Apple MacBook Pro 13: finalmente con Core i7

Apple MacBook Pro 13: finalmente con Core i7

Grazie alla disponibilitÓ dei processori Intel Sandy Bridge, anche i portatili pi¨ "piccoli" della famiglia MacBook Pro guadagnano i processori Core i5 e Core i7. Debutta inoltre la nuova tecnologia I/O Thunderbolt

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Apple
 

Introduzione

Alla fine del passato mese di febbraio Apple ha aggiornato l'intera famiglia dei sistemi portatili MacBook Pro. Si Ŕ trattato di un aggiornamento atteso, quasi "telefonato", e catalizzato dalla disponibilitÓ delle nuove CPU Intel "Sandy Bridge" presentate dal colosso di Santa Clara in occasione dell'edizione 2011 del CES di Las Vegas. Un "semplice" aggiornamento hardware, ma ricco di novitÓ riscontrabili non solo nei nuovi processori ma anche nell'adozione di nuove GPU e nell'introduzione dell'interfaccia Thunderbolt, sulla quale molto Ŕ stato discusso nei mesi precedenti l'annuncio.

L'adozione di nuove GPU dedicate rappresenta un punto di rottura nelle strategie che la Mela ha percorso negli ultimi anni: si interrompe infatti, per il mondo portatili, il sodalizio con NVIDIA che era in essere sin dalla metÓ del 2007, per un ritorno al passato con le soluzioni della famiglia AMD Radeon HD 6000. Qualche variazione anche per quanto riguarda i sistemi con GPU integrata: questa volta Apple decide di affidarsi completamente ai nuovi controller Intel integrati nei processori Sandy Bridge, il cui livello prestazionale Ŕ tale da non richiedere GPU aggiuntive come la Mela aveva scelto in passato.

La vera novitÓ inedita Ŕ per˛ rappresentata dall'introduzione di Thunderbolt, una nuova interfaccia I/O sviluppata da Intel in collaborazione con Apple. Thunderbolt, in realtÓ, Ŕ una tecnologia della quale si Ŕ parlato per parecchio tempo: sotto il nome in codice di Light Peak fu infatti annunciata dalla stessa Intel in occasione dell'Intel Developer Forum di San Francisco nel mese di settembre 2009. Apple Ŕ pioniera nell'implementazione di questa nuova interfaccia nei propri sistemi: nel corso dei prossimi mesi inizieranno a fare la comparsa sul mercato le prime periferiche di storage provviste di connettori Thunderbolt ed in un futuro non troppo lontano altre importanti realtÓ (i nomi pi¨ accreditati sono quelli di Sony e HP) introdurranno Thunderbolt nei propri sistemi portatili.

Nel corso dell'articolo analizzeremo il portatile MacBook Pro 13 pollici, l'esemplare che maggiormente ha giovato dall'introduzione dei nuovi processori Sandy Bridge: importante Ŕ a questo proposito il confronto con la soluzione MacBook Pro 13 che Apple present˛ lo scorso anno, allora ancora equipaggiata con un processore della famiglia Intel Core 2 Duo, per comprendere di quale misura sia l'incremento prestazionale reso possibile dal recente aggiornamento hardware.

 
Trova il regalo giusto