Le novità del biennio 2016-2017 nel futuro di AMD: CPU e GPU

Le novità del biennio 2016-2017 nel futuro di AMD: CPU e GPU

Con il rilascio dei risultato finanziari di fine 2015 l'azienda aggiorna le prorpie roadmap pubbliche, fornendo uno sguardo su quelle che saranno le proprie soluzioni attese per i prossimi 2 anni. Tra i processori si attende il debutto dell'architettura Zen, molto attesa soprattutto in ambito enterprise con le nuove generazioni di proposte Opteron

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Processori
AMDOpteronFXRadeon
 

I risultati finanziari del 2015 non hanno di certo premiato AMD: resi disponibili nei giorni scorsi, confermano come l'azienda americana sia alle prese con un mercato in grande cambiamento e con una riorganizzazione interna che deve toccare un po' tutte le divisioni. A dispetto di una contrazione del fatturato del 28% rispetto al dato del 2014, il 2015 ha visto AMD impegnata in importanti investimenti interni che porteranno l'azienda a proporre nuove soluzioni sul mercato nel corso del 2016.

La creazione del Radeon Technologies Group, divisione specifica impegnata in tutto quello che riguarda lo sviluppo e la produzione delle soluzioni video a marchio AMD, permetterà di meglio focalizzare gli sforzi verso lo sviluppo della prossima generazione di GPU della famiglia Polaris e delle successive evoluzioni attese negli anni a venire. Nel frattempo la divisione CPU prosegue nello sviluppo dei processori di prossima generazione, basati su architettura nota con il nome in codice di Zen che il CEO di AMD Lisa Su ha confermato debutterà entro la fine dell'anno.

La pubblicazione dei risultati finanziari di fine 2015 di AMD ha coinciso con un aggiornamento della roadmap ufficiale dell'azienda americana, nella quale sono riportate informazioni di pubblico dominio sui prodotti ora disponibili sul mercato e su quelli che lo saranno nel corso del 2016. 

roadmap_amd_gen_2016_1.jpg (40690 bytes)

Il primo ambito è quello dei processori, che vedrà il debutto delle soluzioni basate su core Zen nel corso dell'ultima parte dell'anno. Summit Ridge è il nome della nuova piattaforma desktop di fascia enthusiast, abbinata a schede madri dotate di chipset AM4; i processori di questa piattaforma manterranno il brand FX e continueranno a rappresentare la proposta enthusiast di AMD nel segmento desktop. Scendendo di livello troveremo la settima generazione di APU della famiglia A, soluzioni che integreranno al proprio interno componente CPU e GPU. Parliamo della piattaforma Bristol Ridge, abbinata sempre a socket AM4 che diventerà quindi l'interfaccia di collegamento unificata tra processori desktop valida tanto per le CPU come per le APU.

Sempre con il nome di Bristol Ridge AMD indica la piattaforma notebook di prossima generazione, abbinata sempre ad APU della famiglia A di settima generazione e collegata alla scheda madre attraverso interfaccia FP4. Il passaggio da AM4 a FP4 è richiesto dalle differenti esigenze delle piattaforme mobile, per le quali è necessario prestare maggiore attenzione a consumi e contenimento degli ingombri rispetto a quanto accada per le proposte desktop.

Da segnalare come la roadmap indichi l'utilizzo dei core della famiglia Zen per le sole proposte Summit Ridge; questo implica che le APU della famiglia A che vedremo al debutto nel corso del 2016 saranno basate non su architettura Zen ma su una evoluzione di quella attualmente abbinata alle APU Carrizo. Per vedere l'architettura Zen abbinata alle APU sarà necessario attendere il 2017, fermo restando che tra APU della serie A del 2016 e soluzioni della famiglia FX di prossima generazione vi sarà condivisione di socket, quello AM4, e quindi anche di schede madri.

roadmap_amd_gen_2016_2.jpg (63527 bytes)

Quello che troveremo nelle APU di settima generazione attese nel corso dell'anno saranno ottimizzazioni legate all'efficienza energetica, accanto al supporto a HSA 1.0 (Heterogeneous System Architecture) e a OpenCL 2.0; non mancherà un memory controller compatibile con le memorie DDR3 come con quelle DDR4, grazie al quale verrà esteso il supporto alla tecnologia DD4 anche con le piattaforme AMD.

