Acer Swift 7: l'Ultrabook senza ventole spesso meno di 1 cm

Acer Swift 7: l'Ultrabook senza ventole spesso meno di 1 cm

E' lo spessore a caratterizzare l'Ultrabook Acer Swift 7, ma non solo questo:; estetica molto curata e sistema di raffreddamento completamente passivo completano le caratteristiche di questo notebook, tradizionale nella forma ma capace di ben districarsi quale macchina di lavoro per l'utente più esigente in termini di mobilità

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Portatili
AcerSwiftUltrabookIntelCore
 

Swift 7: l'Ultrabook super sottile

I produttori di sistemi notebook sono sempre più orientati a proporre soluzioni di tipo ibrido, capaci quindi di venir adattate rapidamente a differenti modalità di utilizzo rispetto a quelle tipiche di un notebook. La logica seguita è quella di sviluppare prodotti che non solo possano essere utilizzati quali tradizionali PC portatili, ma anche rapidamente trasformati in veri e propri tablet oltre che assumere modalità di utilizzo che sono intermedie.

Le vie seguite per sviluppare questi dispositivi, indicati con il nome di 2-in-1, sono sostanzialmente due a livello di design. La prima è quella di utilizzare cerniere che ruotano di 360° per collegare lo schermo alla base con tastiera; la seconda è quella di permettere allo schermo di staccarsi completamente dalla base con tastiera, componente che per questo motivo non può integrare al proprio interno alcun elemento alla base del funzionamento del prodotto. Un esempio classico del primo tipo di dispositivi sono i modelli Yoga di Lenovo; per la seconda tipologia invece il riferimento è quello dei prodotti Microsoft Surface Pro.

[HWUVIDEO="2374"]Aver Swift 7: ultrabook da meno di 1cm di spessore[/HWUVIDEO]

La diffusione di soluzioni 2-in-1 non ha però ridotto l'interesse verso i tradizionali notebook cosiddetti clamshell, caratterizzati da una base con tastiera collegata allo schermo; quest'ultimo può essere di tipo touch screen ma è più frequente trovare pannelli di tipo tradizionale. Sino a qualche anno fa si utilizzata il termine Ultrabook per identificare notebook tradizionali molto sottili, basati su processore Intel e caratterizzati da una elevata facilità di trasporto.

notebook_5.jpg (66509 bytes)

E' a questa tipologia di prodotti che possiamo ricondurre Acer Swift 7, soluzione che Acer certifica per essere il notebook più sottile in commercio grazie ad uno spessore di 9,98 millimetri che sembra essere stato ricercato dall'azienda proprio per poter dire di essere inferiore a 1 cm. Per raggiungere questo obiettivo Acer ha necessariamente dovuto utilizzare connessioni USB di tipo Type-C, più piccole di quelle Type-A tradizionali, oltre che sviluppare una attenta ottimizzazione degli spazi interni riducendo ai minimi termini la scheda madre così da lasciare spazio in superficie per una batteria molto sottile. Spessore molto contenuto anche per lo schermo, rinforzato da un rivestimento in vetro Gorilla Glass.

notebook_2.jpg (45111 bytes)

Per ottenere uno spessore così contenuto Acer ha optato per un processore Intel Core i5-7Y54 basato su architettura Kaby Lake. Si tratta di un modello dual core a bassissimo consumo, con un TDP pari a 4,5 Watt con una frequenza di clock di default di 1,2 GHz e la possibilità di spingersi sino ad un massimo di 3,2 GHz quando le condizioni in termini di alimentazione e di dissipazione termica lo rendono possibile. Questa CPU è raffreddata in modo completamente passivo: l'assenza di una ventola e di una struttura a heatpipe a questa abbinata permette di contenere ulteriormente lo spessore complessivo, oltre ad avere positive ricadute in termini di autonomia di funzionamento.

