iMac 21,5: entry-level Apple per i sistemi all-in-one

iMac 21,5: entry-level Apple per i sistemi all-in-one

Analizziamo la proposta entry-level della famiglia di soluzioni iMac di Apple, la cui piattaforma hardware è stata aggiornata lo scorso mese di luglio e prevede l'impiego di processori Intel Core i3

di Andrea Bai pubblicato il 29 Novembre 2010 nel canale Apple
 

Introduzione

Pochi giorni fa alla celebre casa d'aste Christie's di Londra, l'imprenditore italiano Marco Boglione si è aggiudicato, per la cifra di 157 mila euro, Apple I, il primo sistema interamente progettato e costruito da Steve Wozniak nel 1976. Quello che allora era una semplice scheda logica (una scheda madre), priva di chassis e di periferiche, è il capositpite dei prodotti di una delle aziende che oggi, a ragione o a torto, ottiene degli incredibili successi di mercato: Apple.


Steve Wozniak e Steve Jobs al lavoro su Apple I - Fonte: Computer Historuy

E' dalla progettazione di Apple I che i due cofondatori della Mela mordicchiata, Steve Jobs e il già citato Steve Wozniak, inseguono la visione di un personal computer "autosufficiente" e dedicato al pubblico più ampio, in un' epoca dove i PC erano solitamente destinati ad appassionati di elettronica e venivano venduti sprovvisti di chassis e incompleti. L'evoluzione di Apple I ha portato, dopo vari passaggi alla realizzazione e alla commercializzazione nel 1984 di Macintosh 128K, il primo sistema a racchiudere in un unico chassis la circuiteria logica ed un monitor CRT.

Da allora sono trascorsi 26 anni, ed oggi il concetto di All-in-one sta diffondendosi in maniera massiccia nel mondo dei sistemi desktop: le soluzioni "tutto incluso" stanno rosicchiando sempre più quote ai PC desktop tradizionali, soprattutto tra l'utenza ordinaria, meno esigente, e in taluni ambiti professionali e di business. L'evoluzione tecnologica è giunta ad un punto tale da consentire l'integrazione in spazi ridotti di un sistema completo senza particolari compromessi, se non quello della limitata espandibilità: è per questo motivo che i sistemi all-in-one stanno riscuotendo successo grazie agli ingombri contenuti ed ad una potenza elaborativa capace di venire incontro alle esigenze della maggior parte dell'utenza.

Nel periodo attuale la proposta di sistemi All-In-One di Apple è incarnata dalla linea di sistemi iMac, di diretta discendenza dai Macintosh 128K e che hanno fatto la loro comparsa per la prima volta nel 1998, aiutando la mela mordicchiata ad uscire da uno dei periodi più bui della propria storia, e traghettandola verso la rosea situazione dei giorni nostri.

Alla fine del mese di luglio Apple ha aggiornato la linea dei sistemi desktop all-in-one iMac: nessuna rivoluzione estetica rispetto ai sistemi della precedente generazione, ma un importante rimaneggiamento della piattaforma hardware che vede così l'ingresso dei processori Intel Core i3 anche nelle proposte di fascia entry-level. Nell'articolo di oggi andremo ad analizzare proprio il modello d'ingresso della proposta della Mela: iMac 21,5.