Epson, le stampanti inkjet entrano negli uffici

Epson, le stampanti inkjet entrano negli uffici

Inversione di tendenza in vista, per quanto riguarda la stampa di documeni in azienda. Dopo anni in cui le stampanti con tecnologia laser hanno fatto dell'ufficio la loro destinazione ideale, le nuove esigenze di bassi consumi energetici e l'evoluzione tecnologica sembrano indicare nelle inkjet la soluzione che vedremo nell'ufficio del futuro

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Periferiche
 

Introduzione

Epson, azienda giapponese con cui si indica in maniera concisa Seiko Epson Corporation, Ŕ conosciuta soprattutto per le proprie stampanti, siano esse laser o inkjet, ma vanta un listino ben pi¨ ampio. Non manca infatti un dipartimento dedicato ai videoproiettori, ai PC portatili, ai circuiti integrati pi¨ altre categorie merceologiche, fino arrivare agli orologi con marchio Seiko.

Epson non Ŕ quindi solo l'azienda creatrice, nel lontano 1994, delle stampanti Stylus Color, ma un vero e proprio colosso da quasi 100.000 dipendenti con sedi in quasi tutti gli Stati del mondo. Dopo questa breve introduzione del marchio, passiamo ora a discutere del tema di questo articolo, ovvero dell'ennesima conseguenza che le esigenze di eco-compatibilitÓ portano e porteranno nel panorama tecnologico a noi pi¨ vicino.

Parleremo in generale di stampanti da ufficio, ambito nel quale la tecnologia laser ha sempre trovato la propria collocazione ideale, soprattutto per quattro motivi. Il primo Ŕ l'affidabilitÓ, non dovendo fare i conti con pulizia delle testine tipico delle inkjet per esempio, oltre a vantare volumi di stampa medi mensili ben superiori a quelli tipici della tecnologia inkjet. Il secondo motivo Ŕ la facilitÓ di integrazione, soprattutto se si pensa a quegli apparecchi con scheda di rete e provvisti di fatto di un proprio sistema operativo interno. Pi¨ facile in questo caso far riconoscere la stampante a tutti i computer della rete, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato.

Segue la bassa manutenzione ordinaria, seguita dal non trascurabile dato riguardante i volumi di stampa, tipicamente a vantaggio della tecnologia laser. Questi i motivi del successo delle stampanti laser all'interno degli uffici, secondo una recente indagine di analisti di mercato.

Non sono comunque tutti vantaggi, quelli della tecnologia laser su quella inkjet. Il primo Ŕ sicuramente quello del consumo energetico, se consideriamo che una normale stampante laser da ufficio consuma mediamente 900W in fase di stampa, contro i 32W di una inkjet. Un altro svantaggio delle laser risiede sicuramente nel tempo di preparazione della prima stampa, assente nelle stampanti inkjet.

Viene in ogni caso difficile pensare ad una inkjet in un ufficio per stampare grandi volumi di copie, sia per abitudine che per percezione del prodotto. Epson ha invece lavorato molto per cambiare questa situazione, cercando di prendere i vantaggi dei due mondi facendoli confluire in prodotti inkjet da ufficio, una categoria nuova e green che vedremo probabilmente sempre pi¨ spesso, anche da parte di altri produttori.