Asus ROG Claymore: la tastiera modulare per i giocatori

Asus ROG Claymore: la tastiera modulare per i giocatori

Claymore è la nuova tastiera meccanica del brand Republic of Gamers che, come noto, va a identificare la famiglia di prodotti che Asus dedica ai giocatori. Modulare, sottile e minimalista sono le tre caratteristiche principali di Claymore che, oltretutto, permette di staccare il tastierino numerico per massimizzare il comfort e la trasportabilità. All'interno la videorecensione.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Periferiche
ASUSROG
 

Asus ROG Claymore è la soluzione elegante, studiata dagli ingegneri del brand Republic of Gamers per offrire la massima precisione possibile, garantendo al tempo stesso l'usabilità. È modulare e minimalista, anche grazie alla possibilità di staccare il tastierino numerico, che può risultare superfluo per certi tipi di gioco. Come tutte le soluzioni del brand ROG, quindi, Claymore punta alla qualità e alla robustezza dell'esperienza di gioco, carattristiche che abbiamo rinvenuto anche nel mouse ROG Spatha, insieme al quale Claymore costituisce l'accoppiata perfetta.

[HWUVIDEO="2214"]Asus ROG Claymore[/HWUVIDEO]

Insieme ad Asus ROG Spatha la tastiera meccanica Claymore costituisce l'accoppiata perfetta
Certo, si tratta di periferiche che si collocano su fasce di prezzo importanti, anche perché vantano una scelta dei materiali rigorosa, strutturata intorno all'esigenza di fornire la migliore qualità possibile. Nel caso di ROG Claymore, infatti, abbiamo un corpo in lega di alluminio di alta qualità con effetto spazzolato e decorazioni in stile Maya. Non solo questo rende Claymore un oggetto bello anche alla vista, ma garantisce un piacevole feedback tattile e robustezza anche durante le sessioni di gioco più convulse. Congiuntamente agli ottimi effetti di retroilluminazione, configurabili tramite il software ROG Armoury, tutto ciò rende la periferica esteticamente molto accattivante. Come aggiunta, segnaliamo che la tastiera, così come il tastierino numerico staccabili, sono custodite all'interno della confezione in altrettanto eleganti borse in tessuto.

ROG Claymore è commercializzata in diverse configurazioni che variano sulla base degli switch Cherry MX installati: si può propendere per i Red, i Blue, i Brown oppure per i Black, dove i primi rappresentano la migliore soluzione se interessa soprattutto il gaming, mentre i secondi il compromesso ideale tra gaming e digitazione. I giocatori più impegnati, infatti, adorano avere un'escursione lineare senza feedback tattile, con la pressione che viene registrata al minimo contatto con il tasto. I Cherry MX Blue, invece, offrono il feedback tattile e questo suggerisce all'utente la certezza dell'avvenuta pressione, cruciale per avere una buona esperienza di digitazione.

Asus ROG Claymore

Gli switch Cherry MX Red contribuiscono a migliorare la sicurezza di sé durante le sessioni di gioco più competitive e permettono di ottimizzare, dove possibile, le prestazioni
Abbiamo provato Asus ROG Claymore nella configurazione con Cherry MX Red e quindi nelle migliori condizioni possibili per il gaming. Come abbiamo visto in altre recensioni di tastiere meccaniche con Cherry MX Red, questi contribuiscono a migliorare la sicurezza di sé durante le sessioni di gioco più competitive e permettono di ottimizzare, dove possibile, le prestazioni.

Asus ROG Claymore

Come dicevamo, il sistema di illuminazione è il fiore all'occhiello delle periferiche Republic of Gamers: in questo caso è indipendente per ogni tasto e può essere sincronizzato con le schede madri Asus e i mouse che abbiano il supporto alla tecnologia ROG Aura. In questo modo possiamo avere un set di periferiche di intrattenimento perfettamente sincronizzate tra di loro non solo a livello estetico ma anche per le loro funzioni. Claymore, infatti, offre i pulsanti CPU OC e RAM OC, per poter gestire i settaggi di overclock impostati con la scheda madre Asus. Tramite la tastiera si può controllare anche la dissipazione grazie ai pulsanti Fan - e Fan +.

Asus ROG Claymore

Asus ha favorito innanzitutto la trasportabilità
Per l'utente che non ama accedere al software sono possibili alcune regolazioni alla retroilluminazione direttamente tramite i tasti della tastiera. Premendo Fn e le frecce laterali si passa da una modalità pre-impostata all'altra, mentre con le frecce su e giù si modifica dinamicamente l'intensità della retroilluminazione fino a spegnerla del tutto. In quest'ultimo caso bisogna notare come le lettere sui pulsanti rimangano facilmente individuabili, mentre in altre tastiere risultano quasi del tutto oscurate.