Vediamo ora in dettaglio quali siano le specifiche tecniche dettagliate di Acer Swift 7, riassunte nella seguente tabella:

Modello

Acer Swift 7
CPU Intel Core i5-7Y54
GPU Intel HD Graphics 615
memoria 8GB LPDDR3-1866 (2x4GB)
schermo 13,3 pollici, 1920x1080 pixel
storage SSD 256GB (M.2)
WI-Fi 802.11 ac
lettore ottico no
Bluetooth V.4.1+LE
webcam 1,3 Mpixel
lettore memoria no
HDMI no
Display Port no
VGA no
USB 2 Type-C standard 3.1
dimensioni 324,6x229,6x10mm
peso 1,13Kg
batteria 2.770mAh

Se il processore Intel Core i5-7Y54 è la componente tecnica che permette a questo Acer Swift 7 di venir raffreddato solo passivamente, e quindi di poter fare a meno di una ventola di raffreddamento, la presenza di due porte USB Type-C è quello che consente di assicurare una discreta connettività in abbinamento ad uno spessore da record. Acer fornisce in dotazione un adattatore da USB Type-C a tradizionale connettore Type-A, utile per poter sfruttare con Swift 7 anche periferiche USB non recentissime.

Di Swift 7 Acer propone a listino, nel mercato italiano, due distinte versioni indicate rispettivamente con i part number NX.GK6ET.001 e NX.GN2ET.001. A differenziarle due elementi accessori: il primo è il collegamento tra sistema e SSD, di tipo SATA/300 nel primo e SATA/600 nel secondo; il secondo è la presenza nel modello NX.GK6ET.001 del sensore per le impronte digitali integrato nel touchpad, caratteristica che permette immediatamente di distinguere quale delle due versioni sia in proprio possesso da una semplice osservazione all'esterno.

usb_type_c.jpg (76741 bytes)

Come già segnalato, il profilo sottile ha portato Acer a integrare due porte USB Type-C in Swift 7: queste possono venir gestite sia per collegare periferiche esterne, magari anche sfruttando un hub acquistato a parte, sia per collegare uno schermo secondario sfruttando la possibilità propria della connessione USB Type-C di gestire anche segnale video. Questa scelta non è la più pratica in assoluto ma il risultato finale è di certo migliore di quello di molti recenti notebook e 2-in-1 che si accontentano di una sola connessione USB Type-C. L'alimentazione del sistema viene gestita sempre attraverso uno dei due connettori USB.

tastiera_touchpad.jpg (96842 bytes)

La tastiera, ovviamente del tipo ad isola, presenta nella parte superiore di destra il pulsante per l'accensione; se premuto con PC acceso non porta all'immediato spegnimento ma apre da desktop del sistema operativo una finestra che permette di scegliere tra spegnimento, ibernazione, sospensione o disattivazione dello schermo. La risposta alla digitazione è complessivamente buona, con una corsa abbastanza marcata e un feedback valido durante la digitazione: manca la retroilluminazione, caratteristica che siamo stato abituati a trovare nella maggior parte dei dispositivi notebook di fascia medio alta. Il touchpad ha dimensioni decisamente importanti e integra, nel modello da noi analizzato, anche i lettore per le impronte digitali che può essere configurato per accedere al sistema operativo tramite Windows Hello.

notebook_4.jpg (65334 bytes)

Dal punto di vista costruttivo Acer Swift 7 è un notebook decisamente robusto in considerazione dello spessore così contenuto. Il telaio è in alluminio, con una finitura color oro che non può lasciare indifferenti, mentre il guscio inferiore in plastica può essere facilmente rimosso dando accesso ai componenti interni: è possibile intervenire a cambiare unità SSD in modo molto rapido, optando per una in standard M.2 che abbia la stessa lunghezza di quella fornita in dotazione.

notebook_aperto.jpg (106136 bytes)

Dall'immagine del notebook aperto possiamo anche notare i due speaker per l'audio onboard, rivolti verso la superficie di appoggio del notebook che opera come una sorta di piccola cassa di risonanza. Acer segnala come il sottosistema audio sia certificato Dolby Audio Premium, abbinato alla tecnologia Acer TrueHarmony: nell'uso pratico abbiamo riscontrato un buon volume sonoro complessivo, adatto a seguire in compagnia un video riprodotto con Swift 7, con una risposta qualitativa altrettanto valida in considerazione delle limitate dimensioni dei diffusori.

 
^