NVIDIA GeForce GTX 1080Ti: la nuova regina per il gaming

NVIDIA GeForce GTX 1080Ti: la nuova regina per il gaming

NVIDIA continua la tradizione della gamma Ti presentando con GeForce GTX 1080Ti una scheda top di gamma che abbina prestazioni velocistiche e caratteristiche speculari a quelle della scheda Titan X, con un costo elevato ma di 600€ inferiore. E' questa, quantomeno per il momento attuale, la scheda di riferimento per i videogiocatori che vogliono abbinarvi uno schermo 4K

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Video
NVIDIAGeForcePascal
 

Considerazioni finali

Con la scheda GeForce GTX 1080Ti NVIDIA alza l'asticella delle prestazioni velocistiche ottenibili, con giochi 3D, utilizzando un sistema desktop. Con un prezzo ufficiale in nord America pari a 699 dollari tasse escluse la nuova arrivata viene proposta ad un listino che è identico a quanto richiesto per la scheda GeForce GTX 1080 Founders Edition al momento della sua presentazione ufficiale sul mercato. Quest'ultima è ora stata riallineata verso il basso, offerta a 549 dollari per la versione Founders Edition e a partire da 499 dollari per le declinazioni offerte dai partner.

La scheda GeForce GTX 1080Ti Founders Edition viene proposta in Italia da quest'oggi, ad un prezzo ufficiale pari a 834 Euro IVA inclusa; questo listino deve essere confrontato con i 1.379 Euro richiesti, IVA inclusa, per una scheda Titan X sul sito italiano di NVIDIA. In considerazione delle caratteristiche tecniche delle due proposte è evidente come alla scheda Titan X sia sempre da preferire la soluzione GeForce GTX 1080Ti, capace di assicurare le stesse prestazioni con un costo nettamente inferiore.

scheda_5.jpg (43093 bytes)

NVIDIA ha dichiarato un incremento prestazionale medio del 35% circa passando da GeForce GTX 1080 a GeForce GTX 1080Ti, e questo margine trova conferma nei nostri dati strumentali. Per poter ottenere tale incremento velocistico è però indispensabile sfruttare al meglio le potenzialità di questo prodotto utilizzando una risoluzione video elevata, minimo 2560x1440 pixel ma preferibilmente 4K, e impostazioni qualitative altrettanto alte. L'abbiamo già detto molte volte ma lo ripetiamo nuovamente: investire una somma così elevata per questa scheda video e abbinarla ad uno schermo con risoluzione Full HD di 1.920x1.080 pixel non ha alcun senso logico: molta della potenza a disposizione non verrà sfruttata, ottenendo prestazioni allineate a quello che sarebbe accessibile con schede ben più economiche.

Prendendo i risultati in termini di frames al secondo medi registrati con i 10 titoli della nostra suite di bechmarking abbiamo evidenziato i seguenti margini di vantaggio medi della scheda GeForce GTX 1080Ti rispetto alle altre proposte inserite a confronto:

confronto tra schede

margine di incremento medio fps
da GTX 1080 a GTX 1080Ti - 3820x2160 +32%
da GTX 780Ti a GTX 1080Ti - 2560x1440 +133%
da GTX 980Ti a GTX 1080Ti - 2560x1440 +62%
da GTX 1080 a GTX 1080Ti - 2560x1440 +25%

GeForce GTX 1080Ti è la scheda che permette finalmente di giocare a 4K senza doversi preoccupare delle impostazioni qualitative? La risposta è "quasi": la potenza di elaborazione a disposizione è elevatissima ma con alcune impostazioni qualitative molto spinte anche questa risoluzione può creare problemi di fluidità a questa scheda. Un pannello 4K è quindi la scelta da fare per questa scheda video, ma prestando attenzione a quali impostazioni qualitative andremo a selezionare all'interno del gioco così da garantirci una risposta sempre adeguata in termini di frames al secondo.

La scheda Founders Edition è la prima che debutta ufficialmente sul mercato, ma verrà seguita dalle proposte custom sviluppate dai partner che così come visto con GeForce GTX 1080 saranno caratterizzate da frequenze di clock superiori alle specifiche, da sistemi di raffreddamento differenti da quello sviluppato da NVIDIA e da prestazioni che potranno aumentare mediamente di qualche punto percentuale. Al pari di quanto avevamo evidenziato al debutto della scheda GeForce GTX 1080 anche per GeForce GTX 1080Ti la proposta Founders Edition si caratterizza per un funzionamento efficiente, bilanciando prestazioni elevate con dimensioni che crediamo saranno inferiori a quelle delle schede custom presentate dai vari partner NVIDIA.

[HWUVIDEO="2303"]NVIDIA GeForce GTX 1080Ti: 35% più veloce della GTX 1080[/HWUVIDEO]

Per il momento, in attesa delle schede GeForce GTX 1080Ti, il mercato delle schede video top di gamma per i videogiocatori può dirsi stabilizzato. Tempo pochi mesi e avremo il debutto delle prime soluzioni AMD di prossima generazione appartenenti alla famiglia Vega: sarà interessante vedere che tipo di concorrenza AMD potrà fare ad NVIDIA con queste proposte e se verrà ripetuto quello che di fatto è stato per l'azienda americana il successo della presentazione delle prime CPU Ryzen 7 avvenuto esattamente la scorsa settimana. Time will tell.

