Radeon HD 6950 e 6970, le soluzioni di Sapphire

Radeon HD 6950 e 6970, le soluzioni di Sapphire

Con questa analisi andremo ad occuparci di due proposte sviluppate da Sapphire e dedicate alla fascia alta del mercato. Sviluppate su Radeon HD 6950 e 6970 rappresentano due interessanti evoluzioni dei modelli reference, con interessanti caratteristiche

di Gabriele Burgazzi pubblicato il nel canale Schede Video
 

Radeon HD 6970 FleX Battlefield 3 Edition

Nel corso dell'introduzione abbiamo spiegato brevemente le caratteristiche della famiglia FleX sviluppata da Sapphire. Il modello che andiamo ad analizzare oggi rappresenta l'evoluzione di una scheda già presentata diversi mesi fa, stiamo parlando di Sapphire HD 6950 FleX. La proposta, anch'essa in grado di supportare tre monitor contemporaneamente senza la necessità di un monitor o adattatore attivo DisplayPort, è però caratterizzata da una potenza di calcolo che costringe a scendere a compromessi per poter giocare su una configurazione con tre display. Ecco allora arrivare Radeon HD 6970 FleX Battlefield Edition

Il layout si presenta come differente da quello standard che caratterizza le proposte Radeon HD 6970: in questo caso troviamo una ventola centrale di generose dimensioni che si occupa di buttare aria direttamente sul radiatore. A differenza quindi delle proposte standard, in questo caso, viene meno il flusso d'aria che soffia verso la feritoia della scheda.

I connettori che caratterizzano la soluzione FleX sono cinque: due DVI, un HDMI e due DisplayPort. Per poter sfruttare la funzionalità che permette di gestire fino a tre monitor contemporaneamente sarà sufficiente collegare due monitor DVI e uno attraverso il connettore HDMI, utilizzando un comune adattatore. In colore bianco viene identificato il connettore DVI dual-link, capace di supportare una risoluzione massima di 2560x1600 pixel, in colore nero invece quello capace di raggiungere una risoluzione massima di 1920x1200 pixel.

Al pari di una normale soluzione Radeon HD 6970, anche la proposta Flex è caratterizzata da due connettori, uno da sei e uno da otto pin per l'alimentazione. La proposta di Sapphire è caratterizzata da frequenze operative standard, non è quindi necessaria una alimentazione addizionale. A occhio, complice il dissipatore più compatto, la scheda potrebbe risultare più corta della proposta standard. A conti fatti, invece, il PCB rimane delle stesse dimensioni.

La struttura del dissipatore è piuttosto semplice e prevede la presenza di una ventola di generose dimensioni posizionata al centro del radiatore. Per veicolare al meglio il calore prodotto dalla GPU il radiatore è attraversato da due heat pipe, una visibile anche attraverso la ventola.