Antec Sonata SOLO II, midtower a bassa rumorosità

Antec Sonata SOLO II, midtower a bassa rumorosità

Antec propone una soluzione mid-tower che punta in particolare sul contenimento della rumorosità d'esercizio. Elevata qualità costruttiva ed eleganza sono gli altri punti di forza dello chassis, ma poca convinzione nelle soluzioni di raffreddamento

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Sistemi
 

Analisi temperature e rumorosità

Per l'esecuzione della suite di test volta ad indagare le prestazioni in termini di raffreddamento ed il comportamento sul versante della rumorosità d'esercizio abbiamo impiegato la medesima piattaforma utilizzata per l'analisi dello chassis Fractal Design Arc Mini, pubblicata a questo indirizzo. Eccola di seguito:

-Scheda madre ECS H61H2-M3
-Processore Intel Core i5 2500K
-Scheda video NVIDIA GeForce GTX 570
-2x2 Gbytes memoria Corsair DDR3-1600
-1 hard disk Western Digital 320 Gbytes, 7.200 giri 3 pollici 1/2
-Alimentatore CoolerMaster SilentPro 800 Watt

Sulla piattaforma è stato installato il sistema operativo Windows 7 Ultimate a 64 bit, corredato dei programmi OCCT e FurMark per la simulazione dei carichi di lavoro rispettivamente su CPU e GPU. Gli stessi programmi sono stati impiegati per la lettura della temperatura dei componenti interni. Per rilevare la temperatura delle unità di storage è stato utilizzato il software Active Smart.

La rumorosità è stata rilevata impiegando il fonometro Lafayette MSL-80, impostato in lettura fast, effettuando quattro misurazioni, una per ciascun lato dello chassis, posizionando il fonometro al centro del pannello e alla distanza di 20 centimetri dal case. La rilevazione di temperature e rumorosità è stata effettuata sia con sistema in fase di idle, sia con sistema in sessioni di pieno carico per CPU e GPU. Le misurazioni sono state ripetute con la velocità della ventola posteriore al minimo ed al massimo, regolata mediante il commutatore integrato nel pannello posteriore.

L'analisi delle temperature d'esercizio in condizioni di idle dimostra un comportamento accettabile seppur non brillante per quanto riguarda il raffreddamento della componentistica interna. La mancanza di una ventola di raffreddamento nella zona delle periferiche di storage (che può comunque essere installata opzionalmente scegliendo soluzioni aftermarket) fa segnare temperature leggermente al di sopra della media registrata in altre occasioni, per via di un ricircolo dell'aria non ottimale in questa zona. Notiamo inoltre che la variazione nella velocità della ventola posteriore non apporta variazioni particolarmente sensibili nella temperatura dei componenti interni.

In condizioni di pieno carico le temperature dei componenti interni risultano essere entro i livelli di guardia. Anche in questo caso va osservato però che la presenza di una ventola frontale, posta nella parte bassa dello chassis, o una griglia per il ricircolo d'aria sulla paratia di sinistra avrebbero consentito una miglior circolazione dei flussi d'aria all'interno per un più efficace raffreddamento della scheda video. Anche in questo caso osserviamo che gli effetti della variazione di velocità della ventola posteriore non risultano essere, in termini di raffreddamento, particolarmente incisivi.

La presenza di uno strato di materiale fonoassorbente sulle paratie laterali del cabinet consente di contenere in maniera abbastanza convincente la rumorosità d'esercizio. In condizioni di idle vediamo infatti che il sistema produce un rumore che nella stragrande maggioranza dei casi non sarà avvertito dall'utente, confondendosi con il rumore ambientale. Solamente in condizioni di particolare silenziosità, ad esempio durante la notte, la rumorosità in idle può essere più percepibile ma comuneque non tale da arrecare fastidio.

Le soluzioni per il contenimento del rumore consentono di ottenere interessanti risultati in condizioni di pieno carico: il rumore prodotto dalle ventole di raffreddamento della componentistica interna è maggiormente percepibile rispetto alla condizione di idle, ma resta comunque su livelli molto soddisfacenti. Sia in questo frangente, sia nel precedente notiamo che la variazione di velocità della ventola posteriore non va ad incidere in maniera realmente percepibile sulla rumorosità d'esercizio complessiva.

 
Trova il regalo giusto