Cebit 2007: DDR3 e le memorie del futuro

Cebit 2007: DDR3 e le memorie del futuro

I primi prototipi della tecnologia DDR3 vengono mostrati dai principali produttori, ma solo tra alcuni mesi vedremo queste soluzioni disponibili nei primi sistemi desktop basati su chipset Intel Bearlake. Nel frattempo continua la ricerca di memorie DDR2 per overclocking certificate per frequenze sempre più elevate, con la nuova soglia posta a 1.400 MHz di clock.

di Andrea Bai, Paolo Corsini pubblicato il nel canale Memorie
 

A-Data

Anche A-Data porta al CeBit la sua proposta di memorie DDR3 a 1066MHz, esponendole in un sistema funzionante: in questo caso vi sono due moduli da 1GB ciascuno operanti con timing CAS 7.0 7-7-20. Come abbiamo già segnalato in varie notizie pubblicate nelle scorse settimane, i moduli memoria DDR3 avranno latenze di accesso particolarmente elevate così da permettere di operare stabilmente alle frequenze di clock così elevate delle specifiche. E' ipotizzabile che vari produttori presenteranno versioni di memorie DDR3 con latenze più contenute rispetto a quelle indicate dal JEDEC nelle specifiche delle memorie, in modo molto simile a quanto avvenuto in passato con le soluzioni DDR prima e DDR2 in seguito.

A-Data propone inoltre questa particolarissima soluzione, Mini Cube, caratterizzata da 12GB di capienza: contrariamente a quanto accade in questo periodo, A-Data sceglie di impiegare un disco da 1 pollice anziché memorie a stato solido. La connessione con il sistema avviene tramite porta USB e il dispositivo è inoltre dotato di un pulsante per l'automatizzazione dell'eventuale backup.

Tra i nuovi prodotti proposti da A-Data ecco un kit composto da scheda Secure Digital High Capacity da 4GB e lettore USB. Quest'ultimo supporta schede SDHC, SD, MMC e mini SD. Come si legge chiaramente nella foto il kit è certificato compatibile con la tecnologia Ready Boost di Windows Vista.