Comparativa schede madri Intel X58

Comparativa schede madri Intel X58

Asus Rampage III Extreme, Asus P6X58D-E e Gigabyte X58A-UD7: queste le 3 schede madri socket 1366 LGA, per processori Intel Core i7 della famiglia 900, inserite a confronto. Dotazioni accessorie complete, arricchite da controller USB 3.0 e SATA 6 Gb/s

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Madri e chipset
 

Intoduzione

Sin dal debutto, avvenuto nel mese di Novembre 2008, le cpu Intel per piattaforme socket 1366 LGA appartenenti alla famiglia Core i7 900 hanno rappresentato quanto di meglio, architetturalmente e sul puro piano prestazionale, sia disponibile sul mercato. Con queste soluzioni Intel si rivolge al professionista e all'utente più appassionato, con un pacchetto di soluzioni tecniche decisamente particolare:

  • architettura quad core di tipo nativo: Intel ha abbandonato l'approccio Multi Chip Package scegliendo quello che viene definito come design monolitico per le proprie cpu della famiglia Nehalem. I 4 core, al pari delle soluzioni Phenom di AMD, sono tutti integrati nello stesso blocco di silicio e non ottenuti affiancando due die dual core sullo stesso package;
  • memory controller DDR3 integrato nel processore: l'architettura è di tipo triple channel, elemento che differenzia i processori della serie 900 dalle altre proposte della serie Core ix che integrano controller dual channel;
  • cache L3 integrata on die in tutti i processori, in quantitativo pari a 8 Mbytes; la cache L2, indipendente per ciascun core, è pari a 256 Kbytes;
  • ritorno della tecnologia Hyper-Threading, grazie alla quale il sistema operativo riconosce il processore come dotato di un numero di core logici doppio rispetto ai core fisicamente integrati. Questa tecnologia è stata inizialmente resa disponibile in alcune versioni di processore Pentium 4 ma non implementata nelle soluzioni Core 2 Duo e Core 2 Quad;
  • nuovo set di istruzioni SSE 4.2, estensione delle istruzioni SSE4 introdotte per la prima volta da Intel con le cpu Core 2 basate su core Penryn;
  • Turbo Mode: tecnologia che permette di incrementare la frequenza di clock dinamicamente a seconda del numero di threads utilizzati, della temperatura del processore e della corrente fornita per la sua alimentazione;
  • debutto della tecnologia QPI, Quick Path Interconnect, che sostituisce il front side bus nel collegamento tra processore, moduli memoria e chipset.

La risultante sono prestazioni velocistiche di riferimento per tutte le versioni di processore. Le cpu Core i7 della serie 900 sono costruite utilizzando tecnologia produttiva a 45 nanometri, fatta eccezione per il modello Core i7 980X che vede tecnologia produttiva a 32 nanometri sfruttata per un'architettura che è a 6 core. La tabella seguente riassume le specifiche tecniche delle varie versioni di processore Core i7 serie 900 che Intel ha presentato in commercio dal debutto ufficiale, giungendo sino alla presentazione del processore Core i7 980X avvenuto nel corso del mese di Marzo 2010.

  Clock Core Threads HT Turbo Cache L2 Cache L3 nm Bus Uncore TDP
Intel Core i7 980X 3,33 GHz 6 12 si si 6x256 Kbytes 12 Mbytes 32 6,4 GT/s 2,67 GHz 130W
Intel Core i7 975 3,33 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 6,4 GT/s 2,67 GHz 130W
Intel Core i7 965 3,2 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 6,4 GT/s 2,67 GHz 130W
Intel Core i7 960 3,2 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 4,8 GT/s 2,13 GHz 130W
Intel Core i7 950 3,06 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 4,8 GT/s 2,13 GHz 130W
Intel Core i7 940 2,93 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 4,8 GT/s 2,13 GHz 130W
Intel Core i7 930 2,8 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 4,8 GT/s 2,13 GHz 130W
Intel Core i7 920 2,66 GHz 4 8 si si 4x256 Kbytes 8 Mbytes 45 4,8 GT/s 2,13 GHz 130W

Tutti i processori in versione standard utilizzano link QPI da 4,8 Gigatransfers al secondo e frequenza di clock della parte Uncore di 2,13 GHz; l'eccezione è rappresentata dalle 3 cpu della serie Extreme, modelli Core i7 965, Core i7 975 e Core i7 980X, che operano con link QPI da 6,4 Gigatransfers al secondo e frequenza di clock della componente Uncore di 2,67 GHz. Le restanti caratteristiche tecniche sono comuni a tutti i processori, con la frequenza di clock ad agire quale discriminante. L'incremento di clock dato dalla tecnologia Turbo Mode raggiunge un massimo di 2 moltiplicatori di frequenza, equivalenti a 266 MHz, nel momento in cui è utilizzato un solo core, mentre con più core utilizzati l'incremento massimo è limitato a 1 moltiplicatore di frequenza o 133 MHz.

x58_schema.gif (59370 bytes)

L'unica piattaforma chipset compatibile con questi processori è quella Intel X58: si tratta di un'architettura di tipo tradizionale, con north e south bridge collegati tra di loro. Il primo componente integra controller PCI Express, mentre al secondo spetta la gestione delle periferiche di input output. Le schede madri basate su questo chipset sono tutte compatibili con tecnologia ATI CrossFireX, mentre buona parte ha ricevuto certificazione per la tecnologia SLI di NVIDIA.

In queste pagine analizzeremo caratteristiche tecniche e funzionamento di 3 schede madri socket 1366 LGA recentemente presentate sul mercato, evoluzione di progetti già presenti a listino che integrano varie novità funzionali oltre a controller USB 3.0 e SATA 6 Gb/s.