  • Articoli Correlati
  • EVGA GeForce GTX 1080 iCX FTW2: come raffreddare al meglio EVGA GeForce GTX 1080 iCX FTW2: come raffreddare al meglio Con il sistema di raffreddamento iCX EVGA introduce una importante novità tra le schede video NVIDIA: il monitoraggio della temperatura non solo della GPU ma anche di memoria e circuiteria di alimentazione. Tutto questo serve a tenere sotto controllo il funzionamento della scheda, garantendo che il sistema di raffreddamento intervenga nel modo più efficiente possibile
  • NVIDIA GeForce GTX 1080: 6 schede a confronto tra Founders e custom NVIDIA GeForce GTX 1080: 6 schede a confronto tra Founders e custom 5 schede video basate su GPU GeForce GTX 1080 caratterizzate da design, soluzioni tecniche e specifiche custom messe a confronto con la scheda GeForce GTX 1080 Founders Edition di NVIDIA. Le proposte custom sono sempre più veloci ed efficienti grazie ai sistemi di raffreddamento custom, ma questo implica scendere a compromessi con le dimensioni complessive.
  • NVIDIA GeForce GTX 1070: 6 schede a confronto tra Founders e custom NVIDIA GeForce GTX 1070: 6 schede a confronto tra Founders e custom Le schede GeForce GTX 1070 rappresentano al momento attuale la scelta migliore per gli appassionati di videogiochi che vogliono assicurare prestazioni elevate senza dover spendere per il top di gamma in assoluto. Abbiamo messo a confronto 5 proposte custom di MSI, Inno3D, Asus, Gigabyte e Zotac accanto alla scheda Founders Edition di NVIDIA
59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ale55andr009 Marzo 2017, 15:28 #1
Welcome back amd! Ah no wait
ciciolo197409 Marzo 2017, 15:52 #2
Salve, sarebbe possibile eseguire un octane bench?

https://render.otoy.com/forum/downl...le.php?id=55283
Giustaf09 Marzo 2017, 16:03 #3
sto già staccando i connettori alla mia 980ti!
ninja75009 Marzo 2017, 16:09 #4
834€
Danny61909 Marzo 2017, 16:10 #5
Premetto che in materia ne capisco poco e niente...ma questa scheda mettendola in configurazione SLI non darebbe prestazioni doppie o quasi? O non è fattibile?
CrapaDiLegno09 Marzo 2017, 16:12 #6
Faceva brutto mettere un paio delle schede più veloci della concorrenza per vedere a che punto stavano?
Tipo una Fury X e una 480?
Non solo contro la 1080Ti, ma anche contro le altre del gruppo...

Originariamente inviato da: Danny619
Premetto che in materia ne capisco poco e niente...ma questa scheda mettendola in configurazione SLI non darebbe prestazioni doppie o quasi? O non è fattibile?

Lo SLI è un bell'enigma al giorno d'oggi.
Infatti è quasi garantito dai driver sotto DX11 ma non lo è più sotto DX12.
Sotto queste ultime librerie c'è la possibilità che scali molto meglio che sotto le DX11, ma lo deve fare lo sviluppatore a mano, nvidia non può intervenire con i driver come con le DX11.
Quindi in teoria sì, uno SLI di questo porta ad avere prestazioni fino al doppio più veloci, ma in pratica sotto DX11 arriva al massimo a scalare a un +80% e in DX12 non scalare per nulla.

Detto questo, le configurazioni multi GPU sono sempre state una percentuale risible del mercato (per ovvie ragioni di compatibilità , consumi, calore, prestazioni altalenanti e stuttering vari) e oggi sono in via di estinzione totalmente. A meno che i programmatori in futuro con le DX12 non tireranno fuori qualche perla che le giustificherà.
Giustaf09 Marzo 2017, 16:18 #7
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Faceva brutto mettere un paio delle schede più veloci della concorrenza per vedere a che punto stavano?
Tipo una Fury X e una 480?
Non solo contro la 1080Ti, ma anche contro le altre del gruppo...


forse hanno fatto bene a non fare il confronto

Link ad immagine (click per visualizzarla)
nn02009 Marzo 2017, 16:21 #8
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Faceva brutto mettere un paio delle schede più veloci della concorrenza per vedere a che punto stavano?
Tipo una Fury X e una 480?
Non solo contro la 1080Ti, ma anche contro le altre del gruppo...


Infatti, ma che recensione è?
Vul09 Marzo 2017, 16:31 #9
Avrei preferito la recensione includesse 1080p (molti giocano a 144 hz, anzi molte più persone giocano a 144 hz 1080p che a 1440p o 4k incluse) e almeno una fury x.

Si, fury x è molto più lenta, non ci piove, ma sarebbe stato interessante.

Il confronto con la 780ti lascia il tempo che trova invece.
calabar09 Marzo 2017, 16:33 #10
Le 480 sono schede di fascia differente, il confronto si può fare (anzi si dovrebbe fare... ma immagino che non abbiano più la 480 in redazione), però non ha senso farlo come confronto diretto, la concorrenza semplicemente non ha al momento schede da proporre nella stessa fascia di mercato.

Più che altro una riflessione sul prezzo: solo a me sembra strano che, secondo i dati riportati nella tabella, le vecchie TI avevano un prezzo di listino di 999$ mentre questa solo di 699$?
Qualche considerazione su questa anomalia? Dubito si tratti delle prestazioni di Vega, perchè Vega, anche supponendo che sia all'altezza, non uscirà domani e quindi ad un prezzo più alto Nvidia avrebbe potuto avere magini maggiori per qualche mese.

PS: ma non avrebbero dovuto avere qualche CUDA Core in meno rispetto alla Titan X, da cui il minor numero di ROP e la quantità di memoria ridotta?
Cioè... non ricordo lo schema architetturale di Pascal ma è evidente che il numero di CUDA Core non è direttamente legato a quantità di memoria e numero di ROP, però prima della presentazione della scheda si parlava di un numero di CUDA core ridotto e a questo punto mi chiedo perchè.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^