Tramite la tastiera si possono effettuare altre regolazioni: premendo, ad esempio, Fn e Canc si aumenta la tonalità del rosso di 10 livelli. Con Fn e Fine si regola, invece, il verde; e con Fn e PageDown il blu. Il tasto adibito alla registrazione delle macro è Alt Gr, che va premuto con Fn per iniziare la registrazione della macro, mentre una seconda pressione stabilisce la fine della registrazione. In presenza di schema madre Asus ROG, inoltre, una lunga pressione di Invio sancisce l'accensione del PC, mentre la combinazione di pulsanti C + L + R resetta la CMOS. I pulsanti che vanno da F1 a F4, inoltre, servono per regolare al volo la velocità di ripetizione dei caratteri, ovvero quando deve avvenire la seconda registrazione del carattere se si mantiene premuto il pulsante.

Asus ROG Claymore

Come dicevamo, con questa tastiera Asus ha favorito innanzitutto la trasportabilità: il cavo USB intrecciato in nylon, quindi, può essere scollegato all'occorrenza. La reinstallazione poi è immediata, perché l'utente è aiutato da guide studiate allo scopo. Il cavo può quindi essere riposto a parte o sostituito con un altro cavo con connettore USB analogo.

La tastiera è anche decisamente minimalista sopratutto se si sconnette il tastierino numerico, il quale è oltretutto posizionabile su entrambi i lati della tastiera e utilizzabile quindi come rimpiazzo dei tasti "WASD" qualora il giocatore li preferisse sul lato sinistro. Su entrambi i lati della Claymore, infatti, ritroviamo dei connettori che permettono il collegamento al volo del tastierino. Appena si crea il contatto quest'ultimo è subito funzionante e l'effetto di retroilluminazione impostato si estende anche su di esso. Sempre sul tastierino numerico troviamo anche la rotella in metallo, la quale permette di modificare il volume del sistema in maniera immediata tramite scorrimento. La rotella si può anche premere per abilitare il muto.

Asus ROG Claymore

Asus ROG Claymore

La tastiera è decisamente minimalista sopratutto se si sconnette il tastierino numerico, il quale è oltretutto posizionabile su entrambi i lati
ROG Armoury forse non è il software di configurazione più completo, ma è semplice da usare e offre le impostazioni più comuni in maniera decisamente leggibile. Tra le altre cose c'è la possibilità di registrare le macro al volo e in tempo reale: basta premere la combinazione di tasti che si vuole salvare nella macro che il software la registra senza richiedere altre impostazioni, settando di conseguenza anche i ritardi fra le pressioni. Il polling rate di ROG Claymore è di 1000HZ, e non può essere modificato.

Ogni tasto della Claymore può essere programmato e associato a qualsiasi funzione, macro comprese. Inoltre, viene garantito l'anti-ghosting nel 100% delle circostanze con tecnologia N-key rollover (NKRO), in modo che il giocatore abbia la certezza che ogni pressione venga correttamente registrata e riprodotta nel videogioco. Una memoria interna memorizza tutte le impostazioni effettuate dal giocatore, comprese le regolazioni sulla base di ogni singolo pulsante.

Asus ROG Armoury

Asus ROG Armoury

Asus ROG Armoury

La tecnologia ROG Aura mette a disposizione nove preset di retroilluminazione, ovvero: Static, Breathing, Color Cycle, Wave, Ripple, Reactive, Starry night, Quicksand e l'effetto personalizzato. Con retroilluminazione in rosso abilitata si può ammirare anche l'effetto che sfuma progressivamente la colorazione a digitazione avvenuta, come mostra la seguente gif.

Asus ROG Claymore

Asus ROG Claymore

Come dicevamo, i giocatori possono applicare effetti differenti a ogni singolo tasto e, ad esempio, accendere solamente i tasti dedicati al gaming, come i soliti "WASD", disabilitando la reotroilluminazione sul resto della tastiera. Il tutto può essere comodamente configurato tramite ROG Armoury che, fra le sezioni, mette a disposizione anche la parte delle statistiche, che fornisce al giocatore un report dettagliato circa le sue azioni sui vari tasti.

In definitiva, Asus ROG Claymore è una delle migliori tastiere meccaniche mai transitate nella nostra redazione, probabilmente inferiore, dal punto di vista della robustezza, solo a qualche soluzione Cherry. In questo caso però abbiamo maggiore usabilità grazie al design minimalista e alla possibilità di staccare il tastierino numerico. Il software ROG Armoury, invece, avrebbe potuto essere più completo. Insieme a ROG Spatha, la nuova Claymore va sostanzialmente a formare la postazione di gioco ideale, a cui andrebbe aggiunta anche una scheda madre Asus ROG per i motivi che abbiamo citato nel corso della recensione. Detto, questo consigliare l'acquisto di una periferica come una tastiera, per quanto equipaggiata con tutte queste dotazioni, a 179 Euro (questo è il prezzo di vendita suggerito in Italia) rimane alquanto difficile. Asus ROG Claymore è disponibile nel nostro paese a partire dalla scorsa settimana.

