Memorie DDR3 PC3-12800 OCZ Platinum

Memorie DDR3 PC3-12800 OCZ Platinum

Frequenza di clock massima certificata in 1.600 MHz per il kit memoria DDR3 di OCZ, serie PC3-12800 Platinum, con timings pari a 7-7-7-20. E' questa una soluzione costosa se confrontata con i kit DDR2, ma dal prezzo interessante per quegli appassionati che vogliono utilizzare tecnologia DDR3 per le memorie di sistema

di Paolo Corsini pubblicato il 30 Gennaio 2008 nel canale Memorie
 

Introduzione

In varie occasioni abbiamo evidenziato come i prezzi delle memorie DDR2 siano giunti a livelli così bassi da rendere estremamente difficile consigliare moduli memoria DDR3 al posto di quelli DDR2. L'unica eccezione può essere rappresentata da quei sistemi enthusiast top di gamma, abbinati a processori Intel dalla frequenza di clock molto elevata e dotati di piattaforme chipset Intel X38 oppure X48, quest'ultima piattaforma di prossima presentazione sul mercato.

Tali sistemi sono tipicamente indirizzati agli utenti più appassionati, disposti a investire un budget più elevato della media pur di avere a disposizione le tecnologie più recenti e un livello prestazionale anche di poco superiore a quanto ottenibile con altre soluzioni. E' questo l'attuale paradosso delle memorie DDR3: a fronte di frequenze di clock molto elevate, che possono sfiorare i 2 GHz con alcuni modelli abbinati a specifiche schede madri, si ottengono benefici prestazionali ridotti rispetto alle soluzioni DDR2 dal clock più elevato.

A spiegare questo risultato troviamo i timings di accesso delle memorie DDR3, necessariamente più conservativi rispetto alle corrispondenti soluzioni DDR2 proprio per garantire piena stabilità di funzionamento anche a frequenze molto elevate. Al momento attuale il JEDEC, l'organismo che certifica le differenti tipologie di memorie disponibili sul mercato, ha ratificato lo standard DDR3-1333 quale massimo per questa tecnologia di memorie, al pari di quello DDR2-800 per le soluzioni DDR2. Come sempre accade in questi casi, vari produttori hanno sviluppato proprie memorie DDR3 certificate per funzionare stabilmente anche a frequenze superiori a quelle massime definite dal JEDEC, abbinando particolari timings di accesso a voltaggi superiori agli 1,5V di default dei moduli DDR3.

Le memorie DDR3-1600 trovano applicazione nelle piattaforme basate su chipset Intel in associazione a processori della famiglia Core 2, abbinando una frequenza di bus di 400 MHz (1.600 MHz effettivi) al moltiplicatore 4x della frequenza di lavoro della memoria, per un valore finale effettivo pari per l'appunto a 1.600 MHz. Incrementando ulteriormente la frequenza di bus si possono ottenere frequenze di lavoro maggiori per la memoria DDR3: con bus a 450 MHz otteniamo 1.800 MHz di clock per la memoria, mentre con bus a 500 MHz giungiamo alla soglia dei 2 GHz.

Ovviamente per ottenere queste frequenze operative è indispensabile non solo utilizzare memorie che possano operare stabilmente a queste specifiche, ma anche schede madri e processori che tollerino il funzionamento con parametri così lontani dai valori di default. Schede madri di questo tipo vengono in genere posizionate nel segmento top di gamma del mercato, mentre per i processori la scelta è più ampia in quanto è possibile utilizzare soluzioni dal costo ridotto procedendo con un overclock via frequenza di bus, oppure cercare di mantenere la frequenza di clock attorno al valore di default diminuendo ove possibile il moltiplicatore di frequenza.

In questo articolo analizzeremo le memorie OCZ PC3-12800 Platinum, soluzioni DDR3 certificate dal produttore per operare stabilmente alla frequenza di clock di 1.600 MHz. Questi moduli, venduti in kit da 2 Gbytes di capacità complessiva, sono attualmente proposti a un prezzo variabile tra i 240,00€ e i 300,00€ a seconda del rivenditore, cifra allineata a quella di altri kit con simili specifiche tecniche.

moduli_s.jpg (71610 bytes)

OCZ utilizza, per queste e per altre memorie della propria linea di prodotti, una placca di raffreddamento indicata con il nome di Platinum Z3 XTC: al posto di un tradizionale dissipatore passivo che ricopre tutto il modulo troviamo una placca caratterizzata da numerose aperture, attraverso le quali dovrebbe meglio venir dissipato il calore generato dai moduli memoria, posti a diretto contatto con questo componente.

Sul sito web OCZ, a questo indirizzo, vengono indicate le informazioni tecniche su queste memorie; di seguito le specifiche così come fornite dal produttore:

  • 1600MHz DDR3
  • CL 7-7-7-24 (CAS-TRCD-TRP-TRAS)
  • Available in 2GB dual channel kits
  • Unbuffered
  • Platinum Z3 XTC Heatspreade
  • Lifetime Warranty
  • 1,9Volts
  • 240 Pin DIMM
  • Special Features: 1,95V EVP

mem_ocz_1_s.jpg (58579 bytes)

Evidenziamo come le specifiche indicate dal produttore siano per timings di accesso pari a 7-7-7-24 alla frequenza di 1.600 MHz di clock, mentre sull'etichetta montata sul modulo memoria vengono riportati valori di 7-7-7-20. OCZ certifica i propri moduli per un funzionamento con voltaggio pari a 1,9V, superiore quindi di 0,4V rispetto alle specifiche JEDEC per memorie DDR3-1333, fornendo un margine di overvolt massimo sino a 1,95V senza invalidare la garanzia a vita.