Gigabyte G1.Assassin: socket 1366 LGA per il gamer

Gigabyte G1.Assassin: socket 1366 LGA per il gamer

Supporto a configurazioni multi GPU di tipo avanzato e costruzione molto curata: questi i punti di forza della scheda G1.Assassin di Gigabyte, proposta socket 1366 LGA top di gamma della serie G1.Killer destinata al videogiocatore più esigente.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Madri e chipset
 

Introduzione

In occasione del CES di Las Vegas, a inizio 2011, la taiwanese Gigabyte ha mostrato per la prima volta una nuova serie di schede madri specificamente indirizzate al pubblico degli appassionati di tweaking e overclock. Il nome scelto per la famiglia è quello di G1-Killer, utilizzando immagini marketing dall'impatto molto forte incentrate sul ruolo del cacciatore - guerriero, volendo con questo raffigurare il tipico videogiocatore incallito. In tutta onestà l'associazione tra videogiocatore, o overclocker, e un mercenario in teschio e basco con coltello in mezzo ai denti ci pare un po' una forzatura, ma tutti ci pieghiamo (o dobbiamo) alle insindacabili leggi del marketing senza dimenticare di prendere il tutto con un po' di filosofia e con un sorriso sulle labbra.

scatola.jpg (62301 bytes)

I 3 modelli della famiglia G1-Killer condividono chipset e socket: Intel X58 il primo e ovviamente 1366 LGA il secondo. La compatibilità è quindi con i processori Intel della serie Core i7-900, con architetture a 4 oppure 6 core a seconda delle versioni. Queste le 3 versioni di scheda della serie G1.Killer attualmente presenti nel listino Gigabyte:

Oggetto dell'analisi di queste pagine è la soluzione G1.Assassin, la più completa delle 3 in termini di dotazione accessoria e di funzionalità implementate onboard grazie all'utilizzo del form factor XL-ATX, superiore a quello ATX standard in lunghezza come in larghezza ma tale da richiedere l'utilizzo di chassis compatibili.

scheda_1.jpg (68761 bytes)

La tabella seguente riassume le principali caratteristiche tecniche di questa nuova soluzione Gigabyte:

Modello

Gigabyte G1.Assassin
Form Factor XL-ATX
Chipset Intel X58
Socket 1366 LGA
slot memoria 6, DDR3
slot PCI Express 16x 4
slot PCI Express 4x -
slot PCI Express 1x 2
slot PCI 1
Compatibilità CrossFireX si
Compatibilità SLI si
porte USB onboard 8, 4 delle quali USB 3.0
Connenttore VGA no
Connenttore DVI no
Connenttore HDMI no
Connenttore DisplayPort no
Firewire si
eSATA 1 porta via controller ICH10R
Lan 1 Gigabit Marvell 88E118R phy
1 Gigabit Bigfoot Killer E2100
Audio Creative CA20K2, 7.1 canali
SATA 6 canali SATA 3 Gbps via ICH10R
2 canali 6 Gbps Marvell 88E9182
EIDE no
Floppy no
Connettori ventole 5

L'utilizzo di un form factor di così elevate dimensioni ha permesso di installare 4 slot PCI Expres 16x, distanziando ciascuno in modo tale da installare un massimo di 4 schede video con sistema di raffreddamento a doppio slot. La presenza di 4 slot rende questa proposta compatibile con configurazioni CrossFireX sino a un massimo di 4 schede utilizzate in parallelo ma non con 4 schede video NVIDIA; per queste ultime il limite massimo è di 3 schede, oppure di 4 GPU servendosi di due schede con due GPU ciascuna sullo stesso PCB.

Non mancano ovviamente controller SATA 6 Gbps, nella forma di un chip Marvell, e USB 3.0, funzionalità che tutti i produttori di schede madri socket 1366 LGA hanno progressivamente implementato nei propri modelli di più recente presentazione sul mercato. A caratterizzare ulteriormente questa scheda troviamo due elementi accessori, pensati proprio tenendo in massima considerazione le esigenze dei videogiocatori. Da un lato la scheda di rete, basata su chip Bigfoot Killer E2100, e dall'altro la scheda audio Creative CA20K2, non un semplice codec audio ma una scheda dedicata con memoria fisica presente onboard.

 
Trova il regalo giusto