Memorie DDR3 1600 e 1800 da Corsair e G.Skill

Memorie DDR3 1600 e 1800 da Corsair e G.Skill

Con i modelli Twin3X2048-1800C7DFIN e F3-12800CL7D-2GBHZ Corsair e G.Skill propongono agli utenti più appassionati memorie DDR3 in grado di operare a frequenze di clock che partono da 1.600 MHz, nonostante questo standard non sia stato ancora di fatto ratificato dal JEDEC. Frequenze sempre più elevate, ma a prezzi tutt'altro che accessibili.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Memorie
 

Corsair Twin3X2048-1800C7DFIN

corsair_1_s.jpg (37425 bytes)

Le memorie Corsair Twin3X2048-1800C7DFIN appartengono alla famiglia di moduli Dominator, nome con il quale Corsair indica al momento attuale le proprie proposte top di gamma. A caratterizzare questi modelli, disponibili anche per tecnologia DDR2 con frequenze ben superiori agli 800 MHz di specifica, troviamo una particolare costruzione dei moduli nei quali il PCB è stato modificato rispetto allo standard così da meglio integrare il sistema di raffreddamento.

schema_funzionamento_2.jpg (38036 bytes)

Lo schema fornito da Corsair mostra come il dissipatore di calore utilizzato dalle memorie della serie Dominator agisca su due livelli: una parte è a contatto con i chip memoria, esattamente come avviene per le altre memorie DDR2 e DDR3 in commercio. La seconda parte, invece, è a contatto diretto con il PCB e contribuisce al suo raffreddamento; Corsair ha infatti notato come in overclock questo componente tenda a scaldarsi, generando calore che può compromettere la stabilità operativa del modulo.

schema_funzionamento_1.gif (3984 bytes) Nel grafico si nota chiaramente come i chip memoria vengano raffreddati dal dissipatore di calore più esterno, mentre il PCB del modulo, di colore vede, sia a contatto con il dissipatore secondario, colorato in grigio chiaro. Questa doppia struttura garantisce, secondo Corsair, un superiore livello di raffreddamento complessivo e quindi più elevati margini in overclock soprattutto quando si procede ad overvoltare i moduli.

corsair_cpuz_1.gif (12213 bytes)

corsair_cpuz_2.gif (14076 bytes)

Le scritte sul modulo memoria, nonché le informazioni riportate dal tool Cpu-Z, segnalano una frequenza di clock massima certificata in 1.800 MHz, in abbinamento a timings pari a 7-7-7-20 con voltaggio di alimentazione pari a 2.0V. Corsair ha implementato in queste memorie anche le specifiche XMP, Extreme Memory Profiles, specificamente rivolte all'abbinamento con le schede madri basate su chipset Intel X38.

Le memorie DDR2 ad elevate prestazioni, commercializzate da vari produttori a partire dalla metà del 2006, sono tipicamente certificate per operare con la tecnologia EPP, Enhanced Performance Profiles, sviluppata inizialmente da NVIDIA e Corsair; alla base di questa tecnologia la volontà di rendere disponibili agli utenti timings di accesso particolarmente spinti delle memorie DDR2, nel momento in cui queste sono utilizzate in particolari piattaforme certificate. Le memorie EPP utilizzano parte della circuiteria dei chip SPD, Serial Presence Detect, i piccoli chip che indicano alla scheda madre quali siano i timings di default programmati per il modulo memoria. Parte di questa circuiteria non viene utilizzata dalle specifiche JEDEC, ed è proprio servendosi di questa che la tecnologia EPP opera.

Alcuni dei parametri che vengono indicati con la tecnologia EPP alla scheda madre sono alla base di qualsiasi overclock spinto: ad esempio, citiamo il voltaggio di alimentazione e il command rate. Questi non sono tipicamente gestiti attraverso le impostazioni di default JEDEC, in quanto queste definiscono i soli parametri base di un modulo memoria e non anche quelli avanzati. La tecnologia EPP pertanto permette di configurare automaticamente questi parametri assieme ai tradizionali timings di accesso, in modo tale che i moduli possano venir sfruttati al massimo delle proprie potenzialità così come certificate dal produttore.

corsair_2_s.jpg (28218 bytes)

La tecnologia XMP, eXtreme Memory Profiles, riprende quanto proposto per le memorie DDR2 con EPP ampliandolo allo standard DDR3 in abbinamento ai chipset Intel top di gamma. I moduli certificati XMP, come quelli Corsair Twin3X2048-1800C7DFIN, qualora abbinati a piattaforme chipset Intel X38 possono operare in piena stabilità a specifiche, sia in termini di frequenza di clock che di timings di accesso, superiori a quelle certificate dal JEDEC, garantendo quindi margini prestazionali superiori senza la necessità di dover intervenire manualmente sulle impostazioni del bios.

Per alcune delle memorie della serie Dominator, come il caso dei moduli Twin3X2048-1800C7DFIN, Corsair fornisce in dotazione un particolare sistema di raffreddamento specificamente sviluppato: 3 piccole ventole sono montate su una struttura in alluminio che viene agganciata sopra ai moduli memoria, così da garantire un ricambio d'aria tra le alette di raffreddamento aiutando lo smaltimento del calore.

corsair_3_s.jpg (23341 bytes)

Il sistema di raffreddamento Dominator Airflow, al pari di quanto già evidenziato nel corso di altre memorie Corsair Dominator, si è dimostrato essere efficace e non tale da incidere sulla rumorosità complessiva del sistema: utilizzando il sistema non montato all'interno di un case non è stato possibile avvertire la rumorosità delle 3 ventole sopra quella della ventola di raffreddamento del processore, o di quella utilizzata per il north bridge del chipset.

 
Trova il regalo giusto