EVGA GeForce GTX 1080Ti SC2 con dissipatore iCX

EVGA GeForce GTX 1080Ti SC2 con dissipatore iCX

Anche EVGA propone schede custom basate su GPU NVIDIA GeForce GTX 1080Ti, caratterizzate dall'overclock di serie e da scelte specifiche per quanto riguarda il sistema di raffreddamento. Nel caso del modello EVGA GeForce GTX 1080Ti SC2 parliamo della soluzione iCX, che implementa 9 sensori di temperatura con i quali tracciare al meglio GPU, memoria video e circuiteria di alimentazione

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Video
EVGAGeForceNVIDIA
 

EVGA punta sul sistema iCX

Abbiamo avuto modo di analizzare in redazione, negli ultimi mesi, varie versioni di scheda video basata su GPU NVIDIA GeForce GTX 1080Ti. Questo chip è di fatto la soluzione top di gamma della famiglia NVIDIA GeForce GTX dedicata ai videogiocatori più esigenti, con l'unica eccezione rappresentata dalla scheda Titan Xp che è basata sulla stessa GPU con un maggior numero di CUDA cores abilitati, clock leggermente più alti e 12 Gbytes di memoria video. La differenza di prezzo tra la scheda Titan Xp e le varie proposte con GPU GeForce GTX 1080Ti porta il videogiocatore appassionato a propendere per le seconde, soprattutto se basate su design custom e magari anche con overclock di serie: il lieve incremento nelle prestazioni velocistiche non giustifica la differenza di prezzo.

La prima scheda con GPU GeForce GTX 1080Ti che abbiamo analizzato è stata la proposta Founders Edition di NVIDIA, a questo indirizzo. A seguire è stata la volta del modello Asus Strix GTX 1080Ti OC, scheda che riprende il design tipico delle proposte Strix che ASUS abbina alle GPU NVIDIA e AMD più potenti tra quelle presenti in commercio. La terza scheda con GPU GeForce GTX 1080Ti che abbiamo analizzato su queste pagine è il modello AORUS GEForce GTX 1080Ti 11G, scheda che al pari della proposta Asus spicca per le dimensioni complessive e per le soluzioni tecniche orientate all'overclock.

[HWUVIDEO="2377"]EVGA GeForce GTX 1080Ti SC2[/HWUVIDEO]

L'ultima scheda con GPU GeForce GTX 1080Ti giunta in redazione è una soluzione di EVGA, azienda americana storica partner di NVIDIA che propone una ricca gamma di schede basate su questa GPU differenziate per design del sistema di raffreddamento, specifiche di funzionamento e funzionalità accessorie. Nel caso specifico abbiamo analizzato in laboratorio il modello EVGA GeForce GTX 1080 Ti SC2 Gaming, basata sul nuovo sistema di raffreddamento iCX che EVGA ha introdotto inizialmente con le schede basate su GPU GeForce GTX 1080 nel corso del mese di Febbraio e che è stato progressivamente esteso anche alle soluzioni GeForce GTX 1080Ti.

EVGA GeForce GTX
1080 Ti SC2 Gaming
AORUS GeForce GTX
1080Ti 11G
ASUS Strix GTX
1080Ti OC
NVIDIA GeForce GTX
1080Ti Founders Edition
GPU GP102 GP102 GP102 GP102
superficie GPU 471mm2 471mm2 471mm2 471mm2
transistor GPU 12 miliardi 12 miliardi 12 miliardi 12 miliardi
CUDA cores 3.584 3.584 3.584 3.584
clock GPU 1.556 MHz 1.569 MHz - Gaming mode
1.594 MHz - OC mode
1.569 MHz - Gaming mode
1.594 MHz - OC mode
1.480 MHz
boost clock GPU 1.670 MHz 1.683 MHz - Gaming mode
1.708 MHz - OC mode
1.683 MHz - Gaming mode
1.708 MHz - OC mode
1.582 MHz
ROPs 88 88 88 88
TMU 224 224 224 224
clock memoria
effettivo
11.010 MHz 11.010 MHz 11.010 MHz - Gaming mode
11.104 MHz - OC mode
11.010 MHz
dotazione memoria 11 Gbytes 11 Gbytes 11 Gbytes 11 Gbytes
bandwidth memoria 484 GB/s 484 GB/s 484 GB/s 484 GB/s
architettura memoria GDDR5X GDDR5X GDDR5X GDDR5X
bus memoria 352bit 352bit 352bit 352bit
alimentazione 6pin+8pin 8pin+8pin 8pin+8pin 8pin+6pin

