MacBook Pro 15 Retina Display, nuovi orizzonti per i portatili Apple

MacBook Pro 15 Retina Display, nuovi orizzonti per i portatili Apple

Per Apple è tempo di una nuova generazione di portatili: senza unità ottica, ad elevate prestazioni e con schermo ad elevatissima definizione. Pioniere di questo concept è il nuovo MacBook Pro 15 Retina Display proposto ad un prezzo, quello dell'esclusività, decisamente elevato

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Apple
 

MacBook Pro 15 Retina Display

Impostazione stilistica e costruttiva che ha molto a che spartire con i fratelli MacBook Pro e MacBook Air, con lo chassis di tipo unibody a fare ancora bella mostra di sè. Il form factor di 15,4 pollici impone pertanto dimensioni di 35,89cm x 24,71cm, per uno spessore di appena 1,8cm reso possibile proprio grazie all'assenza dell'unità ottica.


A sinistra: MacBook Pro 15 Retina, 1,8cm. A destra: MacBook Pro 13, 2,41cm.

Il peso si attesta sui 2,02kg, un valore che reputiamo essere contenuto se messo in relazione al form factor del sistema: basti pensare ad esempio che i tradizionali portatili MacBook Pro da 13 pollici hanno un peso di 2,06kg e che i modelli MacBook Pro 15 "non-Retina" hanno un peso di 2,56kg. Il profilo del MacBook Pro Retina è regolare, con lo spessore che è il medesimo per tutti lati dello chassis. Il profilo a cuneo resta quindi, per ora, una caratteristica distintiva di MacBook Air.

Lo spessore ridotto impone anche alcune rinunce per quanto riguarda le porte di espansione, sebbene l'arsenale a disposzione di MacBook Pro Retina sia di tutto rispetto: Apple ha integrato ben due porte Thunderbolt da 10Gbps, due porte USB 3.0 in grado di arrivare ad una velocità di 5Gbps, ed una porta HDMI di dimensioni standard.

A completamento si segnala la presenza del connettore minijack per le cuffie, dello slot per le schede di memoria SDXC ed il connettore di alimentazione MagSafe 2. Spariscono quindi i connettori fisici FireWire ed Ethernet, per i quali Apple mette comunque a disposizione degli adattatori Thunderbolt. Del resto non è certo la prima volta che la Mela decide di abbandonare connessioni di I/O di una certa data, seppur ancora di uso abbastanza corrente.