Kingston HyperX, SSD 6Gbps SandForce per utenti esigenti

Kingston HyperX, SSD 6Gbps SandForce per utenti esigenti

L'aggiornamento della gamma SSD da parte dei produttori è quasi del tutto caratterizzata dalla presenza di modelli top di gamma con interfaccia SATA 6Gbps e controller SandForce SF-2000. Kingston lo fa con il modello HyperX, di cui proponiamo la recensione in comparativa con i modelli precedentemente analizzati

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Storage
 

Copia file

In AS SSD Benchmark è presente un comodo tool che permette di misurare il tempo, in secondi, necessari a spostare tre pacchetti di dati. Il primo riguarda un'immagine "ISO", con dati quindi decisamente sequenziali di tipo multimediale poco comprimibili, seguito da "Program" (numerosi file di diverse dimensioni) e "Game", che si pone nel mezzo come scenario. Tutti e tre i pacchetti hanno dimensioni comprese fra 1GB e 1,4GB.

Gli scenari presi in esame sono interessanti, poiché la copia di un blocco di dati avente come sorgente e destinazione lo stesso disco implica per forza di cose un processo di lettura e scrittura contemporaneo. Con questo tool si può così registrare, in secondi, quanto le unità impiegano a spostare tre pacchetti predefiniti. Si tratta di un test "real-life", che può offrire qualche indicazione in più circa la bontà delle unità in test.

Anche in questo caso abbiamo effettuato il test analizzando il comportamento dei dischi vuoti, così come per capienze del 25% e 75%. Per comodità di lettura abbiamo deciso di non far partire la scala in ordinate da 0 secondi, motivo per cui invitiamo a non attribuire differenze troppo marcate fra i risultati ottenuti, come si potrebbe invece pensare con un'occhiata distratta.

Il comportamento dell'unità Kingston si è dimostrato molto buono, superiore due volte su tre all'unità OCZ Vertex 3. Vi è da dire che le differenze sono minime, ma rimane comunque un ottimo segnale per l'unità in test. Non stupisca il comportamento del disco Samsung 470, poiché ricordiamo che si tratta di una unità con interfaccia 3Gbps. Patriot Wildfire era e rimane sottotono rispetto alle unità 6Gbps concorrenti, confermando ulteriormente una certa difficoltà a raggiungere prestazioni di livello se non in lettura.