Le proposte desktop della famiglia FX adotteranno nuovi core della famiglia Zen, per i quali AMD introdurrà per la prima volta il supporto alla tecnologia Multi-Threading in modo simile a quanto implementato da Intel con la tecnologia HyperThreading. La piattaforma condivisa con le APU di settima generazione implementerà supporto alla memoria DDR4, mentre per questi processori mancherà il supporto allo standard DDR3: questa scelta porta a ipotizzare che la pressoché totalità delle schede madri AM4 adotterà slot DDR4 così da assicurare piena compatibilità con tutte le CPU e le APU che AMD presenterà nel corso del 2016.

Questa slide riporta alcune informazioni preliminari anche sulla prossima generazione di GPU top di gamma, basate su architettura nota con il nome in codice di Polaris. In questo caso avremo un importante incremento dell'efficienza energetica, con un raddoppio delle prestazioni per Watt consumato, grazie anche al passaggio alla tecnologia produttiva FinFET. Il sottosistema memoria vedrà l'adozione di tecnologia HBM, High Bandwidth Memory, di seconda generazione e grande focus verrà dato all'accelerazione delle soluzioni per la realtà virtuale che proprio nel corso della prima metà del 2016 debutteranno sul mercato.

roadmap_amd_gen_2016_3.jpg (68908 bytes)

La terza e ultima slide della roadmap aggiornata contenente informazioni rilevanti sulle future soluzioni AMD del 2016 è quella legata alle proposte destinate al datacenter, appartenenti alla famiglia Opteron. Anche per questi processori vedremo al debutto le soluzioni basate su architettura Zen, seguendo in questo quanto proposto per le soluzioni desktop. AMD non fornisce dettagli a riguardo ma possiamo ipotizzare che l'azienda adotterà design di tipo multi chip module, affiancando due die sullo stesso package così da ottenere un raddoppio nel numero dei core oltre a un incremento nel numero di canali memoria utilizzabili in parallelo. Non è tuttavia da escludere che queste soluzioni possano adottare tecnologie di memoria innovative come quella HBM, High Bandwidth Memory, che utilizzata in sistemi di questo tipo permetterebbe di avere un netto impatto sulle prestazioni velocistiche complessive. AMD segnala anche l'inserimento di funzionalità di I/O di elevata capacità a livello nativo, che riteniamo saranno integrate a livello di silicio e che rappresentano sulla carta un elemento molto importante nel mondo del datacenter.

Accanto a queste soluzioni troviamo anche lo sviluppo di proposte basate su architettura ARM di prossima generazione, con i core indicati con il nome in codice di K12. Il target di riferimento è quello dei sistemi server nei quali si vuole massimizzare la densità di elaborazione, sfruttando in questo i benefici delle architetture ARM rispetto a quella x86 utilizzata nei processori della famiglia Opteron. Gli ambiti di utilizzo di riferimento sono gli stessi delle soluzioni ARM attualmente utilizzate in ambiente professionale: sistemi di storage, soluzioni di networking, sistemi embedded e web server con molti core che operano in parallelo.

Non mancheranno anche proposte APU per sistemi server ad elevate prestazioni, capaci di abbinare la capacità di elaborazione dei core tradizionali con la componente GPU integrata per operazioni di calcolo non grafiche. In questo ambito la Heterogeneous System Architecture giocherà un ruolo fondamentale per assicurare il pieno utilizzo di tutte le risorse di elaborazione, oltre alla facilità di programmazione del codice. AMD specifica migliorie a livello GPU senza però dettagliare di cosa si tratti: viste le tempistiche, anno 2017, è presumibile che questo sia riferito all'utilizzo di un'architettura di GPU della famiglia Polaris.

Le roadmap aggiornate di AMD confermano le indiscrezioni emerse negli ultimi mesi con riferimento alle piattaforme desktop e mobile, nonché alle soluzioni GPU. Le vere novità sono dal comparto server, ambito nel quale AMD è chiamata a riconquistare la posizione detenuta in passato e che al momento la vede all'atto pratico assente dallo scenario competitivo. Sarà interessante verificare con quale tipo di implementazione l'azienda americana introdurrà i core Zen all'interno della famiglia di soluzioni Opteron: è questa la famiglia di prodotti più interessante, sulla carta capace di ridare maggiore solidità alla ripresa di AMD nel settore dei processori e di fornire quel boost in termini di margini che da lungo tempo manca nelle finanze dell'azienda. Un 2016 in divenire, che sulla carta ci riserverà molta nuova tecnologia al debutto da parte AMD.

81 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7722 Gennaio 2016, 13:01 #1
CHE DUE MARONES.
A intervalli regoloari AMD arriva con le solite sildes che promettono mirabolanti cose nel prossimo futuro.
LOL.