  • Articoli Correlati
  • Asus ROG Spatha, un mouse da 169 Euro Asus ROG Spatha, un mouse da 169 Euro Abbiamo provato questo mouse con cui Asus cerca di offrire il massimo delle prestazioni e tutte le funzionalità che i giocatori più impegnati amano, il tutto in un'unica periferica ampiamente personalizzabile. Una soluzione che, però, costa ben 169 Euro, vediamo insieme perché.
9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
devil_mcry06 Dicembre 2016, 15:36 #1
Ma la scocca è in metallo nella parte superiore? Comunque Corsair ha fatto un po' scuola in questo design, ora dopo Razer, Tesoro e molte altre pure Asus ne prende spunto. Sembra bella
Flying Tiger06 Dicembre 2016, 16:49 #2
Originariamente inviato da: devil_mcry
Ma la scocca è in metallo nella parte superiore? Comunque Corsair ha fatto un po' scuola in questo design, ora dopo Razer, Tesoro e molte altre pure Asus ne prende spunto. Sembra bella


Da quanto ho capito e si vede si , dovrebbe essere una spece di clone della Corsair compreso anche il discorso degli switch esposti che con la retroilluminazione attiva praticamente trasformano la tastiera in un luna park...

Con questa implementazione degli switch , esposti cioè senza cornici attorno, la retroilluminazione si propaga in ogni direzione oltre a quella che serve per illuminare le lettere/simboli sui caps con appunto il risultato di cui sopra , provato a suo tempo proprio con la Corsair e esteticamente restituisce appunto quell' effetto luna park che almeno per quanto mi riguarda trovo davvero orribile....

Peccato anche perchè per alcune caratteristiche è interessante , come ad esempio il tastierino numerico rimovibile , ecc..

Goofy Goober07 Dicembre 2016, 08:18 #3
bella tastiera, anche se ormai sembrano tutte cloni le une delle altre, data la moda dei led RGB le funzioni di illuminazione si "replicano" su tutte in egual modo.

mi sfugge perchè continuano ad insistere nell'uso dei soli switch MX Red, o nelle loro varianti MX Silent e MX RGB.

le tastiere con i Brown son sempre la seconda scelta, quando tale scelta c'è, e son quindi rare.
le tastiere con i Cherry Black sembrano sulla via dell'estinzione, quando pochi anni fa erano la maggioranza. e su queste tastiere (corsair-asus etc) proprio non esistono nemmeno.

davvero strano, considerato che gli MX Red sono switch "di burro", davvero troppo morbidosi al tocco.
ciccio357p07 Dicembre 2016, 09:03 #4
Bellissima ed economica .....e di conseguenza poco GAMES PRO .... tastiera da giuoco ....
Direi che per essere propio PRO deve costare almeno 300 euro....
Da comprare preferibilmente insieme ad un mouse da almeno 200 euro ....chiaramente sempre da PRO GAMES ......
Fanno benissimo a farle , finché ci sono i polli che le comprano .....
Saluti
Batrox07 Dicembre 2016, 09:18 #5
Bella anche se condivido il fatto che l'illuminazione con i tasti esposti sia un po eccessiva. Il tastierino numerico spostabile da entrambi i lati è come quello della tastiera sidewinder x6 della microsoft... di molti anni fa ormai ;-)
mmiat07 Dicembre 2016, 10:53 #6
a comprare ancora ASUS mi vengono i brividi, però.... se fosse MX blue con layout IT, sarebbe praticamente l'unica esistente
h4xor 170109 Dicembre 2016, 11:07 #7
interessante la rotella sopra il tastierino numerico, come concept di modularità è uguale alla Microsoft Sidewinder che avevo,
ormai son più che felice con la mia Termaltake Poseidon RGB meccanica Layout JP "pagata" ben 7000 Yen
bobo200129 Dicembre 2016, 10:20 #8
Anche se non spenderei mai così tanto per una tastiera.... Il prezzo per quello cheoffre mi pare , magari usata fra qualche anno si prenderà
Schaduw20 Gennaio 2017, 19:40 #9
Originariamente inviato da: Goofy Goober
bella tastiera, anche se ormai sembrano tutte cloni le une delle altre, data la moda dei led RGB le funzioni di illuminazione si "replicano" su tutte in egual modo.

mi sfugge perchè continuano ad insistere nell'uso dei soli switch MX Red, o nelle loro varianti MX Silent e MX RGB.

le tastiere con i Brown son sempre la seconda scelta, quando tale scelta c'è, e son quindi rare.
le tastiere con i Cherry Black sembrano sulla via dell'estinzione, quando pochi anni fa erano la maggioranza. e su queste tastiere (corsair-asus etc) proprio non esistono nemmeno.

davvero strano, considerato che gli MX Red sono switch "di burro", davvero troppo morbidosi al tocco.


concordo, sta cosa degli MX red è puro marketing, se non ricordo male stavano scomparendo dal mercato e li hanno fatti diventare "pro gamer"
pensa che a me sarebbe piaciuto beccare una con i clear (praticamene dei brown un po' più duri) ma dovrei ricorrere a tastiere di nicchia estere o fatte su misura

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^