IDF Fall 2008 Day 2: MID, Roadmap e prodotti CE

IDF Fall 2008 Day 2: MID, Roadmap e prodotti CE

La seconda giornata dell'Intel Developer Forum Fall 2008 di San Francisco è all'insegna della cosiddetta "pervasive internet": dai Mobile Internet Devices sino alle soluzioni SoC che permetteranno di fruire la rete comodamente dalla televisione. Poi uno sguardo al futuro dei processori con un riassunto delle roadmap relative a tutti i comparti

di Alessandro Bordin, Andrea Bai pubblicato il nel canale Processori
 

Roadmap dei processori - notebook e desktop

Passando al comparto client, intendendo con ciò sia i sistemi desktop, sia i sistemi notebook, vediamo come il primo segmento di mercato che accoglierà l'avvento di Nehalem già nel corso del quarto trimestre dell'anno in corso è quello relativo ai sistemi desktop di fascia alta ad elevate prestazioni con l'ingresso dei processori Intel Core i7 e Core i7 Extreme, entrambi soluzioni quad-core in grado di gestire due thread per ciascun core. In questo caso la piattaforma sarà costituita da tali processori e dal chipset Intel X58 Express, del quale tuttavia non sono stati resi noti i dettagli.

La fascia mainstream del mercato dei sistemi desktop dovrà attendere almeno sino alla seconda metà del 2009 per i processori basati su architettura Nehalem, quando faranno la loro comparsa le soluzioni Lynnfield e Havendale, rispettivamente quad-core e dual core e anch'esse in grado di gestire due thread per ciascun core. Le piattaforme saranno Piketon e Kings Creek basate sul chipset conosciuto attualmente con il nome in codice di Ibex Peak. Come già anticipato nel corso della giornata di ieri, anche il mondo mobile potrà fruire delle potenzialità dell'architettura Nehalem, ma anche in questo caso bisognerà attendere la seconda metà del 2009 quando il colosso di Santa Clara renderà disponibile la piattaforma conosciuta con il nome in codice di Calpella e che andrà a succedere all'attuale piattaforma Centrino 2 "Montevina".

Per quanto riguarda la fascia dei notebook ad elevate prestazioni Intel proporrà il processore Clarskfield, una soluzione a 4 core e 8 thread che andrà a prendere il posto dei processori Intel Core 2 Extreme QX9300 e Intel Core 2 Quad Q9100 annunciati nel corso della giornata di ieri. Clarskfield sarà proposto anche per la fascia mainstream notebook, affiancato in questo caso dalla soluzione dual core Auburndale che saprà gestire fino a 4 thread complessivi. La piattaforma Calpella, sia nella declinazione di fascia alta, sia in quella di fascia mainstream, sarà basata sul chipset Ibex Peak-M.

Intel vuole sottolineare la differenza tra le attuali strutture delle piattaforme a tre chip (processore, northbridge e southbridge) rispetto alle future piattaforme che utilizzeranno Nehalem. Con l'accorpamento di processore e memory controller sarà possibile realizzare piattaforme a due chip, potendo così disporre di una maggiore flessibilità di integrazione che potrebbe eventualmente portare alla realizzazione di schede madri di dimensioni più contenute e dal minor consumo energetico.