenza di coste rende impossibile l'impiego di navi e tutti materiali giungono per via aerea a Kabul e Herat.

A far lievitare i conti della partecipazione italiana a UNIFIL contribuiscono le ingenti forze aereonavali.
Come l'impiego, nella fase iniziale, di sei navi da guerra inclusa la portaerei Garibaldi con jet Harrier ed elicotteri incaricati da fornire supporto e copertura al primo contingente che sbarca a terra. Dopo circa un mese la portaerei rientrerà in Italia per essere rimpiazzata da un reparto di caccia AMX dell'Aeronautica che verrà rischierato probabilmente nella base britannica di Akrotyri, a Cipro.

Mezzi aerei e navali che non sono stati inviati in Iraq e Afghanistan dove il supporto dal cielo è garantito dagli anglo-americani che forniscono anche il carburante per i mezzi militari.
Inoltre i militari impegnati con l'ONU in Libano guadagneranno di più dei loro colleghi in Iraq e Afghanistan: un maresciallo o un tenente colonnello a Tiro percepirà una diaria di 200 euro contro i 166 di un pari grado a Kabul o Nassiryah.Le Nazioni Unite dovrebbero comunque rimborsare una parte ancora da definire delle spese sostenute ma in genere si tratta di percentuali non superiori al 25% dei costi vivi per il mantenimento e la retribuzione dei caschi blu ma non coprono certo le spese di gestione di una flotta o di un reparto di jet da combattimento.

Negli ambienti militari il nuovo impegno oltremare solleva non poche critiche non tanto per il tipo di missione quanto perché ai costi sostenuti con i fondi ad hoc per finanziare le missioni non corrispondono investimenti adeguati nel Bilancio della Difesa.
L'intenso impiego operativo ha infatti usurato i mezzi soprattutto dell'Esercito ma gli stanziamenti in continuo calo impediscono l'acquisizione di nuovi equipaggiamenti, l'adeguato addestramento e persino l'acquisizione di pezzi di ricambio.
La situazione finanziaria della Difesa, denunciata da tutti i capi di stato maggiore, è drammatica: mancano i soldi per il carburante e persino per la pulizia delle caserme mentre quasi i tre quarti del Bilancio è utilizzato per pagare gli stipendi.

LINK:http://www.panorama.it/mondo/medioriente/articolo/ix1-A020001037717

EDIT: ho sbagliato

paditora
31-08-2006, 20:19
sezione sbagliata :O

SilverF0x
31-08-2006, 20:35
guarda che è tutto errato: leggi bene QUI (http://www.hwupgrade.it/forum/forumdisplay.php?f=88) la verità sulla cosa!

Lele-R1-Crash
31-08-2006, 20:36
quanto costano ... io direi perche' sprecare risorse per andare laggiu' piuttosto che assegnarli all'ordine pubblico in Italia !! (we non parlo dei Velox ahahha)

FreeMan
31-08-2006, 20:37
sezione errata

CLOSED!!

>bYez<