Fritz!Powerline 500E: la rete di casa corre nei fili elettrici

Fritz!Powerline 500E: la rete di casa corre nei fili elettrici

Con Fritz!Powerline 500E è possibile realizzare una rete dati domestica sfruttando il cablaggio previsto per l'impianto elettrico: il comodo kit preconfigurato è pronto all'uso e permette di collegare tra loro locali non raggiungibili con il Wi-Fi o con altre soluzioni standard

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Multimedia
 

Utility di gestione - test throughput

AVM mette a disposizione a questo indirizzo un'utility per la configurazione e gestione dei dispositivi Powerline. È sufficiente selezionare il modello del proprio kit e la lingua desiderata, ma al momento come unica opzione c'è l'inglese.

Il semplice tool mostra la presenza dei dispositivi raggiungibili e connessi, permette di variare la password di ognuno di essi e attraverso la porta ethernet è possibile procedere all'eventuale aggiornamento del firmware del dispositivo. È anche disponibile un'indicazione istantanea della velocità di collegamento tra i dispositivi Powerline connessi.

Per questo kit di AVM abbiamo scelto una modalità di testing molto semplice e lineare: abbiamo simulato il trasferimento da file da un punto A a un punto B, ripetendo poi la prova invertendo la direzione del flusso dati. I due punti erano coincidenti con la stessa derivazione elettrica, quindi di fatto nel test abbiamo cercato di replicare condizioni ideali. Come elementi da trasferire abbiamo prima utilizzato un unico file (video in formato AVI da 190MB con bitrate di 8160Kbps).

Test relativi a upload e download di un unico file in condizioni ideali - adattatori posizionati in prese adiacenti

Abbiamo ripetuto il test trasferendo una cartella contenente oltre 46000 elementi di dimensioni differenti per un ammontare di oltre 28GB e rispetto alla prova precedente i risultati sono calati di circa un terzo. Abbiamo poi spostato l'adattatore in un punto C posizionato a circa 10 metri dalla precedente postazione, ma per raggiungere tale presa abbiamo stimato circa 60 metri di cavo elettrico con alcuni altri dispositivi frapposti: è uno scenario difficilmente descrivibile ma che rappresenta una condizione molto realistica d'impiego. In questo caso il transfer rate è calato a circa 40Mbps.

Test relativi a upload di un unico file in condizioni reali

Test relativi a upload di un paccchetto file in condizioni reali

Per quanto riguarda i consumi elettrici abbiamo misurato valori prossimi ai 4,5W durante il trasferimento, che calano a 3,4W in stato di inattività. Trattandosi di due dispositivi questi valori vanno ovviamente raddoppiati.

Per quanto riguarda le velocità di trasferimento misurate e quelle promesse da AVM c'è una certa discrepanza, soprattutto considerando lo scenario reale. Si tenga però presente che i valori rilevati sono comunque validi nell'ambito di una rete locale domestica in cui si debba scendere a compromessi nella realizzazione dell'infrastruttura di rete. In condizioni ideali una rete lan cablata o una Wi-Fi realizzata con dispositivi in standard 802.11n possono di sicuro offrire prestazioni superiori, ma la scelta di una soluzione Powerline presuppone che tali tecnologie per svariati motivi non possano essere implementate. E le motivazioni potrebbero essere molteplici, ma i casi più tipici sono l'impossibilità di creare un cablaggio dedicato alla rete ethernet associato a particolari conformazioni del fabbricato che condizionano copertura e velocità del Wi-Fi. In queste situazioni quanto offerto da Powerline - soluzione che sfrutta cavi preesistenti - si rivela interessante.