Poi qui sotto tra non molto arriverà il consueto commento che dice:
Avete rotto col commento "che palle le slides di AMD".

Rispondo già adesso: se AMD la pianta con lo spamming delle slides assicuro che smetto immediatamente col commento "che palle le slides di AMD"
maxsona22 Gennaio 2016, 13:09 #2
Originariamente inviato da: demon77
Avete rotto col commento "che palle le slides di AMD".

Beh, in effetti ... quelle mi sembrano delle semplici road map senza citazioni prestazionali ... come avrebbero dovuto farle?
roccia123422 Gennaio 2016, 13:37 #3
Dita incrociate per Zen.

E dovremmo farlo TUTTI, fanboy intel inclusi, perchè da una Concorrenza con la C maiuscola avremmo tutti da guadagnarci.
Italia 122 Gennaio 2016, 13:38 #4
Nessuna novità, girano da mesi le stesse notizie: Zen a fine anno con almeno + 40% ipc verso Excavator, Socket AM4, GPU 14 nm verso giugno con DDR5, HBM ed HBM2... E' una "non news"
demon7722 Gennaio 2016, 13:43 #5
Originariamente inviato da: maxsona
Beh, in effetti ... quelle mi sembrano delle semplici road map senza citazioni prestazionali ... come avrebbero dovuto farle?


si ma è roba STRA-OLD che oltretutto lascia il tempo che trova.
demon7722 Gennaio 2016, 13:46 #6
Originariamente inviato da: roccia1234
Dita incrociate per Zen.

E dovremmo farlo TUTTI, fanboy intel inclusi, perchè da una Concorrenza con la C maiuscola avremmo tutti da guadagnarci.


MA MAGARI.
Però ammetto di aver perso un po' la speranza.. sono passati dieci anni dai gloriosi Athlon X2 che dominavano le classifiche.
ThePolo22 Gennaio 2016, 13:54 #7
Originariamente inviato da: demon77
CHE DUE MARONES.
A intervalli regoloari AMD arriva con le solite sildes che promettono mirabolanti cose nel prossimo futuro.
LOL.


Poi qui sotto tra non molto arriverà il consueto commento che dice:
Avete rotto col commento "che palle le slides di AMD".

Rispondo già adesso: se AMD la pianta con lo spamming delle slides assicuro che smetto immediatamente col commento "che palle le slides di AMD"

Ma per favore, quelle slide le hanno presentate a maggio come minimo. Sono mesi che vengono ripetute continuamente da chi scrive gli articoli di riepilogo come questi.

Per rimanere in topic, sono curioso di vedere la nuove APU Bristol Ridge. Se ho capito bene dovrebbero essere ancora basate su Excavator, ma con una GPU più efficente.
ferro7522 Gennaio 2016, 14:09 #8
Mi piacerebbe sapere in quante persone lavorano alla progettazione di Zen... visti i tempi direi 2, con uno che guarda l'altro lavorare
Bivvoz22 Gennaio 2016, 14:11 #9
Originariamente inviato da: demon77
CHE DUE MARONES.
A intervalli regoloari AMD arriva con le solite sildes che promettono mirabolanti cose nel prossimo futuro.
LOL.


Poi qui sotto tra non molto arriverà il consueto commento che dice:
Avete rotto col commento "che palle le slides di AMD".

Rispondo già adesso: se AMD la pianta con lo spamming delle slides assicuro che smetto immediatamente col commento "che palle le slides di AMD"


Link ad immagine (click per visualizzarla)

Quelle slide sarà la ventiduesima volta che le vedo in una notizia, non è AMD che le spamma
Manp22 Gennaio 2016, 14:13 #10
Originariamente inviato da: demon77
CHE DUE MARONES.
A intervalli regoloari AMD arriva con le solite sildes che promettono mirabolanti cose nel prossimo futuro.
LOL.


Poi qui sotto tra non molto arriverà il consueto commento che dice:
Avete rotto col commento "che palle le slides di AMD".

Rispondo già adesso: se AMD la pianta con lo spamming delle slides assicuro che smetto immediatamente col commento "che palle le slides di AMD"


presentano dei dati, tra l'altro bruttini, per il 2015 agli investitori, cosa devono fare? non scrivere nemmeno due righe sul futuro? sulle strategie e su come hanno intenzione di occupare le varie fasce di mercato nel 2016?

credi che agli investitori possa andare bene "che palle le slides di AMD" come risposta?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^