Lenovo, Apple, Samsung e Windows scaldano il ferragosto

Lenovo, Apple, Samsung e Windows scaldano il ferragosto

Ecco un breve report delle notizie più importanti della settimana passata, nella quale la redazione di Hardware Upgrade ha chiuso i battenti. Apple, Lenovo, Windows 8 ed RT i temi più caldi di questa assolata estate

di Redazione pubblicato il 20 Agosto 2012 nel canale Sistemi
 

Apple, Samsung e Motorola, con Google alle spalle

La settimana appena trascorsa, divisa a metà da un caldissimo ferragosto, è stata occasione per la redazione di Hardware Upgrade di una breve pausa. Non certo così per le notizie che si sono susseguite in ambito tecnologico, di cui proponiamo un breve riassunto in questo editoriale.

A tenere banco, con aggiornamenti fin troppo dettagliati quasi impossibili da seguire in toto, è la vicenda che vede contrapposte Apple e Samsung in tribunale. A far discutere è il disappunto del giudice Lucy Koh della corte di San Josè, California, provocato da quello che è sembrato un tentativo di Apple di prendere tempo, a pochi giorni dalla sentenza (attesa per la giornata di domani).

Nel tempo dedicato all'arringa finale, l'avvocato di Apple ha presentato 75 obiezioni e 22 richieste di convocazione di testimoni, con circa 4 ore di discussione rimanenti prima della chiusura definitiva del processo. Se in altre circostanze queste tecniche si sono rivelate vincenti, non è il caso dell'attuale dibattimento, che sta evidentemente provando tutte le parti in causa. Lucy Koh ha espresso il proprio disappunto con frasi che testimoniano una gran voglia di chiudere in fretta ("Ma vi fate di Crack? Come credete che si possano interrogare 22 testimoni a 4 ore dalla fine del processo?"), sottointendendo che la richiesta del legale della Mela fosse quanto mai inopportuna.

Ragioni e torti, almeno in questo processo, saranno resi noti nella giornata di domani, nella quale è attesa la sentenza. Non si tratta però dell'unico episodio di legal thriller di cui si ha notizia: uno di grande importanza sta per iniziare sempre in Silicon Valley, sempre nell'ambito dei dispositivi portatili. Sebbene in lotta già dal 2010, Motorola ed Apple saranno probabilmente contrapposte in un nuovo processo.

Motorola ha infatti denunciato Apple per la violazione di 7 brevetti, chiedendo provvedimenti shock per l'azienda della mela mordicchiata, ovvero il blocco alle importazioni negli USA di iPad e iPhone. Dichiarando di essersi messa più volte a disposizione per chiarimenti e accordi, Motorola (acquisita da Google) si è vista costretta alle maniere forti per i continui rifiuti da parte di Apple. Il messaggio che Motorola intende mandare, insomma, è la sua disponibilità a trattare. Come se il tribunale fosse l'unica opzione rimasta. Staremo a vedere, anche perché la richiesta di bloccare le importazioni dall'Asia per i prodotti Apple destinati al mercato USA è veramente pesante.