Le caratteristiche tecniche della scheda EVGA GeForce GTX 1080 Ti SC2 Gaming sono molto simili a quelle delle altre proposte basate su GPU GeForce GTX 1080Ti che abbiamo avuto modo di analizzare in redazione negli ultimi mesi. La frequenza di clock della GPU è overcloccata di serie rispetto ai 1.480 MHz della scheda Founders Edition di NVIDIA, portata a 1.556 MHz di base clock e a 1.670 MHz di boost clock. Nulla cambia per quanto riguarda la frequenza di clock della memoria video, pari a 11 GHz effettivi come da specifiche NVIDIA, mentre rispetto alle schede AORUS e ASUS EVGA ha optato per la stessa tipologia di connettori di alimentazione della scheda Founders Edition: uno a 6 pin affiancato da uno a 8 pin.

scheda_1_s.jpg (96355 bytes)

La costruzione di questa scheda video è completamente di tipo custom, con un voluminoso dissipatore di calore che ricopre pressoché completamente il PCB nella parte frontale sfruttando una seconda placca in alluminio che è posta a contatto con la circuiteria di alimentazione. Nella parte posteriore è presente una seconda placca in alluminio che protegge completamente il PCB da contatti accidentali con altri componenti.

scheda_2_s.jpg (41992 bytes)

L'elemento tecnico che differenzia la scheda EVGA dalle altre proposte in commercio è legato al sistema di raffreddamento, indicato con il nome di EVGA iCX. Sul PCB sono implementati 9 punti di rilevazione della temperatura, specifici per chip video, circuiteria di alimentazione e memoria, che attraverso l'intervento della logica di hardware monitoring portano la scheda a far ruotare in modo indipendente le due ventole di raffreddamento. La velocità di rotazione è quindi legata al carico di lavoro specifico di ciascuno di questi componenti, cosi che venga fornito il livello di raffreddamento adeguato alla specifica situazione d'uso del momento e in questo modo minimizzare l'impatto in termini di rumore. Al pari di quanto offerto dalle altre schede video custom in commercio anche con la soluzione EVGA le ventole non ruotano nel momento in cui la temperatura rimane entro un valore contenuto: di fatto quindi in idle, o quando la GPU non viene chiamata in elaborazioni complesse, le ventole rimangono ferme e la scheda non genera rumore.

precision_x_1_s.jpg (127808 bytes)

Avevamo già avuto occasione di verificare all'opera questa tecnologia nella scheda EVGA GeForce GTX 1080 iCX FTW2: il principio di funzionamento vede anche una indicazione visuale, con 3 differenti led montati nella parte superiore della scheda che si illuminano di diversi colori, riferita alle temperature di GPU, memoria video e circuiteria di alimentazione. Attraverso l'utility EVGA Precision X l'utente può monitorare le temperature rilevate dai 9 sensori presenti sulla scheda e configurare in modo specifico i profili di intervento delle ventole di raffreddamento a seconda del livello di temperatura registrato. Questo approccio mira ad offrire un maggior controllo sulle temperature rispetto a quanto avviene in genere con le schede video top di gamma, nelle quali la velocità di rotazione della ventola è tipicamente legata alla temperatura rilevata dalla sola GPU e non anche a quella degli altri componenti.

scheda_4_s.jpg (113154 bytes)

Da utility PrecisionX è possibile anche configurare il funzionamento della scritta EVGA GeForce GTX 1080Ti posta nella parte superiore della scheda: è posizionata sotto ad un LED RGB, il cui colore può venir programmato a seconda delle preferenze dell'utente. Notiamo in questa immagine anche i due connettori di alimentazione della scheda, rispettivamente a 6 pin e a 8 pin.

scheda_5_s.jpg (117639 bytes)

Il panello delle connessioni posteriori vede 3 porte Display Port, una HDMI e una DVI Dual Link; è questa una configurazione classica per schede di questo tipo che ben risponde alle esigenze della stragrande maggioranza degli utenti. Le dimensioni complessive della scheda EVGA sono pari a quelle della scheda Founders Edition, con ingombro laterale pari a 2 slot: questo ne permette l'installazione in un elevato numero di chassis, anche per schede madri in formato mini-ITX.

 
^