Kingston HyperX, SSD 6Gbps SandForce per utenti esigenti

Kingston HyperX, SSD 6Gbps SandForce per utenti esigenti

L'aggiornamento della gamma SSD da parte dei produttori Ŕ quasi del tutto caratterizzata dalla presenza di modelli top di gamma con interfaccia SATA 6Gbps e controller SandForce SF-2000. Kingston lo fa con il modello HyperX, di cui proponiamo la recensione in comparativa con i modelli precedentemente analizzati

di Alessandro Bordin pubblicato il 04 Agosto 2011 nel canale Storage
 

Iometer test - scrittura sequenziale

Il secondo test prende in esame invece la scrittura sequenziale, impostando quindi il 100% di scritture 100% sequenziali. Iometer ha eseguito run differenti con pacchetti di 512B, 4k, 16K, 128K, 512K, 1M e 2M, ognuna delle quali con differenti queue lenght: 1, 2, 4, 8, 16 e 32. Ogni singolo disco analizzato in scrittura sequenziale Ŕ stato quindi sottoposto a misurazioni in 42 scenari differenti, di cui riproponiamo un sunto (pacchetti da 512B, 4k, 128K, 512K, 1M e 2M queue lenght da 1, 8 e 32).

Dalle velocitÓ di scrittura registrate con i pattern di Iometer emerge un quadro differente rispetto a quello osservato nel corso dei test AS-SSD e CrystalDiskBenchmark. Il Solid State Drive Kingston HyperX ottiene i risultati migliori del set 6Gbps/SandForce finora testato. Pur lontano dai dati dichiarati, il quadro messo in luce in questo scenario di simulazione di scrittura Ŕ buono, secondo solo a quello mostrato dal modello Intel 510, che per˛ mostra il fianco in altri scenari.

Iometer test copia per tutta la capienza disponibile un particolare file usato per effettuare i confronti e per dedurre le prestazioni da parte del software. Alcuni cali riferibili a talune unitÓ potrebbero essere causati dalle unitÓ riempite al 100% di dati, mentre Ŕ davvero difficile capire se alcuni andamenti siano dettati da particolari algoritmi, che le case non certo divulgano.